•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 20 ottobre, 2014

articolo scritto da:

Ministro Padoan ospite di Annunziata: “800mila posti di lavoro in tre anni”

Oggi la legge di Stabilità approda al Quirinale. Pier Carlo Padoan, Ministro dell’Economia, intervistato ieri a In mezz’ora da Lucia Annunziata, ha rassicurato tutti: “Siamo in regola”. Confortato dal parere dei colleghi europei e anche dal rapporto deficit-Pil che, come lui stesso sostiene, continua a scendere. Ha inoltre aggiunto: “Stiamo all’interno delle regole e del Patto di Stabilità”. Padoan si è detto sicuro dei tempi e dell’appoggio del Parlamento. Su quest’ultimo ha aggiunto: “Deve dire la sua ed è giusto che dica la sua”.

È una manovra compatta. Ogni anello di essa è strettamente legato a quello che lo segue: “Modificandola l’efficacia complessiva verrebbe meno”.

padoan

L’anno di svolta individuato è il 2015: ritorno alla crescita e aumento dei posti di lavoro. Sollecitato sull’ipotesi di un Pil al di sotto dello 0,6%, il ministro ha affermato: “Se il Pil non cresce il quadro di finanza pubblica ovviamente si deteriora”. E aggiunge che non ci sarà bisogno di nessuna manovra correttiva.

Sugli sgravi fiscali per i neoassunti ha dichiarato: “Nessuno ha la misura di quanti possono essere i contratti a tempo indeterminato. Immaginiamo 800 mila posti di lavoro in tre anni, ma potremmo anche sbagliarci per difetto”. Lancia poi un messaggio agli imprenditori: “Ci sono sgravi molto significativi, lo ha detto anche Squinzi. Adesso investite e create occupazione”.

In risposta alle polemiche riguardo l’aumento della tassazione sui fondi pensione, Padoan ha sottolineato che non è per nulla inferiore a quello che si è verificato per altri tipi di investimento in attività finanziarie.

È un adeguamento del trattamento riservato agli investimenti del risparmio ai valori medi europei. Il ministro ha ribadito poi che, con la Legge di Stabilità, l’unica fascia a rimetterci sarà quella delle persone che hanno lucrato sugli sprechi. Inoltre: “Smetteranno di guadagnarci gli evasori fiscali. Che pagheranno mentre non hanno mai pagato”.

Il Paese è bloccato da almeno due decenni, sostiene Padoan. La responsabilità di questo è diffusa e lancia un monito: “Responsabilità forse anche dei sindacati”. È una risposta, quella del ministro, a quanto dichiarato dalla Uil nei giorni scorsi. Attraverso le parole del segretario generale aggiunto Carmela Barbagallo, il sindacato fa sapere che non rispetterà i limiti previsti per gli scioperi nel settore dal momento che lo Stato non rispetta gli accordi.

Felice Tommasino

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

Lascia un commento