•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 18 gennaio, 2014

articolo scritto da:

Sondaggio SWG: sempre di più i favorevoli a depenalizzare le droghe leggere e legalizzare la prostituzione

sondaggio swg droghe leggere

Sondaggio SWG: sempre di più i favorevoli a depenalizzare le droghe leggere e legalizzare la prostituzione

Uno studio realizzato da SWG ha indagato l’opinione pubblica rispetto a due temi importanti, le droghe leggere e la prostituzione, evidenziando risultati interessanti in termini di cambiamento del pensiero degli italiani.

Riguardo al consumo di droghe leggere, rispetto al quale è attualmente in vigore la Legge Fini-Giovanardi, i dati ci mostrano come coloro che ritengono che esso debba essere depenalizzato o legalizzato (46%) superino quelli che invece pensano che debba continuare ad essere punito come il consumo di droghe pesanti (37%). I dati però variano radicalmente a seconda dell’orientamento politico degli intervistati: fra gli elettori di centrodestra infatti chi si ritrova d’accordo con l’attuale legislazione in materia (45%) prevale, seppur di poco, sui sostenitori della depenalizzazione e della legalizzazione (40%); le due posizioni si equivalgono invece fra gli elettori di centro e i “non collocati”. Fra i votanti di centrosinistra è piuttosto netta la prevalenza di chi ritiene che il consumo vada legalizzato (33%) o depenalizzato (31%) rispetto a chi la equipara alle droghe pesanti (23%). Quest’opinione risulta ancora più marcata fra gli elettori del Movimento 5 Stelle: il 49% è infatti direttamente per la legalizzazione, contro il 23% che ritiene debba essere depenalizzato l’uso e soltanto un 18% che sostiene la “tolleranza zero” verso chi consuma le droghe leggere.

sondaggio swg droghe leggere

Passando ad analizzare i dati che riguardano l’opinione degli italiani sulla legislazione concernente la prostituzione, a distanza di quasi 56 anni dalla Legge Merlin che stabilì la chiusura delle “case di tolleranza”, i giudizi appaiono più netti e sostanzialmente più omogenei fra le parti politiche, con alcune distinzioni. Complessivamente, infatti, ben il 61% è favorevole alla legalizzazione della prostituzione così da poter risolvere il problema dello sfruttamento, un significativo 20% pensa vadano maggiormente puniti i clienti, mentre sono fortemente minoritari coloro che sostengono maggiori sanzioni per le prostitute o di lasciare le cose come stanno. I dati più alti a favore della legalizzazione si rintracciano nell’elettorato di centrodestra (75%) e in quello “grillino” (76%), mentre gli elettori di centrosinistra risultano in linea con il dato italiano, comunque ampiamente maggioritario. L’unico elettorato dove il sostegno alla legalizzazione rimane inferiore alla metà degli elettori sono i “centristi”, fra i quali si concentra maggiormente l’elettorato cattolico.

sondaggio swg prostituzione

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

12 Commenti

  1. Salvatore Caputo ha scritto:

    …soldi guadagnati dallo stato e tolti alle mafie. Sarebbe un doppio guadagno e magarpotremmo pagare meno tasse.

  2. Guido Zaccaro ha scritto:

    Vai..che ci paghiamo il debito pubblico! ..

  3. Ugo Bruschi ha scritto:

    Bene!.. Come per le slot le lobbi massone, faranno un pensierino e poi legalizzeranno, così i soldi entreranno nelle loro tasche e non in qle delle organizzazioni malavitose. Alla fine cambia solo il nome, ma in realtà sono semplici concorrenti nello stesso settore del RUBARE.

  4. Lucia Locatelli ha scritto:

    Purtroppo si fa semplice ma non è affatto così. X le droghe Borsellino insegna. Finché viene utilizzata in medicina ok ma x il resto andiamoci piano, sarebbe un disastro x le persone più fragili. La mafia si riorganizzebbe immediatamente e ci farebbe una risata. Altra cosa è lottare senza sosta a livello mondiale.

  5. Alberto Tosetto ha scritto:

    evvai come nel terzo mondo!

  6. Michele Moreni ha scritto:

    purtroppo lo stato ha fallito nella repressione, é ora che si adoperi per una regolarizzazione.

  7. Barbara Romana ha scritto:

    Favorevole 🙂

  8. Gabriele Hakim ha scritto:

    La prostituzione è legale…

  9. Massimo Castelli ha scritto:

    Assolutamente favorevole!
    Lo stato non è riuscito a debellare la professione più antica della storia? qualcuno aveva dei dubbi? lo stato e riuscito a fare un po’ meno di Don Benzi? Allora lo stato si preoccupi ora di pensare alla salute della gente ed alle tasse che queste persone debbono pagare!
    In Germania si parla di 1,2 milioni di prestazioni giornaliere, con un fatturato di 14,5 miliardi di euro l’anno dei quali almeno 2 miliardi vengono incassati dal fisco.

  10. Giuseppe Costa ha scritto:

    ma si fanno referendum su tutto perché non farne uno su una materia etica così importante io sono inutile dirlo favorevole ad entrambi

  11. Giuliana Ceccarelli ha scritto:

    Un paese moralmente allo sbando :(…e vogliamo lamentarci dei politici? Rappresentano una larga fetta

  12. EmanueleTardino ha scritto:

    Per la canapa sarebbe giusto liberalizzarla al losto di monopolizzarla, per la prostituzione vista la situazione critica sono d’ accordo a legalizzarla.

Lascia un commento