•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 22 febbraio, 2016

articolo scritto da:

I dittatori più sanguinari e meno conosciuti della storia

dittatori più sanguinari, hitler nazismo, stalin urss

I dittatori più sanguinari e meno conosciuti nella storia: non solo Hitler e Stalin, Hoxha e Videla, nel corso della storia e a tutte le latitudini si sono avvicendati dittatori dall’inumana crudeltà. Ad alcuni, il tempo ha garantito persino la “riabilitazione”, ad altri, la maggior parte, è stato assicurato solo l’oblio. Si pensi al caso di Francisco Solano Lopez, militare e politico paraguaiano, ad oggi ritenuto una figura importantissima per la storia del paese sudamericano ma che, nel primo decennio della seconda metà dell’Ottocento, non solo trascinò il Paraguay in una sanguinosa guerra con i paesi confinanti (arruolando persino i bambini), ma condusse anche una cruenta campagna di repressione del dissenso interno, di cui pagarono le spese anche alcuni dei suoi parenti più stretti.

dittatori più sanguinari, hitler nazismo, stalin urss

I dittatori più sanguinari e meno conosciuti della storia

D’altra parte, sembra essere stato il Novecento il vero e proprio «habitat» di questa «creatura» storica. A parte i succitati Hitler e Stalin, sono molti i “dittatori” di cui non si parla molto ma che hanno avuto il tempo di lasciare la propria impronta sul secolo “breve”. Per esempio, pochi conoscono Josef Tiso il prete cattolico che durante il secondo conflitto mondiale guidò il movimento fascista slovacco, fino a quando venne posto a capo del paese, divenuto ormai un satellite della Germania Nazista. Nonostante venga considerato un leader meno “energico” di altri a lui coevi, Tiso non mancò di reprimere nel sangue una ribellione anti-fascista nel 1944 e di collaborare con il regime di Hitler alla deportazione degli ebrei slovacchi.

Una vicenda simile è quella del primo ministro ungherese Dome Sztojay, chiamato a sostituire Miklos Horthy che, pur alleato di Hitler, si rifiutò di collaborare alla deportazione degli ebrei. Sztojay, da parte sua, si adoperò attivamente per lo sterminio degli ebrei ungheresi: in 440mila vennero deportati nei campi di concentramento nazisti nei 6 mesi del suo governo. Dopo di lui, l’Ungheria conobbe un uomo conosciuto con l’appellativo di “miglior discepolo di Stalin” ossia Matyas Rakosi: alla morte del georgiano, venne ritenuto “troppo brutale” dai sovietici che lo invitarono a rimanere segretario dei comunisti ungheresi ma a condizione di lasciare il governo a Imre Nagy.  Poco noto anche il nome del “fantoccio” di Hitler e Mussolini in Croazia: si chiamava Ante Pavelic, fondatore del Movimento degli Ustascia. Il suo regime nazionalista e cattolico fondamentalista si basò sulla violenta repressione di qualsiasi altra etnia e identità religiosa.

Lasciando l’Europa, anche l’Asia centro-orientale ha conosciuto dei “piccoli” Stalin: ci si riferisce a Horloogijn Cojbalsan, al vertice della Mongolia per circa vent’anni, e Lu Duan che, nonostante non sia mai stato propriamente il capo di stato del Vietnam, da segretario del partito comunista del Vietnam del Nord, dopo la fine della guerra, ha supervisionato le purghe degli anti-comunisti del Sud. Spostandosi verso Occidente non si può non ricordare il caso del generale pakistano Yahya Khan che sciolse il governo e impose la legge marziale nel 1969; è noto soprattutto per aver represso nel sangue il movimento separatista bengalese.

