•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 29 agosto, 2014

articolo scritto da:

Renzi: “Falso in bilancio torna reato, magistrati che sbagliano pagano”

riforma giustizia

Si è concluso dopo circa due ore il Consiglio dei ministri. Sul tavolo del governo due delle riforme cardinali di questa fine estate: giustizia e decreto Sblocca Italia. Il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha fatto sapere che tutta la riforma sarà al vaglio del consiglio dei ministri, sia il civile che il penale. Lo Sblocca-Italia sarà sotto forma di decreto, idem per la riforma della giustizia civile.

ECONOMIA – In conferenza stampa Renzi ha subito affrontato la questione degli 80 euro, spiegando che “non è riducendo il salario del lavoratore che l’Italia uscirà dalla crisi”. Secondo il premier “non serve una legge per cambiare il Paese, ma servono persone e lavoro sistematico da fare passo dopo passo. Ecco perché il claim dei mille giorni è passodopopasso”. 

Relativamente al decreto Sblocca Italia, Renzi ha annunciato lo sblocco di 3,8 milioni di opere cantierabili, attirando l’attenzione sul fatto che “nei prossimi 12 mesi 10 miliardi saranno destinati a sbloccare le opere”. Il Cdm, inoltre, ha approvato il disegno di legge delega sugli appalti: “In Italia – ha spiegato Renzi – ci devono essere le stesse regole come ci sono in Europa. L’Europa ha il vezzo di peggiorare quello che prevede la legislazione europea. L’Europa in questo caso ci aiuta, non ci penalizza. Trovo questa norma rivoluzionaria”.

renzi gelato

GIUSTIZIA – L’altro caposaldo è la riforma della giustizia, che prevede diverse novità. In primis l’inasprimento delle norme relative all’autoriciclaggio e alla prescrizione e il ritorno del falso in bilancio nel codice penale. “E c’è la responsabilità civile dei magistrati, così che `chi sbaglia paga´, una regola di buonsenso non punitiva”. Novità anche per le intercettazioni, con il principio che “è consentita l’intercettazione al magistrato, ma ciò che non riguarda l’oggetto del reato deve essere pubblicato con grande attenzione. Non immaginiamo sanzioni penali. Non vogliamo mettere il bavaglio, ma non si deve ledere la privacy delle persone”. E sul punto Renzi conferma un confronto con i direttori dei giornali.

 

Sondaggio Index: la scissione farebbe crollare il Pd CLICCA IL VIDEO

Sondaggio Index: la scissione farebbe crollare il Pd CLICCA IL VIDEO

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Come si chiamerà il gruppo degli scissionisti Pd?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle Voluttà

#efamolostoflavio

#efamolostoflavio

articolo scritto da:

Trackbacks

  1. […] La riforma della Giustizia presentata venerdì non ha soddisfatto molto i vertici di Forza Italia. Lo conferma Giovanni Toti, consigliere politico di Silvio Berlusconi. “Sulla giustizia parliamo di un provvedimento insufficiente, oltre che sbagliato in alcune sue parti – spiega l’europarlamentare in un’intervista al Corriere della Sera – Il provvedimento sulla responsabilità civile dei magistrati è molto timido, mentre su autoriciclaggio, falso in bilancio e blocco della prescrizione la direzione presa dal governo va dalla parte opposta rispetto alle cose che noi diciamo da sempre”. Se su queste ultime “non ci sono dubbi”, che Forza Italia in Parlamento voterà no, per il resto “vedremo il testo. Non faremo nessun tipo di ostruzionismo“. […]

  2. […] delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, in un’intervista a Qn. Lo slogan “passo dopo passo” del premier Matteo Renzi “è il segno che dopo la scossa iniziale, che serviva per […]

  3. […] si erano chiesti che fine avesse fatto il tanto decantato “Sblocca Italia“. Il testo presentato a fine agosto dal premier Matteo Renzi in pompa magna non è ancora arrivato sul tavolo del Quirinale. Ma a rassicurare tutti ci ha pensato […]