•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 25 aprile, 2014

articolo scritto da:

M5S, Grillo lancia inno per le elezioni europee ‘I pugni sul tavolo’

Si chiama ‘I pugni sul tavolo’ ed è l’inno lanciato dal blog di Grillo e dal Movimento 5 Stelle per le elezioni europee.

“Questa Europa è una Europa che si nutre umiliando i deboli con leggi tutte sangue e lacrime mentre i loro conti in banca salgono”. È una ‘video canzone partecipata’ quella che Beppe Grillo ha scelto come inno del M5s per le europee: ‘I pugni sul tavolo’, scritta e musicata da Felice Marra.

Sul blog di Grillo è stato caricato il video della canzone, in cui attivisti e militanti cantano sbattendo letteralmente i pugni sul tavolo. Inoltre, il blog sollecita i ‘selfiè su Twitter dei militanti con i pugni sul tavolo e l’hashtag #pugnisultavolo. Il tutto abbinato allo slogan, che chiude anche la canzone, ‘vinciamo noi’.

movimento 5 stelle simbolo beppe, dacci il simbolo

Tra le strofe dell’inno, “questa Europa è una Europa che non smette di mostrarsi fragile nei suoi concetti e nei suoi perché, si dimostra totalmente instabile. Non ha senso questa unione sterile che si basa su finanza e debiti dove i popoli sono dei numeri come indici di borsa e spread”. E ancora, “ora voglio muovermi e fare in modo di coinvolgere anche te e sbatterò i miei pugni su quel tavolo e urlerò tutta la rabbia che c’è in me”; “metteremo il loro regno in bilico che alla fine crolla e vinciamo noi”.

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

68 Commenti

  1. Trebbia Er ha scritto:

    Pensavo “Faccetta nera”

  2. Federico Quattranni ha scritto:

    I pugni sul tavolo fino a che non c’è da magná sopra

  3. Manuela Franchini ha scritto:

    chiedo scusa…ma oltre all’inno, c’e anche il programma per l’europee? oltre a levare il fiscal compact (che non è nemmeno di competenza del parlamento europeo..) ed un generalizzato “rivedere tutti i trattati”, ma esiste un programma???

  4. Stefano Galatolo ha scritto:

    Menomale che grillo c’e’. . .

  5. Salvo Marino ha scritto:

    Il programma c è basta volerlo cercare, esiste google 😉

  6. Salvo Marino ha scritto:

    Forza 5 stelle!

  7. Antonio Izzo ha scritto:

    mavaffanculo

  8. Domenico Bianco ha scritto:

    alla fine resterà solo le note di una canzone

  9. Andrea Trigolo ha scritto:

    Lo canteranno come soldatini lobotomizzati, com’è stato finora con lo sfiancante “vinciamonoi”

  10. Franco Cannavacciuolo ha scritto:

    anche Borghezio sbatte i pugni sul tavolo….

  11. Massimo Romano ha scritto:

    Neanche una riga sul 25 Aprile…..un movimento che si basa solo sull’odio, mi chiedo come chi si definisce di sinistra possa solo pensare di votarlo…

  12. Manoah Cammarano ha scritto:

    C’è il copyright del PD su quella

  13. Trebbia Er ha scritto:

    Sì? In quella dei Grillini c’è pure qualche battuta divertente sulla shoa?

  14. Manoah Cammarano ha scritto:

    Trebbia perchè non me ne citi almeno una? visto che ho letto di tutto ma l’unica cavolata che ho letto è stata nelle affermazioni di miss Boldrini rottermaier

  15. Trebbia Er ha scritto:

    P2 macht Frei è sufficiente? Parlare di dittatura sobria è sufficiente? Dire “Italiani!” (con un tono particolare) basta? Altrimenti possiamo parlare di metodo fascista (e dunque nazista, fu Hitler ad ispirarsi a Mussolini, non viceversa)

  16. Manoah Cammarano ha scritto:

    Perchè esiste una sinistra in Italia?
    Se si, quali sarebbero i valori che la dovrebbero rappresentare?

