•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 31 maggio, 2012

articolo scritto da:

Romania, le tasse accendono il contrabbando di sigarette

contrabando romania

In Romania l’evoluzione del contrabbando di sigarette è spettacolare: considerando i circa 37 miliardi di pezzi venduti ogni anno nel paese, è stato calcolato che la quota di tabacco illegale presente sul mercato rumeno è passata dal 17,6% del 2008 (circa 6,5 miliardi di sigarette) al 36% del 2010 (oltre 13 miliardi). Secondo il servizio doganale l’aumento di questi dati sarebbe collegato alla maggiore attenzione prestata dalle autorità durante i controlli alle frontiere, ma potrebbe esserci anche un’altra spiegazione: l’eccessivo peso delle accise sulle sigarette imposto da Bucarest, che ha spianato la strada all’assalto dei trafficanti del fumo, soprattutto moldavi.

[ad]Oggi in Romania il prezzo di un pacchetto di Doina, Plugarul o MT è di 3-5 volte superiore di quello che è possibile trovare in Moldavia (9,9 Ron contro circa 41 Lei). Questa differenza è il principale fattore che stimola il contrabbando di sigarette dalla Moldavia, la miccia che ha trasformato la Romania nel principale mercato per i tabacco-trafficanti moldavi. A questo proposito uno studio commissionato da tre grandi produttori di tabacco ha rilevato che al maggiore aumento dei prezzi nelle aree a nord e a ovest di Bucarest corrisponde una maggiore presenza di sigarette “moldave”, circa il 50% di quelle presenti sul mercato nero. Per la Romania ciò si traduce in una perdita pari a un miliardo di euro di entrate statali e il fumo, in questo caso, fa male anche al bilancio.

contrabando romania

Affari in fumo

I moldavi lo sanno: vendendo fumo di contrabbando si guadagnano circa 300 euro al giorno, e con un solo camion di sigarette fatto entrare segretamente in Romania ci si può addirittura comprare una casa. Il profitto ricavato dalla vendita di una stecca sul mercato nero è triplice rispetto al normale, la posta in gioco è alta, quindi in molti si improvvisano trafficanti. Ci hanno provato gli sconosciuti che nella notte tra il 4 e il 5 marzo volevano passare la dogana di Albita con un tir carico con 694.000 pacchetti di sigarette, e ci ha provato addirittura un parlamentare moldavo che nel 2006 ha cercato di entrare in Romania con un’auto coi vetri oscurati piena di stecche di Pall Mall e Plugarul per un valore di oltre 8.000 euro.

Attualmente, nonostante i tagli di bilancio, il 40% delle auto che transitano dalle frontiere romene viene ispezionato con lo scanner a infrarossi, così non non mancano i casi di contrabbandieri particolarmente inventivi che sconfinano volando di notte a bordo di deltaplani zeppi di stecche.La preoccupante crescita del mercato nero del tabacco ha inoltre generato nell’opinione pubblica la percezione che i traffici illeciti continuino grazie all’esistenza di reti criminali che godono di rapporti di complicità con gli stessi rappresentanti dello stato. Sullo sfondo c’è poi sempre lo spettro dell’aeroporto militare di Tiraspol, capitale della chiacchierata e mai riconosciuta Repubblica Moldava di Transnistria, che si dice sia divenuto negli anni un importante “hub” per il contrabbando. Tante voci, pochi fatti.

(per continuare la lettura cliccare su “2”)


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments