•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 10 ottobre, 2014

articolo scritto da:

Condanna Mediaset, Berlusconi dovrà vendere parte di Mediolanum

berlusconi

Fininvest dismetterà “la partecipazione in Mediolanum spa eccedente il 9,9% del capitale”. Questo si legge nella nota di stamane della holding berlusconiana in conseguenza delle disposizioni di Bankitalia. La decisione è stata presa “a seguito del procedimento relativo all’iscrizione di mediolanum nell’albo dei gruppi bancari- scrive la nota Finivest- e a seguito della sopravvenuta perdita dei requisiti di onorabilità in capo al proprio controllante indiretto Silvio Berlusconi, Banca d’Italia, d’intesa con Ivass, con provvedimento del 7 ottobre 2014 pervenuto in data 9 ottobre 2014”.

Finivest possiede circa il 35% di Mediolanum e dovrà dismettere l’eccedente, il 9,9%, cioè circa il 20%. La dismissione “potrà avvenire anche mediante il conferimento in un trust ai fini della successiva alienazione a terzi entro 30 mesi dalla data della sua istituzione”. Come citato nella nota, l’amara ma obbligata disposizione segue ad una direttiva della Banca d’Italia. Il Testo unico bancario, infatti, prevede che chi attraverso il proprio voto può influire sulla gestione dell’azienda deve avere dei “requisiti di onorabilità”, cioè non deve avere condanne penali. E, dal primo agosto 2013, sulla testa dell’ex Cavaliere pesa la condanna a quattro anni per frode fiscale sui diritti Mediaset.

mediolanum

Mediolanum risponde a stretto giro con un’ulteriore nota, prendendo atto “del comunicato stampa di Finivest” e assicurando che la società “mantiene e persegue la sua stabile e consolidata presenza nel mercato” proseguendo “la sua attività nel rispetto delle strategie e dei principi che hanno sempre contraddistinto questo gruppo”. Ma l’affetto nei confronti di Silvio Berlusconi, non verrà mai a mancare: “In virtu’ del consolidato rapporto tra la famiglia Doris e Silvio Berlusconi esprimiamo totale solidarieta’ a quest’ultimo anche in questa circostanza”.

La corrispondenza di amorosi sensi, però, non poteva non concludersi con le parole di Ennio Doris, amministratore delegato di Mediolanum, che ha avanzato l’ipotesi di acquistare “un po’ di punti percentuali” della società, ma evitando comunque un’Opa (offerta pubblica di acquisto). “Spero che tale quota rimanga nell’ambito della famiglia Fininvest-Berlusconi” ha concluso Doris alle agenzie “perché anche da consulente di investimenti le prospettive di Mediolanum sono molto, molto positive”. Intanto al giro di boia di metà seduta, le azioni Mediolanum hanno lasciato per strada il 3% a 5 euro.

Giacomo Salvini

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

Donnie Trumpo

Donnie Trumpo

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

7 Commenti

  1. G.b. Perazzo ha scritto:

    Ha perso l’onorabilità….
    per la finanza è un requisito fondamentale…. per la politica e la ggggente non conta niente….

  2. Andrea Agresti ha scritto:

    Diciamo che se fossimo in un paese normale dovrebbe vendere pure il pisello finto che ha, o in alternativa uscire dalla scena politica, ma essendo appoggiato dalla mafia…..

  3. Danilo Mc Ustad Odisio ha scritto:

    Liberticidio! Attentato alla proprietà privata! Toghe rosse…ecc,ecc

  4. Robert Mc Klusky ha scritto:

    Berlusca molla tutto ,le imprese lasciale fare a quella marmaglia rossa di fancazzisti ,questo paese se lo meriterebbe……io sono già in Svizzera.

  5. Fabio Bianchi ha scritto:

    Beh però può tenerla senza diritti di voto

  6. Luisa Bacocchia ha scritto:

    non vende proprio niente la passerà ai suoi figli

  7. Mario Lanza ha scritto:

    restaci,di feccia destrorsa ce n’e’ anche troppa nel belpaese.

Lascia un commento