•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 4 ottobre, 2014

articolo scritto da:

Cuperlo riunisce a Bologna la sinistra politica, sindacale e parlamentare

Cuperlo che parla al microfono

Le parole di Renzi sul calo degli iscritti? “Non mi sono piaciute molto. Ma non voglio fare un processo alle intenzioni o alla singola frase. Non vorrei che dal partito solido fossimo passati al partito liquido per precipitare nel partito acido, dove si fanno battute con lo scopo di mettere in difficoltà l’interlocutore”. E’ un Gianni Cuperlo vispo, quello che inaugura l’assemblea nazionale di Sinistradem a Bologna. E aggiunge: “Se ci sono dei problemi nel tesseramento, affrontiamoli. Lavoriamo insieme per accelerare, per recuperare”.

GOVERNARE DAL BASSO – Cuperlo, sconfitto alle ultime primarie PD da Matteo Renzi, non condivide l’impostazione leaderistica data da quest’ultimo al partito. E lo fa notare senza mezzi termini, tirando nuovamente in ballo il calo degli iscritti: “Forse c’è una minore attenzione al partito. Il pericolo di ridurre e trasformare il partito in comitato elettorale permanente”. E ricorda: “Non si governa solo dall’alto, si governa anche dal basso. Un partito senza iscritti difficilmente è un partito, almeno per come lo abbiamo conosciuto noi. È un’altra cosa: puoi anche chiamarlo partito ma la sua natura cambia radicalmente”.

CUPERLO-FASSINA

JOBS ACT E SINISTRADEM – Cuperlo parla anche della riforma del lavoro, senza sbottonarsi: “Vedremo il testo finale e valuteremo”. E a chi parla di un dissenso al momento del voto, replica così: “Io credo molto nella disciplina di partito, penso che non ci possa essere un partito senza disciplina, credo che neppure possa esistere una disciplina senza partito”.Dall’ex presidente del PD arriva poi una battuta: “Ho visto che c’è un hotel Leopoldo e solo l’idea che noi organizziamo ‘il Leopoldo’ mi sembra una cosa straordinariamente carina”, facendo il verso alla Leopolda di stampo renziano. Cuperlo parla di SinistraDem e ne chiarisce l’essenza di associazione “che non è una corrente o una componente del Pd, è qualcosa che rivolgiamo a tutti, lo abbiamo infatti chiamato ‘Campo aperto'”.

GLI ALTRI INTERVENTI – Meno diplomatico l’intervento di Stefano Fassina, ex viceministro all’Economia, che boccia il Jobs Act: “Senza cambiamenti significativi non è votabile: resto fedele al mandato che gli elettori ci hanno dato per portarci in parlamento. Abbiamo grandi preoccupazioni perché la direzione imboccata sul lavoro va in direzione opposta, aggrava la precarietà, aggrava la recessione”. Bocciatura anche da parte dell’europarlamentare Sergio Cofferati, che considera il Jobs Act “un’idea regressiva del lavoro”. Durissimo invece il leader della Fiom, Maurizio Landini: “Penso sia il momento della responsabilità, del sentirmi dire che c’é solidarietà in questo momento me ne faccio il giusto. È il momento dell’azione: penso che quando si dice una cosa la si deve fare. È il momento della coerenza”. E poi aggiunge: “E’ come quando Cgil, Cisl e Uil dissero che la riforma Fornero sulle pensioni non andava bene, poi abbiamo fatto tre ore di sciopero. Abbiamo fatto una cavolata e la gente ancora ci dice che non abbiamo fatto niente per le pensioni”.

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

19 Commenti

  1. Francesco Silvano ha scritto:

    Mandatelo in forza italia a renzi alla casa padre!

  2. pls1942 ha scritto:

    TermometroPol : quando diranno qualcosa di nuovo?

  3. Mariaivana Occhini ha scritto:

    Vacci te con altri del tuo livello
    al loro posto …..ma per favore. ..che dire ,Renzi e compagnia ce la meritiamo.

  4. Guido Zaccaro ha scritto:

    Il PD?… Nessun problema se Renzi onestamente se ne va’nella casa che ha scelto.. in compagnia di chi’ragiona come lui…

  5. Pingback: Il premier Matteo Renzi da Assisi: "L'Italia va riparata" A Piazza Santi Apostoli manifestazione di SeL Civati e Vendola: "Mettere fiducia su Jobs Act sarebbe grave errore" - Termometro Politico

  6. Andrea Mascitti ha scritto:

    Mi volete far credere che il dalemiano Cuperlo sia più di sinistra di Renzi? Ahah

  7. Mariaivana Occhini ha scritto:

    …non mi pare che Renzi quando era in minoranza (ricordiamoci che con Bersani la prima volta le primarie le ha perse) taceva. Anzi non solo non ha taciuto ma ha anche agito…..non dimentichiamoci i 101 cecchini, che gli hanno permesso di essere dove è ora senza neanche la legittimazione del voto.

  8. Giulio Giliberti ha scritto:

    un PD ormai senza più una sua vera identità. Con tante anime mi hanno ‘mbriacato ‘e cervelle.

  9. Alessandro Agolini ha scritto:

    Più non capiscono niente piu parlano. A Renzi cacciali via se no rischiamo de rivedere sta gentaglia

  10. Saverio Lisco ha scritto:

    finalmente vi siete svegliati.ok avanti tutta.e in parlamento non votate piu’ con il pd.

  11. Fernando Giannoni ha scritto:

    Fanno le riunioni per tramare. La direzione non conta niente? Affidatevi a D’Alema e vedrete.

  12. Gianna Orofino ha scritto:

    In direzione si è votato? E allora? Ma finitela , Cuperlo Fassina , Bersani, D’Alema avete rottooooooo

  13. Angelina Di Gregorio ha scritto:

    Andate a lavorare i campi!

  14. Cosimo Ettorre ha scritto:

    Chiacchiere!Quando arriva il bonifico da 20 cucuzze al mese passano i dubbi!Cani

  15. Leana Ranzi ha scritto:

    la rovina del pd è il fiorentino che ha estromesso la sinistra per rifare la dc ,se a voi sta bene a me no non sono democristiana

  16. Sauro Ernest Ricci ha scritto:

    L’ulivello dalle secche foglie…..torna l’inverno e la vita muore…..il nulla contro lo zero assoluto………

  17. George Ross ha scritto:

    Ne fate un dramma per il calo degli iscritti come se fosse l’ ultima spiaggia per salvarci da questa crisi ! Ma gli italiani non glie ne frega di meno, se avete meno iscritti, basta che Renzi faccia le riforme e dovrebbero essere condivise anche da voi della minoranza invece provate a sfasciare il governo con le vostre vedute ma a noi non ci bastano ! Fate dei prospetti vostri sulla legge del lavoro e noi cittadini valutiamo quale e’ la migliore , ma fino a questo momento leggiamo solo da parte vostra che questa legge non si puo’ votare ? E la vostra proposta di legge dove’ …nel cassetto dei sogni ????

  18. Martino Amodeo ha scritto:

    Forza Cuperlo!! Tu hai le idee chiare …dici però’ cosa bisognerebbe fare e non solo quello che non va!

  19. Adriano Realdini ha scritto:

    Leana…..sicura d’aver letto e CAPITO quello che ho scritto? Temo di no! Non che mi importi più di tanto, ovviamente, ma prima di commentare meglio sarebbe capire prima di agire: possibilmente collegando il cervello 🙂

Lascia un commento