  17. Manoah Cammarano ha scritto:

    mi sembri tanto un esaltato a dire il vero…Non vedo nulla di tutto quel che dici… quando vauro fece satira sui cancelli dei campi di concentramento com’è che nessuno gli ha dato del nazista?

  18. Alessandro Bonasera ha scritto:

    L’ennesima inutile stronzata. Andate a lavorare per cortesia.

  19. Massimo Romano ha scritto:

    Si può benissimo affermare che la sinistra in Italia ha fatto degli errori ma identificarla con un movimento proprietà privata di una persona (chiunque essa sia) e di un’agenzia di marketing che lo gestiscono in modo patronale è assurdo. Vorrei cmq. far notare che nell’ultimo DEF si alzano le tasse sulle rendite finanziarie (erano anni che se ne parlava ma Berlusconi ha sempre bloccato tutto) e si danno 80 € in busta paga ai lavoratori…. questo è di destra ?

  20. Trebbia Er ha scritto:

    L’esaltazione me la tengo per i concerti rock, qui si parla d’altro. Comunque, amico mio, cosa ti fa pensare che abbia appoggiato Vauro? Per caso ricevi informazioni dal microchip che ho sottopelle?
    In ogni caso, ed è già stato detto, Vauro non è un personaggio polico, è un vignettista, Grillo pretende di essere un politico. Sebbene non abbia gradito la vignetta di Vauro il peso della cosa è completamente diverso se lo avesse fatto Bersani o, peggio ancora, Alemanno. Immagina il presidente Obama fare satira sul Ku Klux Clan tanto per capirci. E’ ovvio è che un personaggio di colore vestito come il Ku Klux Clan è un paradosso satirico se lo fa un comico, diventa inquietante quando lo fa un personaggio con un potere politico (e nel caso di Obama anche esecutivo e militare) maggiore di una persona qualsiasi. Passerebbe il messaggio che “tutto sommato se lo fa un mio rappresentante lo posso fare anch’io”.

  21. Diletta Fornari ha scritto:

    ragazzi è inutile dialogare con i grillini.. non hanno nessuna memoria storica e la maggior parte sono nostalgici. Uno con cui discutevo ha definito il 25 aprile una “festa di merda” e si è pure offeso quando gli ho dato del fascista. Non c’è speranza

  22. Massimo Romano ha scritto:

    In 20 anni Berlusconi ha letteralmente distrutto questo Paese, in tutti i modi in cui poteva essere distrutto. Dal punto di vista economico, politico, della giustizia e sociale; e proprio la perdita di valori avuta, soprattutto tra i giovani, è alla base del fenomeno Grillo. In un Paese con una maggiore cultura politica e storica un simile fenomeno sarebbe impossibile……i piraten tedeschi si sono ridotti a cifre da prefisso….

  23. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Dov’è la satira sulla shoah? Ma l’hai letto il post di Grillo o parli per sentito dire?

  24. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    In questi 20 anni il PD ha fatto finta di opporsi a Berlusconi e, ora, con Renzi, lo sta copiando nei modi e nei programmi. Ma di cosa parlate?

  25. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    In un paese con una maggiore cultura politica e con cittadini più informati non ci sarebbe stata una classe politica indecente come quella espressa dal cdx e dal csx. E, quindi, il M5S non sarebbe stato necessario

  26. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    A proposito di lobotomizzati … Come definiresti gli elettori di un partito che, per 20 anni, chiede il voto ”contro’ Berlusconi proclamando la sua diversità e poi, quando Berluscooni viene condannato in via definitiva, ci fa un governo assieme e lo trasforma in padre costituente?

  27. Livio Felici ha scritto:

    Ma va a cagare e fai qualcosa di buono. Governare non e lanciare anatemi

  28. Andrea Trigolo ha scritto:

    Dimenticavo… Gli attacchi al Pd. Tanto il Pd fa, voi fate gridare a Di Battista a favore di telecamera “Gli italiani hanno fame e voi gli avete rubato il pane!” Bravi. Quaraquaqua siete.

