•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 25 ottobre, 2011

articolo scritto da:

Cronache de “Il nostro tempo” – Bologna 22-23 Ottobre 2011

"Il nostro tempo"

Sabato e domanica è Bologna si è svolta l’iniziativa organizzata da Pippo Civati e Debora Serracchiani “Il nostro tempo”. L’iniziativa si è svolta in un grande tendone con le pareti trasparenti. I passanti si fermano e sbirciano dentro. Sembra quasi una metafora del Partito di cui, all’interno, si sente tanto il bisogno: trasparente, aperto e vicino alle persone. Tanti i leader del centrosinistra, da Rosy Bindi a Dario Franceschini, passando per Nicola Zingaretti, Vasco Errani, Enrico Rossi e Ivan Scalfarotto.
[ad]Lo scopo dell’iniziativa era sopprattutto raccogliere e presentare idee e proposte. Sul palco si sono avvicendati politici e semplici cittadini, amministratori e esperti.
L’iniziativa voleva soprattutto essere un modo per riavvicinare le persone alla politica. Il bisogno di ridurre la distanza è sempre più grande. Lo mostra bene un aneddoto che racconta Alessandro Gilioli: la difficoltà di recuperare tanta gente a un minimo di speranza nella politica l’ha vista sabato, quando due ragazzi poco più che maggiorenni, a spasso per i fatti loro, sono passati per piazza Maggiore, hanno messo il naso nel tendone di Civati e Serracchiani, hanno visto lo scatolone per il fund raising all’ingresso e hanno commentato: “Oh, vogliono pure dei soldi, dopo tutto quello che ci hanno fregato”.
Chiare le proposte della due giorni. Si chiedono primarie per scegliere i parlamentari, l’adozione di strumenti referendari anche all’interno del Pd e la possibilità di partecipare alle campagne che gli elettori sostengono. Si è proposta anche una grande campagna politica e culturale contro i conflitti di interesse e contro la corruzione da raggiungere attraverso una maggiore trasparenza nel finanziamento ai partiti (associazioni e fondazioni comprese), una riduzione sensibile dei costi della politica (metà parlamentari a metà prezzo) e il superamento del regime del rimborso elettorale sostituito da campagne di finanziamento, come quelle che sostengono l’iniziativa di Bologna.
"Il nostro tempo"
Sono state anche proposte politiche in campo ambientale e per un’edilizia di qualità, per il rispetto dell’agricoltura e del paesaggio. Si è parlato di mobilità sociale e rilancio dell’economia proponendo una riforma fiscale che premi il lavoro e l’impresa e gravi maggiormente sui patrimoni, partendo da quelli immobiliari, un tabù solo italiano da sfatare. Si è discusso di welfare proponendo un patto per dare la pensione ai giovani, con il contributo di tutti, e una rivisitazione complessiva del sistema degli ammortizzatori sociali, che nessuno ha mai inteso riformare, in questi anni.
Infine, da Bologna Pippo Civati ha lanciato la sfida: “Se qualcuno vuole affermare che i ruoli di segretario e di candidato premier vanno distinti, allora le due questioni vanno affrontate entrambe, insieme. Che si voti l’anno prossimo o nel 2013, i nostri elettori dovranno poter scegliere un candidato premier e un segretario nazionale che lo sostenga con determinazione. Con lo spirito però del nostro tempo. E quando sarà il momento, in ogni caso, nella lealtà, nella collaborazione, nel progetto politico, noi ci saremo e ci saremo fino in fondo”.

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle Voluttà

La colazione dei cavalieri

La colazione dei cavalieri

articolo scritto da:

Trackbacks