•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 13 febbraio, 2013

articolo scritto da:

Fact checking di Pagella Politica: Berlusconi e il Pil

silvio2

Silvio Berlusconi ha dichiarato: “Con noi al governo il Pil era positivo dello 0,6%, con questo governo è andato sotto del due virgola qualcosa per cento”. Pagella Politica ha effettuato il fact checking della dichiarazione di Berlusconi e si è espressa con un “Nì”.

Continua la saga Berlusconi vs Monti, in cui l’ex premier, nel tentativo di scalare i sondaggi, si lancia in un confronto con il professore e con quanto fatto dal suo governo negli ultimi mesi. Come da copione, lo scontro avviene sul campo di battaglia economico a suon di punti percentuali di Pil. Vediamo se quanto detto da Berlusconi è vero.

[ad]E’ corretta la parte sulla contrazione del Pil durante il 2012: Berlusconi dichiara che la contrazione è stata del “2 virgola qualcosa” e i dati IMF riportano una previsione (il dato 2012 segnalato in rosse è una stima) del -2,3%.

Meno scontata è invece la considerazione sulla crescita del Pil nel periodo del governo Berlusconi. Durante il IV governo Berlusconi (maggio 2008-novembre 2011) il Pil ha avuto il seguente andamento annuale, come mostrato dai dati dell’International Monetary Fund (riportati nella tabella a piè di pagina): nel 2008 c’è stata una riduzione pari al -1,2%, seguita da una contrazione ancora maggiore (-5,5%) nel 2009 con una leggera ripresa nel 2010 di 1,8% e una sostanziale stabilizzazione nel 2011 (0,4%).

Andando a verificare la crescita trimestrale (dati Oecd) tra il secondo trimestre 2008 e il quarto trimestre 2011 vediamo il seguente andamento.

Osserviamo, dunque, che il Pil ha avuto un andamento pari o superiore al +0,6% solo nel secondo e terzo trimestre del 2010 (rispettivamente +0,96% e +0,62%) e non per tutta la durata del governo. Facendo la media, vediamo che durante il IV governo Berlusconi il Pil in media ha subìto una decrescita:  -0,35% dal 2008 al 2011.

Berlusconi fa, quindi, riferimento solo ad un dato parziale, ovvero il 2011, anno in cui la crescita annuale è stata pari a +0,4%, ma dimentica di aver governato altri tre anni (parliamo solo del governo Berlusconi IV, chiaramente), anni in cui l’andamento del Pil è stato alternato e mediamente non così positivo. Corretti, però, i dati sulla decrescita nel periodo del governo Monti, che fanno alzare questo “Pinocchio andante” ad un “Nì”!

Dati IMF

 

 

 

Se vuoi leggere tutti i fact checking sulle dichiarazioni di Silvio Berlusconi visita il suo profilo sul sito di Pagella Politica.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

1 comments
Emanuele Ripamonti
Emanuele Ripamonti

Devo dire che non capisco come possiate dare un "NI" a queste affermazioni: il loro fulcro non erano i due valori "separati" del PIL "Berlusconi" e del PIL "Monti", ma la loro differenza di oltre il 2.6% (+0.6% confrontato con -2 e rotti %). Se prendiamo i numeri che citate, l'annata "media" del governo Berlusconi ha visto una variazione del PIL del -1.1% e la differenza col risultato di Monti (-2.3%) e' dell'1.2%: meno della meta' di quanto sostenuto da B. I sostenitori di B. potrebbero sostenere che questo risultato e' pesantemente influenzato dall'evoluzione della congiuntura internazionale: ad es. nel 2009 il PIL italiano e' sceso del 5.5%, ma nello stesso anno il PIL della zona euro (EZ) e' sceso del 4.4%. Per limitare questo problema ha molto piu' senso guardare la differenza fra i risultati italiani e quelli del resto della zona euro: nel 2008, Italia -1.16%, EZ +0.25% (differenza -1.41%); nel 2009 Italia -5.50%, EZ -4.35% (differenza -1.15%); nel 2010, Italia +1.77%, EZ+1.93% (differenza -0.16%); nel 2011, Italia +0.56%, EZ +1.49% (differenza -0.93%); nel 2012 (dati non definitivi), Italia -2.16%, EZ -0.41% (differenza -1.75%). [dati da http://stats.oecd.org/ ] Usando questi dati si trova che nei 3.5 anni di governo Berlusconi IV (2009, 2010, quasi tutto il 2011 e meta' del 2008), in media abbiam "perso" lo 0.84% rispetto alla media della zona euro; nell'anno di governo Monti abbiam perso l'1.75%. La differenza fra questi due numeri e' dello 0.91%, ancora una volta meno della meta' del 2.6% (abbondante) di cui parla Berlusconi. Infine, va aggiunto che nel 2011 sono state fatte TRE manovre di aggiustamento della finanza pubblica. L'ultima e' stata varata dal Governo Monti (con il voto determinante del PDL), le precedenti invece portano l'imprimatur del governo Berlusconi. Concordo con Berlusconi che il deterioramento del PIL sia dovuto alla stretta fiscale: ma perche' conterebbe solo quella dovuta a Monti (che rappresenta il 40% circa del totale) e non le altre due? PS: mi sembra che nella prima tabella dell'articolo ci siano le variazioni del PIL su base trimestrale, non annuale: non ha molto senso confrontarle con dei numeri (come lo 0.6% di Berlusconi) che presumibilmente sono su base annuale.