20/09/2017

Candidato premier M5S: Di Maio non è ufficiale, altri nomi in lizza

autore: Beniamino Valeriano
candidato premier, di maio, di battista, m5s

Candidato premier M5S: Di Maio non è ufficiale, altri nomi in lizza

La priorità è salvare il dogma dell’unità del Movimento. Nonostante i malumori interni degli ortodossi, nonostante la rinuncia delle principali figure politiche a candidarsi come premier, nonostante il (controverso) voto online. E’ evidente, però, come la candidatura a premier di Luigi Di Maio non sia andata giù a Roberto Fico.

Candidato premier M5S: il silenzio assordante di Fico

Il ruolo del candidato premier sarà potenziato da quello di capo politico. Una scelta, quella di Beppe Grillo, che ha fatto infuriare Roberto Fico. Tiepida, invece, l’accoglienza di un altro big del movimento, Alessandro Di Battista, che ha deciso di appoggiare Di Maio. Facendo coincidere i due ruoli, l’attuale vicepresidente della Camera potrà scegliere il collegio dei probiviri e, dunque, decidere sanzioni ed eventuali espulsioni. Insomma, il M5S dissidenti potrebbero avere poco margine di manovra. Intanto, il silenzio di Fico si fa sempre più assordante e il rifiuto di incontrare Beppe Grillo per chiarire il disaccordo fa salire la tensione alle stelle.

M5S: fuori i big (tranne uno), dentro i perfetti sconosciuti

I candidati definiti della primarie del M5S ha suscitato un vespaio di critiche, dentro e fuori il Movimento. Le regole per le candidature online sono state presentate lo scorso 15 dicembre, a pochi giorni dalla votazione. Una scelta che è stata fortemente criticata dalla base. Fuori tutti i big (tranne uno), dentro sette perfetti sconosciuti. La lista definitiva – pubblicata sul blog di Beppe Grillo – che sarà sottoposta a votazione  è composta da Vincenzo Cicchetti, Luigi Di Maio, Elena Fattori, Andrea Davide Frallicciardi, Ispirato Domenico, Nadia Piseddu, Marco Zordan, Gianmarco Novi. Difficile pensare a un vero sfidante per Di Maio, da tempo presenza costante in televisione e nei giornali.

Candidato premier M5S: Elena Fattori

Unica parlamentare nella lista. Favorevole ai vaccini (ma come raccomandazione e non come obbligo), la Fattori risulta l’unico sfidante credibile nella lista. Favorevole alle alleanze post-elettorali (ovviamente solo in caso di vittoria del Movimento), ha in programma un referendum per uscire dall’Eurozona.

M5S: Vincenzo Cicchetti

Imprenditore informatico e fondatore nel 2011 dei meetup di Riccione e Cattolica. “Mai avuto rapporti di lavoro con la pubblica amministrazione” – scrive sulla sua scheda di presentazione – e quindi non condizionabile nelle mie scelte”.

M5S: Andrea Davide Frallicciardi

Frallicciardi, informatoco di 39 anni, è stato eletto consigliere comunale di Figline Valdarno nel settembre 2011. “Non mi interessa vincere – ha dichiarato al Corriere – preferisco Luigi”. Insomma, si candida per hobby.

Candidato premier M5S: Domenico Ispirato

Poi Domenico Ispirato è ispettore di cantiere per le opere pubbliche. Napoletano trapiantato a Verona è stato candidato nelle liste del M5S per le amministrative 2012 nella città di Verona. “Il dissenso – ha dichiarato Ispirato – è ciò che di meglio esiste per stimolare la discussione”

M5S: Gianmarco Novi

Ex consigliere di Monza, ragioniere e vegano. Vuole riportare in Italia la Sovranità Monetaria (banche di Stato), istituire il bilancio partecipativo statale, istituire i Referendum dispositivi e abrogativi sul modello svizzero.

M5S: Nadia Piseddu

La più giovane del gruppo, 28 anni e una laurea in ingegneria aerospaziale. Molto impegnata nella sicurezza, ha “contrastato lo strapotere delle cooperative rosse”.

Candidato premier M5S: Marco Zordan

Artigiano e consulente informatico. Marco Zordan è stato eletto a Sarego, in provincia di Vicenza, nel maggio del 2012 come consigliere. Impegnato a livello locale nella lotta agli sprechi nelle amministrazioni pubbliche.

VISITA IL NOSTRO FORUM A QUESTO LINK

Autore: Beniamino Valeriano

Mi sono laureato in Lettere Moderne all'Università degli Studi di Siena. Ho passato un anno a Madrid, ma poi è iniziata la crisi. Tornato in patria, sono ripartito per il Cile e ho (finalmente) capito di voler vivere e lavorare in Italia. Al momento frequento il master della Business School del Sole24Ore in "Giornalismo economico-politico e informazione multimediale". Sono appassionato di geopolitica, America Latina e musica. Speaker per gioco. twitter: @BenValeriano
Tutti gli articoli di Beniamino Valeriano →