Particolare il caso di Ramfis Trujillo, dittatore della Repubblica Dominicana per appena 6 mesi nei primi anni 60: prima di lasciare il paese alla volta della Spagna, ebbe il tempo di condurre una violenta repressione contro coloro che riteneva colpevoli dell’omicidio di suo padre Rafael, dittatore del paese caraibico per i 30 anni precedenti. Restando in zona, si ricordi Carlos Manuel Arana Osorio, dittatore del Guatemala dal 1970 al 1974: durante il suo regime furono oltre 20mila i lavoratori, gli studenti, in generale, gli oppositori politici, a scomparire nel nulla.

Per quanto riguarda l’Africa tra i più sanguinari, e meno conosciuti, sicuramente si può annoverare Micheal Micumbero, che guadagnò la guida del Burundi negli anni 70 grazie a un colpo di stato militare: ordinò l’uccisione di 150-300mila Hutu durante la repressione di una rivolta. D’altra parte, ormai sono chiare le responsabilità del Presidente Theodore Sindikubwabo nel genocidio, risalente al 1994, degli abitanti rwandesi di etnia Tutsi. Emblematico il caso della Guinea Equatoriale in cui, sin dal 1968, vige un regime oppressivo attualmente controllato da Theodore Obiang che nel 1979 ha destituito lo zio Francisco Macias Nguema.

Pubblicità

La domanda del giorno

Secondo voi Matteo Renzi e il Pd escono ridimensionati da queste elezioni?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Conosci il Regno Unito? Clicca sulla bandiera e fai il quiz!

Quiz Regno Unito

Termometro delle Voluttà

diretta brexit, sondaggi brexit, affluenza brexit, risultati brexit

articolo scritto da:

101 comments
Julio Cesar Giliberti Lopez
Julio Cesar Giliberti Lopez

Casualidad ? NO CREO, Mao de China y Stalin de Rusia, simple por tratar de fomentar el Comunismo Y Socialismo.

SalvatoreRizzo
SalvatoreRizzo

da alcuni commenti si evince che hanno forse sterminato le persone sbagliate

Bruno Gay
Bruno Gay

I 60 milioni di morti della Seconda Guerra Mondiale sono dovuti ad un destino cinico e baro o li mettiamo in lista (30 per uno) ai due mascalzoni assassini Adolfo e Benito?

Roberto Gallocchio
Roberto Gallocchio

Mancano dalla gli schiavisti, chi ha sterminato i nativi americani, gli indios sud americani, chi arma i gruppi terroristi, chi ha fomentato colpi di stato. Chi esporta la democrazia con le bombe, chi paga di più un kg di cocaina che un kg di patate. Mancano i signori che risparmiano sulla sicurezza ed uccidono gli operai, chi uccide inquinando e la mafie. Ora comprendo che questo termometro è fascista.

Aldo Begheldo
Aldo Begheldo

che strano, manca mussolini quanto meno complice di adolfo e responsabile per proprio conto dei massacri coloniali (libia e abissinia).

Daniele Gabrieli
Daniele Gabrieli

Bé ma si vede che non ne ha ammazzati abbastanza per essere nella top ten

Stefano Nocente
Stefano Nocente

Vi siete scordati Virginia Raggi buaahahahaahahahahaahahahah

Andrea Barbieri
Andrea Barbieri

Se copia il suo datore di lavoro, tr eocme minimo li fa :)

Alex Auli
Alex Auli

Quello con la barba suppongo sia Dio

Vittorio Cinquemani
Vittorio Cinquemani

dalla lista mancano tutti i Presidenti Usa, hanno sulla coscienza milioni di Indiani pellerossa per non parlare poi dei milioni di morti in tutte le Guerre che hanno provocato e continuano a provocare !!

Andrea Barbieri
Andrea Barbieri

Sei sicuro di quello che affermi o spari minchiate tanto per...

