•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 2 luglio, 2014

articolo scritto da:

Rassegna stampa: Immunità ai senatori, Sarkozy arrestato e le “tariffe” per gli immigrati

Il Mattino

Sono diverse le notizie con cui aprono i giornali di oggi. Il Fatto Quotidiano sbertuccia l’approvazione dell’immunità da parte della Commissione degli Affari Costituzionali: “Libertè egalitè, immunitè”. Il Giornale si vendica del’ex presidente francese Sarkozy posto in stato di fermo per corruzione: “Ridi ancora Sarkozy. Fermato l’ex presidente francese che ironizzava sull’Italia del Cavaliere e ci trascinò nella guerra di Libia”. Il Tempo rivela retroscena inquietanti dell’ennesima tragedia del mare: “Gli immigrati: stuprati e incaprettati in alto mare”. E sempre sul tema clandestini Il Mattino chiede: “Europa dove sei?” mentre Avvenire “svela” le “tariffe per l’inferno” ovvero i listini degli scafisti che taglieggiano i migranti. L’Unità apre invece con il discorso di Grillo al Parlamento Europeo: “Grillo a destra e senza gioia”. Il Manifesto critica Israele per la sua rappresaglia dopo l’uccisione dei tre ragazzi ebrei da parte una cellula terroristica legata ad Hamas: “La guerra promessa”. Libero attacca il governo: “Renzi libera i ladri. Con la scusa del sovraffollamento, scarcerazioni e abolizione della custiodia cautelare per treati puniti con pene inferiori ai 3 anni”. Si chiude con La Padania che prende di mira i ministri Poletti e Padoan: “Lavoro sporco . Il Carroccio con Fedriga denuncia la vigliaccata del governo: mettere i cassintegrati contro gli esodati”.

giornali 1 giornali 2


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

1 comments
Eveline Patrizia
Eveline Patrizia

30 giugno 2014 alle ore 23.29 Con le ultime forze e un po' di corrente vi spiego quello che è successo questa notte e questa mattina: Ho passato quasi tutta la notte senza chiudere occhio, non ho mai visto un temporale di questa portata, ma soprattutto non l'ho mai visto dal di dentro. La mia tenda di fortuna sembrava costantemente illuminata a giorno dai fulmini, l'acqua scendeva così fitta che si faceva difficoltà a vedere a più di tre metri e le raffiche di vento arrivavano da tutti le parti, mosse probabilmente dallo spostamento d'aria creato dai tuoni che si portavano via anche i miei timpani. Ho avuto davvero molta, tanta, troppa paura, sembrava di essere davvero sotto ai bombardamenti. Pregavo che non cadessero proprio su di me, che l’Ursus e io con lui fossimo risparmiati. Li sentivo sempre più vicini, sempre più minacciosi, erano tutti attorno a me come impazziti. In quelle ore, con la faccia tra le ginocchia e le mani sulle orecchie pensavo:"il prossimo è quello buono, speriamo di non provare troppo dolore, speriamo che sia solo un'attimo, speriamo di non rimanere vivi e magari lesionati, no, no, questo non mi piacerebbe per niente, meglio un colpo secco e via...... ". Forse i nostri nonni e alcuni nostri padri hanno provato proprio questo, e per gli stessi motivi,anche loro hanno combattuto perchè speravano in un modo migliore, speravano di difendere le loro case e il loro lavoro, speravano di difendere la democrazia, diritti inviolabili, non negoziabili, da difendere con le unghie e con i denti, con la vita e con la morte. Questa mattina, ho avuto presto la pessima notizia che l'avvocato Piccolo di Portoguaro, l'uomo che si è comprato per quattro soldi la mia casa, la quale era stata messa all'asta dalle banche, perché, ovviamente, dopo la paralisi della mia azienda dovuta alla famigerata “direttiva Bolkestein” (una delle tante direttive europee che stanno paralizzando e mettendo in ginocchio tutto il paese) non riuscivo più a far ripartire la mia impresa e di conseguenza neppure a pagare i mutui che avevo acceso per ricostruire “La Voce della luna” e Equitalia. L’uomo si è presentato a casa mia con un ufficiale giudiziario, un altro avvocato donna e due fabbri per cambiare la serratura, impossessarsi della mia casa e di tutte le cose personali di una vita. Sì, purtroppo lui è uno dei tanti che in questo periodo di crisi dove le aziende chiudono, la gente perde il lavoro, le famiglie non sanno più dove sbattere la testa, gli imprenditori si suicidano, personaggi come questo insieme alle banche sono pronti ad approfittare della situazione per sbranare tutto quello che possono. Sì, ci sono molti come lui che in periodi così bui... vanno a caccia di buoni affari, e lo fanno sulla pelle dei loro connazionali. Davanti a una notizia inaspettata di questo tipo, immaginatevi la mia reazione, immaginate che un personaggio di questo tipo, un avvocato piccolo di nome e di fatto, vecchio striminzito con gli occhialetti e ridacchiante (così mi è stato descritto da quelli che erano presenti), entrasse a casa vostra e si impossessasse di tutte le vostre cose, dei vostri ricordi, le vostra intimità. No, questo non si può tollerare! Io ho semplicemente preso una corda, me la sono legata attorno al collo e sono salito fino all’ultimo gradino dell’Ursus, e sono rimasto in piedi, in bilico a settantacinque metri d’altezza, e sarei rimasto in quella posizione finchè le gambe e le forze mi avrebbero sorretto, sotto la pioggia e il vento. No, io non mi sarei mai gettato, sarei caduto per sfinimento, che è esattamente quello che loro stanno facendo con gli italiani, li ammazzano per sfinimento. Ecco, questo è quello che tenevo a dire, se fossi caduto, scivolato, svenuto dalla stanchezza… non sarebbe stato un suicidio, ma un omicidio premeditato con l’aggravante della crudeltà. Sarebbe stato solo una questione di tempo, è solo questione di tempo, ma la leva del boia è nelle loro mani, non nelle mie. Per il momento sono riusciti a posticipare questa cosa. Vediamo come si evolveranno le cose nei prossimi giorni, ma se loro alzeranno l’asticella della violenza, degli abusi, anch’io dovrò alzare l’asticella della mia dignità, e non sarà un suicidio, ma dopo giorni e giorni di vessazioni, condizioni di vita estrema sarà omicidio per sfiancamento. Marcello Di Finizio @La Voce della Luna https://www.facebook.com/notes/la-voce-della-luna/lunedi-30-giugno-2014-la-protesta-di-un-piccolo-imprenditore-39-giorno-di-perman/10152245469513233