•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 29 marzo, 2015

articolo scritto da:

Manifestazione Fiom, il Pd unito contro Landini

renzi landini sindacati

La manifestazione Fiom non è piaciuta al quadro dirigenziale del Pd. “Abbiamo assoluto rispetto per chi manifesta anche se francamente la piattaforma di questa manifestazione sembra difficile da comprendere sul piano sindacale. Mi pare che Landini sia concentrato sulla formazione di questa costola politica mentre a noi interessano di più i contratti di lavoro che dipendono anche dalle scelte del governo” dice al Messaggero Lorenzo Guerini, vicesegretario Pd.

Anche la minoranza democrat ha usato toni duri contro Landini e la sua manifestazione. Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro alla Camera, e rappresentante della minoranza Pd, dalle colonne di Repubblica, attacca: “Non condivido le motivazioni della manifestazione che sono, in primo luogo, antigovernative. E poi c’è la posizione sul Jobs Act, riforma che Landini contesta totalmente. Io invece ho lavorato a quel provvedimento cercando di portare correzioni a vantaggio dei lavoratori. Stimo e rispetto Landini e penso che prima o poi scioglierà l’ambiguità su cosa diventerà la sua Coesione sociale. Certo lui si muove in un’ottica da antagonista, io da riformista. Penso che il sindacato sia un soggetto politico, ma dico anche che la sua essenza sta nella constatazione, per questo mi pare un pò strano che la Fiom non riesca a fare alleanze dentro il movimento sindacale e lo cerchi fuori”.

maurizio landini fiom

Manifestazione Fiom, Bindi: “Renzi non è peggio di Berlusconi”

Rosy Bindi, rappresentante della minoranza Pd ieri in piazza con la Fiom, usa con Landini prima il bastone e poi la carota. “No, Renzi non è peggio di Berlusconi, ma non bisogna sottovalutare che una parte del Paese la pensa così”. “Io credo che Landini sappia fare bene il sindacalista e che non dovrebbe esserci bisogno di un nuovo partito – sottolinea Bindi – Ma negare la capacità di rappresentanza sociale del sindacato, dire che le sigle devono stare solo ai tavoli dei contratti è stato un grande errore. I sindacati hanno sempre avuto un ruolo di proposta politica in questo paese, la concertazione è stata parte essenziale della democrazia e delle scelte di governo. Gli è stata negata importanza, è normale che vogliano riprendersela”.

Stefano Fassina, presente ieri alla manifestazione Fiom, avverte il suo partito: “Molti dal Pd se ne sono andati via, iscritti e militanti che hanno mollato il Pd e ieri erano in piazza” afferma a QN. “La coalizione sociale di Landini non è un soggetto politico”, spiega, “tenta di rispondere a domande sociali che il Pd non si pone più. Il Pd non deve coincidere col presidente del consiglio nè con i gruppi parlamentari, non rappresenta più i diritti dei lavoratori, ma gli interessi del più forte”.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

21 comments
Silvia Acerbi
Silvia Acerbi

Bravo landini io che votava Berlusconi sono con te

Ciro Pocobello
Ciro Pocobello

ma il PD è sempre stato contro la classe operaia .

Angela Pagliaro
Angela Pagliaro

Sbaglio o Landini è minoritario anche nel sindacato ? Ma tant'è, l'importante è partecipare, non vincere.

Luciano Salardi
Luciano Salardi

Se lo dice uno del PD che ha lavorato al Jobs PorcAct

Luciano Salardi
Luciano Salardi

Certo, debbono trovare un nemico, e lo hanno trovato nell'unico che difende i lavoratori, mentre loro, da buon partito di destra difendono i padroni, i corrotti, gli evasori, gli squali della finanza

Mauro Amelio
Mauro Amelio

Cesare Damiano: "E poi c’è la posizione sul Jobs Act, riforma che Landini contesta totalmente. Io invece ho lavorato a quel provvedimento cercando di portare correzioni a vantaggio dei lavoratori". cercando, ma non riuscendoci direi... dato che qualcosa a vantaggio dei lavoratori, mi sembra sia difficile trovarla nella jobs act.

David Bianchi
David Bianchi

Significa che il corte del 28 marzo era sulla strada giusta.

Ivano Stentella
Ivano Stentella

Ottimo ciò vuol dire che dopo vent'anni la sinistra sta ritrovando la sua strada, avanti così.