Vittorio Cinquemani
Vittorio Cinquemani

Andrea Barbieri ...sicurissimo! Il genocidio degli Indiani è a conoscenza di tutto il mondo forse sei l'unico a non saperlo, e per il resto gli Usa , direttamente o indirettamente appoggiando colpi di Stato o fomentando guerre in Africa e sud America per appropriarsi delle risorse petrolifere e minerali o solamente per un fattore geo strategico militare come nell'area dei Balcani o nel Medioriente. Ma forse perdo tempo a scrivere per persone che sicuramente gli è interessato il calcio e le veline!!

Gianni Bocelli
Gianni Bocelli

Si anche io non ho capito bene come hanno fatto i conti. .hanno attribuito a Hitler 17 milioni perché. I civili morti in Germania? Non si capisce

Antonio Rossi
Antonio Rossi

Continua la propaganda da GUERRA FREDDA --Quanti milioni di morti dai "DEMOCRATICI" USA dalla fine della guerra NAZIFASCISTA ad oggi?

Antonio Rossi
Antonio Rossi

Sanno coloro che elargiscono gratuitamente falsità cosa è la dittatura?---Quando un grande e potente stato-USA- mette alla fame un piccolissimo stato -CUBA- (liberatosi da una dittatura) non è questa INFAME DITTATURA?

Federico Cupellini
Federico Cupellini

si è una dittatura bella e buona....però silenzio non lo dire rischi che qualcuno si svegli dal sogno americano!

Gianluigi Chiavacci
Gianluigi Chiavacci

Hideki Tojo è discutibile inserirlo fra i dittatori propriamente detti. Fu primo ministro del Giappone per tre anni a costituzione Meiji vigente, cosa che di per sé vorrebbe dir poco, ma non ebbe mai un potere assoluto. Pol Pot avrebbe probabilmente vinto la triste competizione se solo la Cambogia avesse avuto la stessa popolazione dell'immensa Cina.

Giulio Sibona
Giulio Sibona

Pol Pot ha fatto il più grande massacro della storia in relazione al numero degli abitanti

Gianmarco Mattera
Gianmarco Mattera

Tojo più che un dittatore dai poteri assoluti come Stalin o Hitler può essere più facilmente identificabile come il capo pro tempore di una dittatura militare , in quanto a sistema politico il Giappone può essere paragonato più all'Argentina fra il 76 all'83 che alla Germania Nazista o all'Unione Sovietica

Mirko Trevisan
Mirko Trevisan

forse, ma se uno di suo non ha interesse a documentarsi, il tuo suggerimento di creare spazi informativi rimane utopia. Ti saluto anch'io, ciao.

Grison Valter
Grison Valter

Si ... e in sicilia buttano le arance al macero per far salire i prezzi .... ma per favore.

Michelangelo Turrini
Michelangelo Turrini

ci sono tanti libri e documenti da leggere, non solo quelli degli autori che ho citato. Ad ogni modo basterebbero quelli per far sì che diventino utili anche a coloro che hanno appreso una sola porzione della storia e continuano a soffermarsi solo da una parte. Ribadisco di iniziare da quelli che ho elencato. E magari sarebbe pure utile creare uno spazio dove indicare tutti i libri che possono risultare interessanti, magari si farebbe un'opera di informazione, di confronto dati e testimonianze, e pure i diversi punti di vista sulle valutazioni. Con questo vi saluto, penso ci siamo dilungati abbastanza.

Mirko Trevisan
Mirko Trevisan

il genocidio degli indiani d'America ad esempio...

Mirko Trevisan
Mirko Trevisan

alcune decine di migliaia di morti sono sempre tanti. Non credo che l'efferatezza si misura soltanto sui numeri, ma pure sui metodi e comunque sulla sostanza.

Mirko Trevisan
Mirko Trevisan

sì Michelangelo ho letto i libri di Pansa e anche alcuni di De Felice. Non ho problemi in questo, mi piace scoprire nuovi aspetti, non mi fermo su quelle quattro imposizioni scritte dai compagni rossi.

