•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 14 febbraio, 2015

articolo scritto da:

Libia, Gentiloni: “Italia pronta a combattere”. Berlusconi dice sì

malore gentiloni

Libia, Gentiloni: “L’Italia è pronta a combattere”. I miliziani jihadisti avanzano. Ora anche Sirte, città che nel 1912 era stata occupata dagli italiani in seguito alla guerra italo-turca, è in mano all’Isis. La distanza tra il capoluogo libico e le nostre coste è tutt’altro che proibitiva. Il ministro degli Esteri Gentiloni, allarmato, ha già dichiarato che, se dovesse fallire la mediazione dell’Onu, siamo “pronti a combattere, in un quadro di legalità internazionale”. Poiché in questo caso, bisognerà pensare “con le Nazioni Unite a fare qualcosa in più”.

Gentiloni: “La situazione si sta deteriorando”

Sulla mediazione in corso, il titolare della Farnesina ha aggiunto: “Sosteniamo la mediazione dell’Onu, ma la situazione si sta deteriorando”. Insomma, l’Isis si avvicina sempre di più alle coste italiane. Minacce più o meno indirette sono già arrivate a Roma. A riguardo il ministro Gentiloni chiarisce: “Per ora sono farneticazioni propagandistiche quelle che parlano della bandiera dell’Isis su San Pietro, ma sono farneticazioni che non possiamo sottovalutare”.

Ipotesi combattenti Isis tra i migranti

L’allarme lanciato dagli analisti è che dallo “Stato fallito”, come lo ha definito Gentiloni, possano partire combattenti dell’Isis. Questi potrebbero infiltrarsi tra gli innumerevoli disperati che lasciano la Libia per raggiungere le coste italiane. Intanto l’Ambasciata italiana ha suggerito ai connazionali di lasciare “temporaneamente” la Libia. Gli italiani nel paese nord africano sono ancora tanti. Tra questi vi sono i dipendenti dell’Eni. L’ente in merito ha fatto sapere che il suo personale è circoscritto “ad alcuni siti operativi offshore”.

isis

Berlusconi dice sì a intervento militare

La posizione del governo è condivisa da Silvio Berlusconi. “Accogliamo con favore l’intento del governo di non abdicare alle responsabilità che ci derivano dal ruolo che il nostro paese deve avere nel Mediterraneo” scrive Berlusconi in una nota. “Un intervento di forze militari internazionali, sebbene ultima risorsa, deve essere oggi una opzione da prendere in seria considerazione. L’Italia – prosegue Berlusconi – non può tollerare la minaccia derivante dall’esistenza di un califfato dichiaratamente ostile alle proprie porte, sulle coste di uno Stato, la Libia appunto, ormai totalmente fuori controllo e distante poche centinaia di chilometri dalle nostre coste”.

Sondaggio ius soli

Sondaggio ius soli

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

La ricetta di Orlando

La ricetta di Orlando

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

37 Commenti

  1. Lamberto Giusti ha scritto:

    non dire scemate, Gentiloni, ricordati il mazzo che ci hanno fatto da quelle parti ogni volta che abbiamo fatto i “duri”…

  2. Luca Lodi ha scritto:

    Ecco spiegato il perchè dello shopping militare…e allora Gentilò, vestiti e parti…CHI VUOLE LA GUERRA DEVE ANDARE IN PRIMA LINEA, QUESTA E’ ETICA, altro che leggi e codici inutili

  3. Giorgio Tosi ha scritto:

    la lingua in mezzo ai denti mai….oppure contare fino a dieci prima di dire stupidate….o la scuola del bullo di firenze ha già contagiato le menti meno lucide?

  4. Ignazio Angione ha scritto:

    vai avanti a noi viene da ridere

  5. Pietro Favaro ha scritto:

    è una GUERRAAAAAAAAAA, è una GUERRAAAAAAA … e allora chi ci va a combattere ?????

  6. Nico Ros ha scritto:

    Ma questo cretino dove vive , non abbiamo più un becco di soldo; addestramento? .20 cartucce all’anno forse…..

  7. Francesco Pruneddu ha scritto:

    Siamo un popolo senza coglioni perché basterebbero 2 ordigni e il problema sarebbe risolto speriamo ci pensi PUTIN…con i BARBARI non ci vogliono parole ma ordigni ATOMICI

  8. Ginotto Ragosta ha scritto:

    embe’ se dovesse essere cosi’ dovremmo dare man forte ai combattenti invasori figli di annibale contro i figli di mignotta italioti. gli italiani onesti non riescono a fare giustizia.e ad avere giustizia; foss’ca foss la vota bbona?

  9. Eugenio Policriti ha scritto:

    a scemo ma chi viene a combattere a guerra fattela tu che fai armiamoci e partite? e no bello armati e parti da solo

  10. Piero Bisicchia ha scritto:

    Stavolta ha ragione

  11. Mario Pieraccini ha scritto:

    comincia a combattere tu….

  12. Andrea Temperini ha scritto:

    E che devo pensá?….che in 5000 dove cazzo andiamo? Che bisognerebbe farsi i cazzi propri? Che dobbiamo mandare vaffanculo francesi tedeschi e americani? Tutte e tre le cose.

  13. Enzo Catania ha scritto:

    Manda a quello stronzo di Piersilvio nano di merda

  14. Alan Ford ha scritto:

    I nostri soldati usiamoli per eliminare mafia e ndrangheta.

  15. Roberto Tempestini ha scritto:

    ……Ma piantala…..sei patetico…!!!