  29. Gloria Moretto ha scritto:

    CARO PAOLO D ‘EUGENIO sei tu che non hai capito la scemata che hs scritto GRILLO,,,,,,se lui dice SALTA VOI SALTATE!!!!!!!!

  30. Andrea Trigolo ha scritto:

    Parlate come una setta. Ci tollerate perché non siamo “informati”. A voi chi vi informa (o dovrei dire “forma”)? Il Sacro Blogghe?

  31. Trebbia Er ha scritto:

    Il post l’ho letto (la frase comunque era nell’immagine non nel post), tu l’hai letto? Nel senso: lo hai letto veramente ho ti sei detto, mentre lo leggevi “questa cosa ha senso perchè è scritta sul blog di Grillo?”. Le parole scritte lì non hanno alcun significato intrinseco, lo acquistano soltanto perchè è stato Grillo a scriverle (o chi per lui) e le hai contestualizzate nella tua idea della società e della politica. Poi prendere quel post, fare qualche lieve modifica e adattarlo a qualsiasi condizione socio/economica. Questo vuol dire che è sempre vero? No, vuol dire che è solo uno strumento di propaganda. Sai chi diceva frasi senza senso a folle adoranti usando una retorica altisonante e priva di significato? Mussolini…

  32. Salvatore Ciriolo ha scritto:

    Una parola, Beppe… una sola parola sul 25 Aprile!

  33. Steven Louis Passalacqua ha scritto:

    Certo, il PD fa…… i favori alle banche……

  34. Andrea Trigolo ha scritto:

    Sì e voi li fate alla fondazione Casaleggio.

  35. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Io guardo ai fatti di questi ultimi 20 anni

  36. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Il PD fa? Cosa?

  37. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Qualcuno ha cantato ‘bella ciao’ mentre votava un favore alle banche imponendo la ‘ghigliottina’. Quella come la chiami? E lo stesso qualcuno vuole approvare una legge elettorale fatta con un pregiudicato e un bancarottiere che consentirebbe anche ad un partito col 20% di avere il 55% nell’unica camera elettiva perché l’altra la vogliono svuotare di poteri. È parlate di ‘fascismo’? Continuate a guardare le pagliuzze …

  38. Andrea Trigolo ha scritto:

    Inizia a rispondere, voi che siete gli eletti che hanno l’informazione vera, quanto guadagnano Grullo e Casaleggio dai click ai tzetze, il blog etc

  39. Andrea Trigolo ha scritto:

    Salvatore meglio che non scriva o ci esce fuori che un Di Maio o un Di Battista sono i nuovi partigiani. Per carità, taccia

  40. Trebbia Er ha scritto:

    Di quale pagliuzze parli? Credi che il metodo attraverso il quale si ottiene il consenso sia una pagliuzza? Nello specifico:
    1) La scrittura della legge elettorale fu proposta prima al 5 stelle che a forza Italia. Il movimento del “cambiamo tutto” ha detto “no, grazie”
    2) L’ipotesi da te fatta è un estremo, anche poco plausibile, ma tant’è. Il partito che non vuole partecipare alla discussione è quello che voti tu.
    3) Lo sai qual’è la differenza tra “dittatura” e “democrazia”? Non è il consenso. Gheddafi aveva l’appoggio della maggior parte della popolazione, per questo governava, ma era lo stesso un dittatore. La dittatura nasce nel no riconoscimento della parte politica opposta, nel non ritenere che questa rappresenti legittimi interessi di parte della popolazione. Quello che fa il 5 stelle no?
    Non pretendo che tu mi dia ragione, dubito fortemente del tuo senso critico, ma magari evita di parlare a vanvera. Se non sai cosa dire precisamente non ripetere a pappagallo che che hai sentito e mal compreso. Stai zitto.

