Sondaggi politici SWG: italiani favorevoli alle grandi opere

Sondaggi politici SWG: italiani favorevoli alle grandi opere Un grosso punto di domanda sovrasta le grandi opere in Italia. Il fronte pentastellato al governo ha rimesso in discussione nell’ordine: TAV, TAP e l’accordo sottoscritto con Arcelor-Mittal per il risanamento dell’ILVA di Taranto. Sull’alta velocità che collegherà Torino e Lione, il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli è stato chiaro: “Va ridiscussa integralmente in base agli accordi tra Italia e Francia ed il sottoscritto sta facendo proprio questo. Chi dice che è un’opera buona o cattiva non sta rispettando il contratto di governo”. Sul gasdotto TAP i giudizi degli esponenti pentastellati sono ancora più netti. Il ministro per il Sud Barbara Lezzi sulla sua pagina Facebook ha detto chiaro e tondo che “al Sud servono altre infrastrutture” quali “strade sicure, ferrovie, scuole, ricerca, università, bonifiche, anti-dissesto idrogeologico, energia pulita”. Nessuna menzione della TAP. Il ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro Luigi Di Maio ha invece rimesso in discussione l’accordo sottoscritto sull’ILVA di Taranto. Il leader del Movimento 5 Stelle ha chiesto ai vertici di Arcelor-Mittal di rivedere il piano occupazionale dopo quello ambientale. I tavoli sono ancora aperti ma, avverte Di Maio, “ora pende la spada di Damocle della gara. Ma su questo deve rispondere... View Article