  16. Caterina Aleotta ha scritto:

    Berlusconi? Il condannato? Colui che non è più nessuno? C’è o no in governo? Perché Berlusconi? Gentiloni vai avanti che magari qualcuno ti segue! VERGOGNATEVI!

  17. Cara Valentina ha scritto:

    Ma vacci tu e immolati per l’ItaGlia, callone… Fai solo ridere i polli, tu e tutti quelli come te.

  18. Miky Isola ha scritto:

    L’Italia ripudia la guerra vige ancora la Costituzione o siamo già tornati in una dittatura.? Chi paga e a chi giovano queste avventure neo coloniali? Non certo al popolo italiano che piangera i morti e pagherà altre tasse. Inoltre con il passato di crimini contro l’umanità di cui si macchio l’italia contro il popolo libico é completamente folle tornare in libia. Inoltre Isis e affini hanno mandanti intoccabiki i petro tiranni del sud arabia amici degli usa. Con questi traditori faremmo solo ammazzare invano i nostri soldati. Stiano attenti perché la guerra potrebbe essere il loro ultimo errore.

  19. Enina Cocco ha scritto:

    Ci vada lui… ogni volta che si interviene si peggiora la situazione per arricchire i soliti porci sono sempre i poveracci a pagare

  20. Pasquale De Maria ha scritto:

    NON SA COSA DICE ………………………………………………

  21. Giuseppina Congiusta ha scritto:

    Ma quando si deve combattere dovete essere voi politici i primi a partire, così si fa la guerra, non mandando poveri ragazzi a morire in libia

  22. Marcello Ravasio ha scritto:

    Bene date i elmetto e moschettone a Gentiloni e Berlusconi e metteteli su una scialuppa per la Libia

  23. Roberto Merangoli ha scritto:

    Prima creano succubi e alleandosi con la Francia in primis e poi con gli Stati Uniti e ora fanno i fichi e annunciano con il culo degli altri… bel modo di fare politica questa.. fenomeni!

  24. Valentina Fabi ha scritto:

    Nnnnoooo!!!!

  25. Giovanni de Caprio ha scritto:

    Ahahah……siamo pronti a combattere…….questo e un altro da mandare a zelig

  26. Bruno Dezi ha scritto:

    non aver sparato sugli scafisti e aver fatto marcia indietro alle loro minacce è chiara ed ennesima prova del favore italiano per il programma di ‘invasione procurata’ cui stiamo assistendo, primo caso nella storia dei popoli. Ma qualche volta mi domando se alla sinistra e santa madre chiesa unite e compatte come non mai non sia dato di volta il cervello. Se arrivano quelli giuro che mi converto e poi son cavoli loro.

  27. Elettra Crocetti ha scritto:

    speriamo che non siano solo parole. Non vorremmo finire sgozzati a causa di questi parassiti incapaci di decisioni intelligenti per le sorti del paese e dei suoi cittadini

  28. Paola Stella ha scritto:

    bastardo..Lui era amici di questi pazzi

  29. Caligola Tiberio ha scritto:

    Spianare (Tm°).

  30. Paola Fontanella ha scritto:

    Si perfetto….se in prima linea vanno Renzi, Berlusconi, Brunetta, Salvini, Gentiloni, Boschi..

  31. Giuseppina Congiusta ha scritto:

    Ma va va Gentiloni. Scendi tu in trincea o manda i tuoi figli. Che vai in libia con 5000 uomini? Semplicemente sei ridicolo, dovresti preoccuparti dentro l’Italia a farla resuscitare dato che l’avete inceneritori. I barconi gli scafisti si potrebbero fermare se solo i politici facessero la vera politica e non la politica di apparato

  32. Giovanni de Caprio ha scritto:

    Ridicolo……semplicemente ridicolo. Mi domando se uno come Gentiloni sia cosciente del significato delle parole….
    Con cosa vuole fare la guerra? Con le crocerossine della marina militare, ormai ridotta a fare da bagnino sulle coste siciliane? O con che altro, ce lo spieghi visto che ormai da anni in questo paese e reato dire che le forze armate sono forze armate e fanno la GUERRA. Si perche piaccia o no nel mondo esiste la guerra. E siccome noi ci vergognamo di apparire gerrafondai allora ci siamo inventati le ” missioni di pace” gli aiuti alle popolazioni disagiate alluvionate e terremotate fino alservizio di pulizia delle strade dalla neve! Insomma nessuno che ha il coraggio anzi la lealta di dire: Le forze armate fanno la guerra
    Sono addestrati e pagati per fare la guerra. Cob queste premesse chi ci mandiamo in libia? La banda musicale o i cuochi o gli infermieri?

  33. Boscolo Ottavina ha scritto:

    Ma lo leggono il testo della costituzione ogni tanto questi signori?e poi farsi suggerire dal nano e il massimo ma cosa siamo diventati?

  34. Fabrizio Furbizio Dalla Villa ha scritto:

    Credo che non spetti all’Italia decidere autonomamente, bensì alla Nato in quanto istituzione, patto atlantico tra Usa ed Europa. E’ inutile creare allarmismi tra la gente comune, che non può fare nulla al riguardo.

  35. Michele Molinaro ha scritto:

    Berlusconi dimentica che anche Gheddaffi si considerava un califfo, e lui lo ha ospitato in Italia facendogli montare la propria tenda in un famoso giardino di Roma e andò a baciargli la mano come suddito.

  36. Lysia Neri ha scritto:

    Con il cancro NON SI TRATTA! Si ESTIRPA! Lasciate perdere quel che dice “il fungo malefico” !

  37. Daniela Bergamo ha scritto:

    Voi e i vostri figli in prima linea?

Lascia un commento