•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 6 settembre, 2013

articolo scritto da:

Alfano: “La fiducia del Quirinale in Berlusconi è ben riposta, nessun piano B di Letta”

Il Quirinale si fida del sostegno  al governo di Enrico Letta dichiarato a più riprese da Silvio Berlusconi? Fa bene, anzi benissimo. E’ il succo dell’intervento di oggi del segretario del Pdl (e ministro dell’interno) Angelino Alfano, che dunque si trova a commentare le dichiarazioni trapelate ieri da ambienti della Presidenza della Repubblica sulla necessità di scongiurare una crisi del governo Letta.

“La fiducia del Presidente Napolitano nel Presidente Berlusconi è ben riposta – ha dichiarato Alfano da Siracusa, dove ha incontrato i prefetti del territorio regionale – perché Berlusconi è il leader politico che da due anni sostiene governi che non sono guidati da lui e non sono neppure guidati da un esponente del suo partito”.

Da questo punto di vista, infatti, Alfano accomuna l’esecutivo presieduto da Mario Monti e quello attualmente guidato da Enrico Letta “che, è bene ricordarlo, è stato fortemente voluto da Berlusconi e dal Pdl, mentre il leader del Pd indugiava in improbabili accordi con i grillini e faceva di tutto per fare perdere tempo al paese“.

lodo alfano

Addirittura, secondo il vicepresidente del Consiglio, a Berlusconi si dovrebbe riconoscere il merito di avere dato al paese due governi negli ultimi ventiquattro mesi: “Stiamo parlando dell’uomo che da due anni fa sì che il nostro paese abbia dei governi, cioè Berlusconi, pur non pretendendo che a guidarli sia un esponente del Pdl, accettando pure, nella fine della scorsa legislatura, un governo retto da una maggioranza di parlamentari del centrodestra che nella scorsa legislatura avevano vinto le elezioni”.

L’attuale inquilino di Palazzo Chigi avrebbe allo studio qualche “piano B”, qualora il Pdl ritirasse nei prossimi giorni il suo sostegno all’esecutivo? Alfano è convinto di no: “Mi sento di escludere che il presidente Enrico Letta stia lavorando a piani e soluzioni alternative a questa maggioranza. E lo ha ribadito più volte”. Una stoccata al Pd e potenziali alleati, però, il titolare del Viminale la lancia: “La sinistra sappia che l’unica forma di volontariato alla quale il Pdl possa partecipare è quella che guarda al bene del Paese e mai e poi mai a ribaltoni e sostegni a governi più sinistri di quelli che ha conosciuto la storia recente”.

Alfano liquida in una battuta chi gli chiede un commento sulle motivazioni della sentenza che hanno portato alla condanna di Marcello Dell’Utri per concorso esterno in associazione mafiosa (“Quando sono stato Guardasigilli, Berlusconi mi diede la possibilità di fare approvare il sistema di contrasto a Cosa nostra più efficace e più forte della nostra storia“) e si concentra sull’immigrazione, proprio nella regione più interessata dagli sbarchi.

“La Sicilia, ancora una volta, sta pagando un conto altissimo all’immigrazione e ritengo che il governo debba porre un’attenzione speciale all’isola – ha detto -. Oggi la Sicilia ha un’emergenza delle emergenze, collocata a Siracusa. Non permetteremo che gli sbarchi mettano a rischio la sicurezza del nostro paese. Faremo una serie di iniziative volte a rafforzare il sistema della sicurezza ma anche dell’accoglienza. Accelereremo ad esempio l’esame per i rifugiati, aumentando il numero di commissioni”.

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

Lascia un commento