Doppio mandato, resiste la regola M5S o c’è la deroga? E come influisce sulla formazione del governo

Doppio mandato, resiste la regola M5S o c’è la deroga? E come influisce sulla formazione del governo Come si sa nel Movimento 5 Stelle vige la regola che vieta a ogni parlamentare di superare i due mandati. Nelle intenzioni dei grillini è un modo per dimostrare la differenza rispetto ai partiti tradizionali in cui la politica era intesa in modo professionale e si costruivano rendite di potere decennali. Un modo invece per impedire la formazione di una leadership diffusa e di correnti e cordate che minerebbero l’autorità indiscussa di  Casaleggio, Grillo e dei fedelissimi, secondo i detrattori. Di fatto questa regola diventa una chiave di volta importantissima nella partita per la formazione del governo. Perchè moltissimi sono i deputati eletti il 4 marzo al secondo mandato, e che dovrebbero rinunciare a una candidatura se si tornasse alle urne. E’ chiaro che questa circostanza influisce in modo deciso sulla tentazione di rovesciare il tavolo e votare. Limitandola fortemente. Per molti deputati sarebbe una beffa rinunciare a 4 anni e mezzo di mandato e non poter più ritornare a Montecitorio o Palazzo Madama. Doppio mandato, le voci di deroga E’ per questo che da più parti si sono fatte avanti le voci... View Article