Pubblicato il 27/10/2018

Sindrome di Asperger: sintomi e cura, cosa ha detto Grillo sull’autismo

autore: Giuseppe Spadaro
Sindrome di Asperger sintomi e cura, cosa ha detto Grillo sull'autismo

Sindrome di Asperger: sintomi e cura, cosa ha detto Grillo sull’autismo

Moltissime polemiche hanno suscitato le parole di Beppe Grillo pronunciate domenica 21 ottobre al Circo Massimo durante Italia 5 Stelle. Infatti Grillo nel corso del suo intervento ha tirato in ballo autismo e Sindrome di Asperger. La citazione all’interno del mini-show che ha toccato una serie di argomenti di attualità ha scatenato la reazione indignata di moltissimi osservatori. Sul co-fondatore del M5S sono piovute critiche feroci da parte di moltissimi italiani che hanno trovato inappropriate le sue parole. E per aver trasformato i soggetti affetti da autismo e Sindrome di Asperger in oggetto di scherno.

Sindrome di Asperger, sintomi e cura

Innanzitutto cosa è la sindrome di Asperger? La sindrome di Asperger (abbreviata in SA, o AS in inglese) è un disturbo neurologico dello sviluppo. Comunemente è considerata una forma dello spettro autistico “ad alto funzionamento”.

Gli individui portatori di questa sindrome sono caratterizzati dall’avere una persistente compromissione delle interazioni sociali e schemi di comportamento ripetitivi e stereotipati, attività e interessi molto ristretti. Diversamente dall’autismo classico, non si verificano significativi ritardi nello sviluppo del linguaggio o dello sviluppo cognitivo.

Finora non esiste una vera e propria cura. Spesso i soggetti affetti dalla Sindrome di Asperger (Albert Einstein o Charles Darwin) hanno rivelato di essere geni in alcuni campi delle scienze dando prova di alte capacità cognitive. Il nome deriva da Hans Asperger, il neuro scienziato tedesco che per primo ipotizzò l’esistenza della sindrome: chiamava i bambini “piccoli professori”.

Curiosità: nell’ultima edizione del Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders (DSM 5, 2013) la “sindrome di Asperger” non figura più, essendo stata sostituita dal “Disturbo dello spettro dell’Autismo”.

Sindrome di Asperger: cosa ha detto Grillo sull’autismo

Cosa ha detto Grillo? Intervenendo dal palco della manifestazione targata M5S (dato dai sondaggi intorno al 30%) e parlando della modernità si è chiesto: “Chi siamo? Dove siamo? Siamo pieni di malattie nevrotiche, siamo pieni di autismi“.

Grillo ha continuato il suo discorso citando appunto autismo e Sindrome di Asperger: “L’autismo è la malattia del secolo, signori, e l’autismo non lo riconosci. Per esempio, la sindrome di Asperger: c’è pieno di questi filosofi in televisione che hanno la sindrome di Asperger che è quella sindrome di quelli che parlano in un modo e non capiscono che l’altro non sta capendo e vanno avanti e magari fanno esempi che non c’entrano un c… con quello che stanno dicendo, hanno quel tono sempre uguale”.

Sindrome di Asperger, bufera dopo le parole di Grillo

Nella bufera scatenatasi dopo le parole di Grillo è intervenuto anche l’ex premier Matteo Renzi dichiarando “Beppe Grillo, per me fai schifo“. Ma reazioni sono giunte da esponenti di varie aree politiche. Oltre che da associazioni e cittadini che hanno esternato tutta la loro indignazione.

Inoltre in un articolo pubblicato su wired.it si mettono in evidenza degli errori tecnici contenuti nelle parole di Beppe Grillo. In sintesi l’articolo tenta di fare chiarezza in ordine al rapporto esistente tra Asperger e autismo. Ma non solo. In riferimento all’affermazione “L’Autismo è la malattia del secolo” si fa presente che la percezione è dovuta ad una aumentata capacità di diagnosi. E solo in parte una incidenza in parte più elevata può essere determinata dall’aumentata maggiore età media di chi diventa genitore. In più nell’articolo si contesta il principio per cui “l’autismo non lo riconosci” ma anche la definizione data da Grillo di chi è affetto dalla sindrome di Asperger con chiaro intento spettacolare. Infine si respinge del tutto anche la sovrapposizione, che Grillo ha proposto nel suo intervento, tra autistici e psicopatici.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →