•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 29 aprile, 2014

articolo scritto da:

Riforme, Renzi ai senatori Pd “Doveroso tenere dentro Forza Italia”

Renzi ed il nodo riforme. Il premier ha incontrato in assemblea i senatori del Partito Democratico. “Siamo convinti dei punti fermi imprescindibili, ascoltiamo nel merito e nel metodo. Non accetto che qualcuno chiami autoritario chi non la pensa come lui”.

Matteo Renzi parlando di riforme all’assemblea dei senatori del Pd ha premesso: “Le riforme sono vittorie straordinarie”. Il premier è entrato nel merito dei singoli punti della riforma messa a punto dal governo e ora in discussione a palazzo Madama: “L’Italicum introduce per la prima volta il ballottaggio che fa chiarezza; l’abolizione del Cnel è un punto condiviso”, è stata la premessa. “Il fatto che il Senato si batta per abolire il bicameralismo perfetto è un punto di forza, c’è consenso anche sul no alla fiducia e sul no al voto di bilancio -ha spiegato il presidente del Consiglio-. Resta il tema della composizione: i 21 li rivendico, ma vedo che vengono considerati un’idea sbagliata. Obbediva all’idea di un Senato non solo come Bundesrat. Ma ne prendo atto”. Il premier ha sottolineato che “la composizione paritetica tra regioni e sindaci sarebbe stata un valore, l’avrei preferita, è coerente con la storia. Ma è un punto su cui possiamo discutere. Si può operare un riequilibrio”. Parole che trovano d’accordo anche l’esponente del Pd Vannino Chiti. “Stamani sono stati fatti dei passi seri in avanti; ci sono ancora dei nodi da scioglier, vediamo ora il testo base e gli emendamenti”.

renzi mantiene promessa 80 euro

Asse con Forza Italia continua – “Tenere dentro Forza Italia è doveroso, vuol dire agli italiani che non ci stiamo scrivendo le regole da soli” ha spiegato il premier nel suo intervento.”Fare veloci è l’unico modo per dare un segnale di credibilità in Europa. Faremo tutti gli sforzi fino all’ultimo giorno per trovare un punto comune, altrimenti sono pronto a fare un passo indietro. A tutti i costi io non ci sto, o così o vado a casa”. Sul nodo dell’individuazione dei senatori faccio “una proposta di sintesi: non discipliniamo noi il modo con cui vengono eletti nelle regioni, potremmo lasciare alle singole regioni le modalità di individuazione dei consiglieri regionali”. “Procediamo con questa legislatura fino alla scadenza naturale”. Poi un commento sulle prossime Europee: “Le elezioni europee possono darci la possibilità di cambiare l’Europa” ora “è iniziato un percorso di redistribuzione e innovazione, se il Pd fa il Pd avremo un buon risultato”. Renzi invoca una “campagna elettorale chiara, dando una mano ai candidati sindaci”.

Delrio “Senato non sarà brutta copia della Camera” – Sulla riforma del Senato ha detto la sua anche il sottosegretario Graziano Delrio. “Stiamo cercando di trasformare il Senato – spiega –  non nella brutta o nella bella copia della Camera così da avere competenze diverse. l’essenziale è trasformare questo Senato in Senato delle autonomie -aggiunge – Si sta discutendo su come vengono eletti i senatori e noi rimaniamo convinti che eleggerli dentro l’elezione dei sindaci e dei consiglieri comunali eviti sovrapposizioni e ripetizioni”.

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

18 Commenti

  1. Renato Occhiuzzi ha scritto:

    Ecco, bravo… un bel passo indietro e vai a……

  2. Annita Mastrodomenico ha scritto:

    Distrutto quel poco che è rimasto di democratico cominceranno a fare davvero quello che vogliono di noi…. la “Dittatura soft” è già iniziata!….

  3. Giancarlo De Luca ha scritto:

    ormai hanno capito che devono unirsi per evitare di essere spazzati via,,,,ma ormai è tardi

  4. Franco Bortolotti ha scritto:

    Quando qualcuno si sente indispensabile è SEMPRE il momento di sostituirlo

  5. Angelina Di Gregorio ha scritto:

    Poveri illusi coloro che pensano che Renzi faccia un passo indietro, prima di aver snidato chi rema contro gli Italiani. Qualora facesse un passo indietro, la stragrande maggioranza degli Italiani lo seguirà nella costruzione di un partito libero da lacci e lacciuoli!

  6. Antonio Parmigiano ha scritto:

    andate a casa avete avuto 20 anni e vi siete magliat tutta l’italia fate solo schifo

  7. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Nel giorno degli sproloqui di B, questo ancora insiste nel volerlo trasformare in padre costituente …

  8. Amaya Wonder Ferrari ha scritto:

    Bravo fai un passo indietro per il bene dell’Italia e degli italiani

  9. Vito Spagnuolo ha scritto:

    perché non fate la legge elettorale?almeno in caso di marcia indietro saranno gli Italiani a scegliere chi governare.

  10. Elisa Agostini ha scritto:

    Non mollare….fallo per noi…

  11. Ignazio Farinello ha scritto:

    ora chiedi la grazie per berlusconi

  12. Stefania Pellerucci ha scritto:

    Tra ladri ……!

  13. Franco Cannavacciuolo ha scritto:

    attendiamo coerenza,cioe’ il passo indietro.

  14. Giorgio Angeletti ha scritto:

    non la fanno perché sanno che vince il M5S

  15. Gian Maria Lupparelli ha scritto:

    Seeee……vabbe’…….manco se lo vedo!!! Buffone….

  16. Salvatore Caputo ha scritto:

    Ma nn diciamo cazzate….nn vincete un cazzo xkè nn avete i numeri…ma nn vi annoiate a raccontar balle?

  17. Salvatore Caputo ha scritto:

    Più che altro è costretto…hai alternative?

  18. Paolo D'Eugenio ha scritto:

    Costretto a cosa? Esiste, sul Senato, una proposta di uno del suo partito che il M5S si dichiara disposto a votare. E sulla legge elettorale basterebbe ritornare alla mozione Giachetti (sempre del PD) già votata dal M5S.

Lascia un commento