•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 6 maggio, 2015

articolo scritto da:

Il Partito Repubblicano di Berlusconi non piace proprio a nessuno

berlusconi

Il partito repubblicano che Silvio Berlusconi ha in mente per rifondare il centrodestra potrebbe rimanere un sogno nel cassetto. L’idea dell’ex premier infatti è stata accolta freddamente dagli alleati. “Listone di centrodestra con Forza Italia? Mai. Non mi sciolgo in niente, non faccio il partito unico, non faccio gli errori che hanno fatti gli altri” afferma a La Stampa, il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini. “Al ballottaggio ci voglio arrivare con il mio progetto politico, non con quello degli altri. Io mi pongo il problema dei 10 milioni di elettori di centrodestra che non vanno a votare, non come fare le alleanze con Forza Italia. La Lega è la Lega. Non mi interessa il vecchio Pdl, non mi diluisco nei calderoni, non faccio progetti in base alla legge elettorale”.

Partito repubblicano, Meloni: “No ad ammucchiate”

Anche Fratelli d’Italia non è disponibile a listoni o grandi ammucchiate. Lo dice chiaro e tondo la presidente di FdI, Giorgia Meloni. “Leggo insistenti indiscrezioni di stampa che vorrebbero Berlusconi impegnato a rottamare definitivamente Forza Italia per costruire un partito repubblicano all’italiana. Lo diciamo subito: Fratelli d’Italia non è disponibile a nessuna ammucchiata. Ci abbiamo già provato, si chiamava Popolo della Libertà ed è naufragato. Non si può riproporre lo stesso identico schema, con gli stessi limiti e difetti, cambiandogli solo il nome. Sarebbe un minestrone indigeribile e l’ennesima e inaccettabile presa in giro nei confronti degli italiani che si riconoscono nel centrodestra. Senza contare poi che negli Stati Uniti il Partito repubblicano non fa inciuci con il Partito democratico e riesce ad essere unito perché celebra le primarie: l’esatto contrario di quanto fatto in questi anni dal PdL prima e da Forza Italia poi. Detto questo, non possiamo che prendere atto che Silvio Berlusconi giudica definitivamente conclusa l’esperienza del suo partito e che l’alternativa più credibile rimasta per gli elettori delusi del centrodestra è Fratelli d’Italia: noi siamo sempre rimasti dalla stessa parte a difendere i principi e i valori del centrodestra‎”, conclude Meloni.

berlusconi

Partito repubblicano, Bianconi: “Berlusconi se ne vada”

Ma anche dentro Forza Italia si nutrono dubbi sul partito repubblicano pensato dall’ex Cavaliere. “Berlusconi fa un gran polverone con un futuro Partito Repubblicano di stampo americano. Ma lo sa che il partito repubblicano americano non prevede re, numi tutelari, satrapi e sultani? Insomma non ci sarebbe posto per tipi come lui. In più il cuore di quel partito sono le primarie, metodo sul quale hanno guadagnato l’uscita un sacco di gente per la ferma opposizione del capo a quel metodo” attacca Maurizio Bianconi di Fi. “Nel partito repubblicano americano non si destituiscono i dissenzienti, non si commissariano gli oppositori, non si elimina dalle liste chi non si prostra e non lecca e chi, colpevole di aver consensi, viene fatto fuori per favorire i cretini raccomandati di turno. La sintesi è che mentre il capo ha perso 11milioni di voti non ha perso il vizio di prendere per i fondelli chi gli ha dato fiducia. Non c’è peggior protagonista di colui non sa uscire con dignità dalla scena”. Il partito repubblicano non piace proprio a nessuno.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

4 comments
Riccardo Bottegal
Riccardo Bottegal

che la notizia non arrivi oltre oceano, che si becca una bella denuncia per danno di immagine...

Nicola Michele Donvito
Nicola Michele Donvito

Forse perché è stato fondato con un accordo con la mafia e per attuare il piano della P2 di Licio Gelli, ed è ha a capo da più di 20 anni un condannato in via definitiva per evasione e frode fiscale? Mah, chissà come mai "non piace proprio"