  41. Pierfrancesco Catapano ha scritto:

    si, in 19 nel gruppo misto con fronte nazionale e alba dorata. Ogni voto alle destre è un regalo ai popolari e alla Merkel e alla politica di austerità. Vota utile, vota altra europa con Tsipras

  42. Maria Cristina Sequi ha scritto:

    non piace

  43. Lucio Laurenza ha scritto:

    Siamo a livello di “menomale che silvio c’è”

  44. Angelina Di Gregorio ha scritto:

    Ci mancava pure la canzoncina del M5S… Dopo averla letta, mediocre come testo, ho capito perché Grillo tuona contro gli 80 euro: non vuole che i dieci milioni di Italiani abbiano le anime corrotte dal dio denaro! Ma se il denaro gli fa così paura, perché non rinuncia ai suoi milioni di euro e segue le orme di San Francesco?
    ” E sbatterò i miei pugni su quel tavolo
    e urlerò tutta la rabbia che c’è in me
    E lotterò con le mie forze contro il diavolo
    del dio denaro che ha corrotto le anime”

  45. Filippo Fior ha scritto:

    brrrrr… Incredible come questa setta riesca a farmi inorridire sempre più. ..

  46. Piero Ermini ha scritto:

    Sulle palle veli dovete tirare i pugni pagliacci fascisti

  47. Piero Bazzoni ha scritto:

    Almeno fanno qualcosa di concreto oltre a scaldare le poltrone del parlamento.

  48. Giorgio Graffieti ha scritto:

    ma solo a me questa esibizione muscolare fa venire a mente un clima da “marcia su Roma”?

  49. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    1) sei disinformato. O fazioso. Il M5S votò, prima della sentenza della corte cost. La mozione Giachetti per il ritorno al mattarellum. Fu il PD a votare contro perché il compagnuccio PDL non era d’accordo. Poi il M5S chiese di discutere in Parlamento le proposte che già c’erano e quella che stavano elaborando in rete ma il PD aveva ‘fretta’. Non si poteva aspettare. Bisognava fare la legge entro marzo. E fece l’accordo col pregiudicato. Tanta era la fretta che La legge elettorale ancora non c’è. Ma ancora credi alla favoletta di un povero PD costretto a fare accordi col nano per colpa del M5S!?!

  50. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    2) L’ipotesi non è affatto “estrema”. Visto che, per entrare in Parlamento, un partito fuori da una coalizione deve prendere l’8% e uno dentro “solo” il 4,5%, tutti i partitini saranno spinti a coalizzarsi con un partito più grande. Quindi, se – poniamo -FI riesce a formare una coalizione con la miriade di cespuglietti del cdx (Lega, NCD, Fratelli d’Italia etc.) potrebbe benissimo succedere quello che dico io. E comunque, il fatto stesso che sia possibile rende l’Italicum una “porcata” forse peggiore del Porcellum e incostituzionale come il Porcellum che è stato dichiarato tale proprio perchè non fissava una soglia minima sotto la quale non scattava il premio di maggioranza. E tralascio il problema delle liste bloccate …

  51. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    3) La differenza tra dittatura e democrazia è anche nell’esistenza di regole a tutela di tutti. Nel fatto che governa chi ha ottenuto il consenso della maggioranza dei cittadini. Nel fatto che nelle istituzioni siano rappresentative (e non ne sia tenuto fuori chi ha tanto consenso nel paese) che ci siano garanzie per le minoranze e strumenti per evitare abusi della maggioranza. Nel fatto che ci siano sempre maggiori strumenti di partecipazione (referendum propositivi, obbligatoria discussione delle proposte di legge popolare) dei cittadini al governo del paese. In particolare quando, come è adesso, il luogo delle decisioni si è sempre più spostato in organismi sovranazionali e non elettivi. Rispetto a tutto questo, il disegno che emerge dalle pseudo-riforme piddine-forzaitaliote (abolizione del voto per il Senato e delle sue competenze, legge ultra maggioritaria per l’unica camera che tiene fuori persino chi prende il 7,9% dei voti e “premia” con il 55% chi magari ha preso il 20%) è inqietante e, davvero, pericoloso per la democrazia. E non lo dicono i grillini. Lo dicono eminenti e stimati esponenti della sinistra (zagrebelski. Rodotà) che, prima dell’ubriacatura per il nuovismo Renziano, erano molto ascoltati e che ora vengono insultati e irrisi da gentucola che non vale un loro pollice (tipo le Boschi o gli Speranza).

