•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 2 maggio, 2013

articolo scritto da:

Letta incassa la fiducia di Barroso e dell’Europa

merkel interessata al cambio di governo italiano

Enrico Letta conclude il suo mini tour europeo, incontrando il capo dell’esecutivo Ue Josè Manuel Barroso nella sede della Commissione Europea, a Bruxelles. “Sono lieto che il premier Letta abbia scelto di venire a Bruxelles come prima iniziativa” ha dichiarato Barroso, una volta terminato l’incontro con il premier italiano.

[ad]“La stabilità politica – aggiunto Barroso – sta tornando a regnare in Italia con l’elezione del Quirinale e con un sostegno ad ampio spettro  del nuovo esecutivo. Sono molto molto fiducioso che l’Italia sarà in grado di poter uscire dalla procedura di deficit eccessivo”. Per il capo dell’esecutivo Ue “la stabilità è una precondizione vitale  per le riforme e per le misure indispensabili per la crescita, che si possono attuare solo con finanze pubbliche sane e in buone condizioni”. Letta di rimando ha confermato a Barroso l’impegno dell’Italia nel mantenere “gli impegni assunti dal precedente governo con la Commissione Ue alla quale presenteremo nei prossimi giorni i modi su come rispettarli”.  Alla fine del tour europeo Enrico Letta si è detto “più ottimista di quando sono partito”.

Presidente Congilio Ue Herman Van Rompuy

[ad]Letta ha ricevuto anche l’appoggio del presidente del Consiglio Ue Van Rompuy. “L’Unione Europea continuerà a sostenere l’Italia nel perseguimento del nostro comune impegno al superamento della crisi economica e nella promozione della crescita e del lavoro; nel fare un uso pieno dell’esistente flessibilità mantenendo al contempo la solidità delle finanze pubbliche”.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

Lascia un commento