Sondaggi elettorali: la Cosa Rossa di Bersani ruba voti a Pd e Movimento 5 Stelle secondo Tecné

Sondaggi elettorali: la Cosa Rossa di Bersani ruba voti a Pd e Movimento 5 Stelle La situazione all’interno del Pd è lungi dall’essere tranquilla. Salutati gli scissionisti dalla California, ora il problema vero per Matteo Renzi è il calendario congressuale. Calendario che è strettamente legato ad un altro evento che è nei pensieri dell’ex segretario: le elezioni politiche. Secondo quanto riportano i giornali, Renzi avrebbe studiato il cammino da qui al voto fissando le tappe secondo questo schema: 9 aprile la scelta del nuovo segretario dem e poi Politiche l’11 giugno come nei desiderata dell’ex premier. Soluzione ardua e quanto mai difficile visto l’ostilità di gran parte delle forze politiche e di parte del Pd non renziano. Non solo, le intenzioni di voto non arridono al Partito Democratico in questo momento. Secondo l’ultimo sondaggio effettuato da Tecné per Matrix, il Pd senza la minoranza dem raccoglierebbe il 22,8% dei voti. La Cosa Rossa invece prenderebbe il 10,3%. Quanto basta per fermare i sogni di gloria di Renzi. Sondaggi elettorali: Bersani ruba voti a Pd e M5S Chi invece pensava che la scissione dem avvantaggiasse il Movimento 5 Stelle, rimarrà in parte deluso. I pentastellati saranno sì la prima forza politica... View Article