Le contro-consultazioni del Movimento 5 Stelle

Pubblicato il 15 Febbraio 2014 alle 13:10 Autore: Redazione
Le contro-consultazioni del Movimento 5 Stelle

Le contro-consultazioni del Movimento 5 Stelle

In Piazza Montecitorio i parlamentari del Movimento Cinque Stelle incontrano gli attivisti e i liberi cittadini. Consultazioni pubbliche, in contrasto e aperta provocazione a quelle che nella stessa giornata si stanno svolgendo al Quirinale, fra il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e i capigruppo dei maggiori partiti al governo, a seguito della crisi istituzionale e delle dimissioni del premier uscente Enrico Letta.

I Cinque Stelle, che hanno rifiutato di prendere parte alle consultazioni al Colle, come la Lega, oggi si ritrovano in Piazza e, a braccio, gli onorevoli si succedono al microfono in un comizio collettivo per dire la propria sulla situazione nazionale.

Roberta Lombardi, Giulia Grillo, Manlio Di Stefano e Alessandro Di Battista, fino ad ora, hanno catalizzato l’attenzione dei presenti, seduti in semicerchio come in un’assemblea auto-convocata. Slogan alternati a insulti e fischi nei confronti del governo e dei suoi esponenti.

 Le contro-consultazioni del Movimento 5 Stelle

 

È Paola Taverna, sopratutto, a tenere banco; applauditissima, accende gli animi con battute colorite nel suo stile e intercalari in dialetto romanesco: “Per me ce stanno a tirà un grandissimo pacco. A voi piace questo governo? A voi piace il nuovo premier? Allora mandiamoli a casa! Ecco, stiamo facendo le consultazioni. Io voglio consegnare queste consultazioni al Capo dello Stato”.

Redazione




L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →