13/11/2014

Minoranza Pd si spacca, nasce “Sinistra di governo”

autore: Alessandro Genovesi

L’accordo sul Jobs Act raggiunto all’interno del Partito democratico ha aperto un problema politico non di poco conto all’interno della minoranza. Il rapporto tra il premier Renzi e la sinistra Pd potrebbe essere arrivato ad un punto di svolta. Almeno così lascia intendere l’evento organizzato sabato pomeriggio a Milano “La sinistra di Governo, valori, idee, impegni per l’Italia”.

Come riporta l’Huff Post, infatti, il convegno lanciato dall’ala bersaniana punta a mettere al centro le istanze della sinistra dentro il governo. Illustre la rosa di partecipanti: oltre all’ex segretario dem Pierluigi Bersani, ci saranno il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina, il sottosegretario Paola De Micheli, il capogruppo Roberto Speranza, l’ex ministro Cesare Damiano e l’ex governatore dell’Emilia Romagna Vasco Errani.

cuperlo_renzi_civati

Saltano all’occhio le illustri assenze di Gianni Cuperlo (“Non mi hanno invitato”), Stefano Fassina e Pippo Civati. Quest’ultimo sembra ormai sempre più lontano dal partito. L’appuntamento potrebbe rappresentare la rottura del fronte anti-renziano: sinistra di governo di pone infatti come componente che cerca il dialogo con il premier-segretario e certifica l’assoluta volontà dei bersaniani e dei lettiani di non scindersi dal Pd.

Autore: Alessandro Genovesi

Classe 1987, laureato in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Udine, è da sempre appassionato di politica e di giornalismo. Oltre ad essere redattore di Termometro Politico, collabora con il quotidiano Il Gazzettino Su twitter è @AlexGen87
Tutti gli articoli di Alessandro Genovesi →