•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 20 febbraio, 2014

articolo scritto da:

Renzi contro Grillo, la diretta “utile” delle consultazioni politiche

“Esci da questo blog, questo è un luogo dove c’è il dolore vero delle persone”. Questa è una delle frasi che ha scandito l’incontro di ieri frutto delle consultazioni politiche tra il neo presidente incaricato del consiglio Matteo Renzi, e il leader popolare del partito dei 5 stelle, Beppe Grillo. Il luogo dove è avvenuto l’incontro è Palazzo Chigi, sede del governo italiano. Che Renzi si riferisse a quel luogo come centro “di dolore vero delle persone”. Mi sembra poco probabile. Ma allora cosa voleva dire il neo presidente incaricato? Che fosse ancora la solita baggianata frutto della retorica che imperversa nella politica italiana da ormai oltre vent’anni? E’ possibile.

Lo scenario delle consultazioni è da sempre luogo segreto, per poi essere “spiegato” ai cittadini tramite i giornali stampati e visivi, come fosse necessaria una traduzione. Con la diretta streaming di ieri però qualcosa è cambiato, almeno in parte, anzi per una piccola particina. La novità è stata la diretta dell’incontro tra Renzi e Grillo, un incontro vero, senza filtri, arrivato nelle case di tutti  e mostrandosi verace e crudo. Questo è il primo innegabile punto su cui ci si dovrebbe soffermare. E invece niente. Tutti a porci subito il duello cavalleresco tra Renzi e Grillo, tutti a lanciare sondaggi su “chi ha vinto”, a fare calcoli matematici sul minutaggio, sulla carica democratica, sulla potenza comunicativa ed espressiva, sulla convinzione, insomma sul nulla.

Certo Grillo ha scatenato una folla democratica e antifascista  con le sue folli affermazioni tipiche della satira cabarettistica, ma Renzi con lo stile e soprattutto il contenuto retorico in tipico stile ciceroniano, non è stato da meno. La vittoria nello scontro televisivo di ieri è stata senza dubbio quella della demagogia populistica e dell’ignoranza civile ed istituzionale del paese Italia. L’unica parole corretta è stata “imbarazzante”, l’aggettivo corretto per definire un incontro che ha aizzato ancor di più un popolo di seguaci alla ricerca disperata di un leader.




Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

11 Commenti

  1. Salvatore Caputo ha scritto:

    …basta cazzate per favore…di giullari ne abbiamo già troppi.

  2. Pasquale Nappa ha scritto:

    oltre a offendere e a salire sui tetti in un anno casa hanno fatto???

  3. Mimmo Pappalardo ha scritto:

    Peró….mi sa che minacciando di peccare di “demagogia populista”, a prendersela nel k..,.l è il popolo.

  4. Matteo Busoni ha scritto:

    Ah ah pasquale! Hanno fatto più loro in un anno che gli altri in 20!!! VINCIAMO NOI!!!

  5. Daniele Brinati ha scritto:

    Po-pu-lismo trionferà!

  6. Marco Angius ha scritto:

    Renzi fanculo vai a smakiare giaguari con palledaciaio

  7. Martina Buda ha scritto:

    Nappa liberi di non condividere ma almeno siate obiettivi@!

  8. Mario Lanza ha scritto:

    Non han fatto un cazzo…anzi,no,han lobotomizzato un gran numero di italioti (che,ad onor del vero,non dovevan esser delle cime manco prima).

  9. Emanuele Ranno ha scritto:

    Tutte scenate,perché Renzi fece il giro dei vari presidenti dei partiti?

  10. Adriano Buoso ha scritto:

    Un paese ridicolo che invece dei fatti si occupa di stupidaggini, e pensa ad eleziomi invece di risolvere i problemi!

  11. Franco Balconi ha scritto:

    non hanno fatto nulla dai

Lascia un commento