•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 2 aprile, 2014

articolo scritto da:

Squinzi ai partiti: “In Europa mandiamo i migliori”

In vista delle elezioni europee del prossimo 25 Maggio arriva il monito di Confindustria. Il presidente degli industriali italiani Giorgio Squinzi avverte: “È importante che per le elezioni europee le forze politiche selezionino candidature all’altezza del ruolo”. Il monito di Squinzi, contenuto nel documento (che sarà discusso con tutti i leader politici) con cui Confindustria indica 10 priorità per un’Europa della crescita, è stato lanciato nel corso della presentazione a Roma del Manifesto degli industriali per le prossime elezioni europee.

Il leader di viale dell’Astronomia è chiaro: personalità di spicco, candidati seri  e “all’altezza del ruolo e della sfida che li aspetta a Bruxelles”. Un invito ai partiti affinché le selezioni per gli scranni all’Europarlamento non vengano più fatte “nella logica di un parcheggio o di un contentino”. Servono persone “capaci – aggiunge Squinzi – che si impegnino e diano una presenza costante. Abbiamo bisogno di chi possa rappresentare il meglio del nostro Paese”. Una selezione convincente che “necessita – sostiene il leader degli industriali – anche di “una riforma del modello elettorale per le elezioni europee per dare al nostro Paese una rappresentanza costante nel tempo”.

Dieci le priorità da soddifare per abbandonare o almeno finalmente affiancare “all”Europa del rigore quella della crescita” e dare un freno all’ondata di euroscetticismo. Euroscetticismo alimentato da risposte tardive e inconsistenti alla crisi, che rischia di “prendere il sopravvento” alle prossime elezioni europee, visti anche l’exploit oltralpe del Front National di Marine Le Pen e i sondaggi degli ultimi giorni, che danno in crescita il M5S di Beppe Grillo, al 25,3%.

Diversi i punti toccati a margine della presentazione: politiche energetiche e  ambientali “reali e convicenti” a sostegno di un “Industrial Compact” da affiancare al Fiscal Compact, da realizzare nel consesso europeo, con cui “raggiungere l’obiettivo del 20% del Pil come quota dell’industria entro il 2020”. Il superamento del “dogma dell’austerità”, dice Squinzi, che permetta all’Italia di “riconquistare quel posto da protagonista che le spetta nello scacchiere europeo”.

E sullle nomine con cui il Governo nei prossimi giorni rinnoverà i vertici di aziende pubbliche come Eni, Finmeccanica, Poste ed Enav Squinzi non si sbilancia: “non auspico né rinnovamenti né mantenimenti” ma spera che “le nomine siano effettuate secondo criteri di competenza e trasparenza”.

Carmela Adinolfi

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

4 Commenti

  1. Giancarlo De Luca ha scritto:

    la zanicchi e salvini il fannullone scalpitano

  2. Maria Damaso ha scritto:

    nani, ballerine e esodati

  3. Lidia Mora ha scritto:

    vuole andare lui?

  4. Luisa Bacocchia ha scritto:

    e quali sono i migliori ? perché non ne vedo

Lascia un commento