Mirko Trevisan
Mirko Trevisan

tu invece jacheddu credi di essere tanto migliore di coloro che accusi, se utilizzi un certo discutibile linguaggio? Ti comporti esattamente allo stesso modo e forse pure peggio. A me non mi interessano le vostre ridicole guerre tra fascisti e comunisti, siano nel 2016, dovreste battervi contro quelli che ci stanno opprimendo oggi, e non sono i fascisti o i comunisti. Ma le lobbie mondiali e tutti i loro servi che eseguono gli ordini (come i nostri governi degli ultimi anni). Ciò non toglie che se ci sono cose da riconoscere vanno riconosciute, nel bene o nel male, sia per il fascismo sia per il comunismo. Non sopporto che si continui a nascondere la storia, o storpiarla, per i propri tornaconti ideologici. E penso proprio che il sig. Pansa ha fatto un buon lavoro nel raccontare certe vicende tenute all'oscuro, pur essendo lui a sinistra. Una persona come lui merita grande rispetto e stima. Fate altrettanto anche tutti voi.

Giulia Marchiò
Giulia Marchiò

Ahahahahaha conferenza su skype? Sarah Rachele Sabatini

Alberto Spatola
Alberto Spatola

Sarah Rachele Sabatini e Giulia Marchiò a voi la discussione :)

Michelangelo Turrini
Michelangelo Turrini

Mirko, con certi "intelligentoni" e detentori di ogni "verità", è inutile sprecare altro tempo... Io rimando ai suggerimenti di letture che ho postato nei giorni scorsi, di sicuro servirebbero ad ampliare una certa scarsa informazione su determinati temi.

Valter Martinelli
Valter Martinelli

Lei sa che i kulaki incendiavano i depositi di derrate alimentari per far aumentare il prezzo del pane? Comunque se volete attribuire a Stalin anche i morti per la varicella fate pure.... contenti voi...

Comar Enrico
Comar Enrico

Quale sarebbe il più grande genocidio della storia?

Comar Enrico
Comar Enrico

Moralmente e simbolicamente importanti. Ma in termini numerici è un dilettante in confronto ad altri...

Jacheddu Ellebi
Jacheddu Ellebi

Discutere civilmente con chi rimpiange il duce? HAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAH

Mirko Trevisan
Mirko Trevisan

lo sai bene, quindi non fare il finto tonto, che qui non funziona.... Tito ad esempio era infoibatore di italiani

Mirko Trevisan
Mirko Trevisan

jacheddu, da come scrivi sembra proprio che l'unico ignorante qui sei tu... in quanto si vede chiaramente che non conosci le basi dell'italiano e della grammatica. Torna alle elementari che forse hai bisogno di ripassare tante cose, e solo poi torna qui a "discutere"...E soprattutto discutere civilmente senza offendere o minacciare.

Adi Hodza
Adi Hodza

"Il criminale tra i più efferati"??? Ma dove????

Mirko Trevisan
Mirko Trevisan

jacheddu, da come scrivi sembra proprio che l'unico ignorante qui sei tu... a quanto si vede non conosci le basi dell'italiano e della grammatica. Torna alle elementari che forse hai bisogno di ripassare tante cose, e solo poi torna qui a discutere...

Giuseppe Pierro
Giuseppe Pierro

Marco Gentile, anche le democrazie occidentali hanno lastricato di cadaveri le loro conquiste coloniali, non solo il fascismo, anzi hanno fatto di peggio, s'informi sulla guerra Anglo-Boera. Per non parlare della Francia, si riveda il film di Gillo Pontecorvo "La battaglia di Algeri". Questa non è certamente una giustificazione al fascismo, è una puntualizzazione dell'usanza di allora e spero che mai più possano accadere simili cose.

Francesco Margaglio
Francesco Margaglio

Mancano gli americani 100 milioni di nativi americani indiani trucidati

Jacheddu Ellebi
Jacheddu Ellebi

Un grafico serissimo, fonti autorevoli e piccole dimenticanze. O i salami appesi non vengono considerati?