  52. Domenico Lanfranchi ha scritto:

    Siamo ancora agli inni! E questo sarebbe il movimento “nuovo”? Ma per piacere!

  53. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Per farti un esempio della “faciloneria” con cui i renzuscones stanno affrontando questioni fondamentali per la democrazia, ti ricordo che la costituzione prevede, per le riforme costituzionali, una maggioranza dei 2/3 o, in mancanza, anche il voto della sola maggioranza ma, in questo caso, la necessità di un referendum. Procedimento che permise di bloccare la riforma del cdx del 2006 (quella a cui il PD dell’epoca si oppose per le stesse ragioni evocate oggi da quelli che lo stesso PD oggi definisce “professoroni”). Bene. Quei 2/3 erano stati previsti quando la legge elettorale era proporzionale e, quindi, ai 2/3 del Parlamento corrispondevano i 2/3 dei consensi “veri” nel paese. Oggi, visto che questo Parlamento è frutto del porcellum, la riforma del Senato (come qualsiasi altra riforma costituzionale venisse in mente ai geni renziani e forzaitalioti) potrebbe passare con i 2/3 dei voti parlamentari e, quindi, senza necessità del referendum confermativo … anche se a quel 2/3 dei seggi non corrisponderebbero affatto i 2/3 dei voti. Perchè il PD ha la maggioranza assoluta alla camera pur avendo preso solo il 25%. E questo problema si riproporrebbe anche con l’Italicum. Visto che parli di democrazia .. ti sembra un problemino da poco?

  54. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    I “guadagni” sono pubblici. Lo sai che le società devono pubblicare i bilanci? Lo sai che, se vuoi, puoi andare a vedere le dichiarazioni dei redditi di chiunque? Allora basta andarseli a vedere e, se li si ritiene falsi, denunciare il tutto all’agenzia delle entrate. Comunque, se anche guadagnassero 1milione qual è il problema? Sono soldi pubblici? Sono soldi che passano da privati a privati e che vengono utilizzati per finanziare un movimento politico che rifiuta il finanziamento pubblico. Lo facessero anche gli altri si risparmierebbe parecchio.

  55. Trebbia Er ha scritto:

    Siamo arrivati all’ultima risorsa del ciarlone? Lo spam? Piantala, sei patetico. Fai onore alla propagnada di Goebbles

  56. Francesco Fanale ha scritto:

    E quello sarebbe un programma? Quella sembra più una lista della spesa, con dentro cose che con l’europa non c’entrano un cazzo. Siamo bravi tutti a farla così, ma per ogni punto andrebbero indicati i fondi per poterlo attuare. E anche l’alternativa. Appunto, un programma di attuazione.

  57. Andrea Trigolo ha scritto:

    Sono soldi che si fanno grazie ai vostri click. Un bel modo per ripagarsi la “vera informazione”, tipo: “Vergogna, guarda cosa ha fatto la Boldrini!”
    Quanto ai guadagni, non sono ferrato, mi puoi girare un link dove si vedano i profitti ricavati dal blog e dalle altre cosette della Casaleggio? Te ne sarei riconoscente.

  58. Massimo Romano ha scritto:

    Paolo non tutti i partiti sono come FI o il M5S con dirigenti sempre uguali e non intercambiabili…. sicuramente la sinistra ha fatto degli errori (anche se doveva contrastare un impero mediatico, che non aveva scrupoli ad acquistare senatori per fare cadere i governi) ma la classe dirigente di oggi è totalmente rinnovata. Renzi o la Boschi all’epoca erano al liceo 😀 …Grillo invece era in Rai…. 😉

  59. Maffei Luigi ha scritto:

    hahahhahh tutto li? Che programmone!! 7 punti e basta .. ma propio sette punti ! E’ peggio del programma programma dell elezione x il presidente del circolo bocciofilo!!

