•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 25 settembre, 2014

articolo scritto da:

Linea dura di Grillo e del M5S “Articolo 18 non si tocca”

articolo 18 non si tocca

L’articolo 18 non si tocca” a scendere in campo per la difesa dello Statuto dei lavoratori è questa volta Beppe Grillo in persona che sul suo blog si interroga sui motivi per i quali dobbiamo mettere mano alla riforma del lavoro. “Perchè ce lo chiede l’Europa… ma l’Europa, con rispetto parlando, può andarsene a fancuxo”.

“Qualcuno ci deve ancora spiegare le ragioni per cui togliere i diritti ai lavoratori come l’abolizione dell’articolo 18 possa far ripartire l’economia. Senza certezze un lavoratore investirà di meno, la banca gli negherà un prestito”, osserva Grillo che continua: “I lavoratori si sono guadagnati diritti minimi con decenni di lotte e non li cederanno alla massoneria o alle banche che hanno distrutto intere economie con la bancarotta della finanza del 2008”. Vogliono, continua il leader M5S “chiudere i buchi della finanza internazionale con la sottrazione dei diritti sociali”. Ma, avverte Grillo, “l’articolo 18 non si tocca”.

grillo articolo 18 non si tocca

GRILLO “NOI CONSERVATORI?NAPOLITANO DEPUTATO DAL ’53” – “Qualcuno ci prende per il culo parlando di ‘conservatorismi’ dopo che è stato mantenuto dagli italiani a fare il politico come deputato dal 1953”. Così Beppe Grillo nel post a difesa dell’articolo 18. Si vuole “trasformare i lavoratori in schiavi. E per farlo, da noi hanno messo lì un vecchio e un bambino” con riferimento a Napolitano e Renzi.

 

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Come si chiamerà il gruppo degli scissionisti Pd?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle Voluttà

#efamolostoflavio

#efamolostoflavio

Pubblicità

articolo scritto da:

Trackbacks

  1. […] paiono riconoscersi pienamente nella netta presa di (op)posizione dei parlamentari e di Beppe Grillo contro il jobs act, per difendere il diritto al reintegro, garantito appunto dall’articolo 18 dello Statuto dei […]