•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 15 dicembre, 2012

articolo scritto da:

Fact checking di Pagella Politica: Berlusconi e Grillo a confronto

fact checking

[ad]“Sto facendo un’esegesi dei suoi discorsi; lui è la mia brutta copia”. Chi avrà pronunciato queste parole? E soprattutto riferendosi a chi? Non è difficile indovinare, dietro ad una sottile ironia mista forse ad un po’ di invidia, un Silvio Berlusconi in fase di rilancio sul mercato politico e un Beppe Grillo ormai alla ribalta con i sondaggi dalla sua. Su di loro si concentra il nostro fact checking settimanale.

Il leader del Pdl, si sa, si diletta ogni tanto a calarsi nei panni di semiologo e Grillo di certo rappresenta uno dei fenomeni attuali più interessanti in tema di comunicazione e di utilizzo dei nuovi media. Ma in fondo in fondo al Cavaliere piace studiare le mosse del promotore del M5S anche per un altro motivo: in qualche modo egli si rivede in Grillo, come in uno di quegli specchi che rilascia immagini distorte ma comunque riconoscibili. I due hanno infatti non poche cose in comune. Entrambi annoverano un passato al di fuori della politica, Berlusconi con una carriera imprenditoriale self-made e Grillo con un precedente da attore e comico di successo (qui i video delle sue pubblicità per la Yomo negli anni 80). Entrambi sanno che per vincere le battaglie bisogna conoscere il proprio nemico: non solo Berlusconi studia e imita Grillo, ma lo stesso leader a cinque stelle ha in passato studiato e ora riproduce trucchi comunicativi di altri politici, come ad esempio Umberto Bossi (ora Grillo dichiara di mandare a quel paese chi dice che lui è antidemocratico, quando nel 1997 diceva “Come fa Bossi a trascinare milioni di persone? Usa i paradossi. L’ho sentito dire: «Il primo che dice che sono un violento 

fact checkinglo prendo a calci nel c..!»”). Inoltre, entrambi sanno come ammaliare le folle, giocando sul rapporto amore-odio che gli Italiani hanno verso la propria patria: l’uno (Berlusconi) facendosi portavoce di quella parte dell’animo degli italiani che ama il proprio Paese (tutti vi ricorderete le immagini della discesa in campo nel 1994 e le famose parole “l’Italia è il Paese che amo”); l’altro (Grillo) veicolando la frustrazione dei cittadini e proclamandosi contro tutto e tutti (basti pensare al V-day). E, ultimo, ma non meno importante, i due politici presentano, secondo le analisi di Pagella Politica,  performance piuttosto simili in termini di veridicità delle proprie dichiarazioni: per fare un esempio, nei fact checking degli ultimi due mesi, Grillo ha ricevuto sei Panzane Pazzesche contro le sette di Berlusconi. Nelle ultime settimane poi, la discesa in campo del Cavaliere ha ravvivato il duello tra i due, istigando Grillo a tentare il recupero con ben due Panzane in tre giorni (per non essere da meno!). La prima riguarda l’addio del Professore: secondo il leader M5S per la prima volta l’Italia starebbe andando al voto anticipatamente senza che il governo in carica sia stato sfiduciato dal Parlamento. La verità – documentata dal nostro fact checking – è invece che questo è avvenuto in ben quattro casi. Nel gennaio 1976, quando si dimise il governo Moro ricevette l’incarico dal Presidente della Repubblica di istituirne uno nuovo che però rimase in carica per poche settimane per via del ritiro dell’appoggio da parte del Psi, senza ricevere tuttavia il voto di sfiducia.  Anche nel 1983, dopo la caduta governo Fanfani, le Camere furono sciolte senza voto di fiducia mentre era in carica (temporanea) il presidente del Senato Tommaso Morlino. Nel 1994 Scalfaro mandò a casa il Parlamento dopo le dimissioni dell’allora Presidente del Consiglio Ciampi, nonostante le due mozioni di sfiducia discusse non fossero state votate.  E infine nel 1996, al tramonto del governo Dini, vennero sciolte le camere senza il voto di fiducia. In un’altra recente panzana, sempre sullo stesso tema Grillo sostiene che anche prima dell’insediamento del governo Monti non fosse stata votata la fiducia e che questo rappresenti una prima volta nella storia italiana (contraddicendosi tra l’altro con la dichiarazione riportata sopra).

(per continuare la lettura cliccare su “2”)


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

1 comments
skyzoo73
skyzoo73

Se i vs sondaggi rispecchiano la realtà come i vs articoli allora siamo apposto....