  60. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Vedo che non sai rispondere. Solo slogan da quattro soldi. Quando si va nel merito … scappi

  61. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Allora, visto che sei ignorante, evita di dire boiate o di parlare come se si trattasse di cose oscure o segrete. I bilanci di una società si trovano depositati presso la camera di commercio. Vai e procurateli. Ma pensa te!! Sostieni partiti che si beccano milioni di soldi pubblici chiamandoli “rimborsi” anche se sono totalmente slegati da quello che hanno speso … e che malgrado questo fanno le creste su tutto … e parli “scandalizzato” degli incassi di Grillo?!?!?

  62. Trebbia Er ha scritto:

    Io? Era necessario fare 4 post separati e logorroici? Lo hai fatto solo per mandare a puttane la discussione (nessuno a parte me si metterà a leggere le lunghe idiozie che hai scritto – copia/incollate per giunta). Ribadisco: usi una tecnica ben nota nella manipolazione dei media, la inventò Goebbels il noto gerarca nazista, non uno scemo qualsiasi.
    Sulla legge elettorale hai copia incollato Travaglio che, nel caso faceva un esempio estremo che tu hai confuso come unica possibilità. Esiste anche la possibilità che la tua passi attraverso la sedia dove sei seduto, ma una eventalità decisamente improbabile. Per questo eviti di comperare sedie?
    La legge elettorale fu offerta ai 5 stelle ben prima che ha Berlusconi. Renzi disse “facciamo la legge ed io rinuncio ai rimborsi”. Un trappolone, ma l’unica mossa per uscirne sarebbe stato sfidare Renzi sul contenuto della legge. Grillo ha detto no per non privarsi un argomento da campagna elettorale.
    La differenza tra dittatura e democrazia è il riconoscimento dei diritti della parte politica opposta, non come un covo di malfattori ma come i rappresentanti di interessi economico/sociali legittimi, diversi o anche opposti ai propri. La struttura dello stato è atta a garantire questo e lo è per una ragione molto semplice: quando la costituzione fu fatta si rese necessario rendere impossibile un ritorno al totalitarismo. L’orientamento antidemocratico di Grillo e Casaleggio è evidente in questo: “la costituzione fa schifo” “il presidente della repubblica è illegittimo” “il governo è illegittimo” “il parlamento è illegittimo”…etc…l’unica “istituzione che riconoscono è il poco chiaro blog di Grillo e l’assai meno chiara piattoaforma di voto di Casaleggio. Il male sarebbe ovunque ma non lì. Sempliciotti.

  63. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Dunque zagrebelski e rodota sarebbero goebbelsiani? Hai superato il ridicolo con queste elucubrazioni da paranoico. FI 20% Fratelli d’Italia 4,4 N.D 4,4 Lega 4,4 cespugli vari 4% … totale 37%. FI al 55%. E’ così assurda come possibilità? Su tutto il resto taci. E spari accuse a casaccio. Sei il tipico piddino. Il partito ti indica un nemico … e tu segui. Prima era B.. Poi, siccome ci hai fatto un governo insieme e ora pure le riforme, B non è più il diavolo e il nuovo nemico è diventato Grillo. Tutto già visto. P.S.: Grillo è pericoloso perché scrive P2 macht frei … Berlusconi che se ne esce come se n’è. Uscito oggi, invece, resta un valido padre costituente.

  64. Trebbia Er ha scritto:

    Ma sai leggere almeno? Soffri di analfabetismo funzionale o di delirio interpretativo della realtà?

  65. Alessandro Bonasera ha scritto:

    E basta co’ sta fesseria

  66. Salvatore Caputo ha scritto:

    …ma quando finiranno le pagliacciate?

  67. Giorgio Graffieti ha scritto:

    “Se Benito tira dritto
    Prenderemo anche l’Egitto,
    se ci manca la farina
    prenderemo anche la Cina
    Sia allungato lo stivale
    Fino all’Africa Orientale”… lo stile mi sembra questo… 🙂

Lascia un commento