•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 15 novembre, 2014

articolo scritto da:

Mario Capanna: c’è chi manifesta, chi sciopera e chi soffia sul fuoco

La situazione economica e sociale è quella che è. Il monito questa volta arriva da un uomo abituato ai conflitti sociali. Mario Capanna, leader storico del ’68, parla dei rischi che secondo il suo punto di vista stiamo correndo in Italia.

Mario Capanna, politico oltre che scrittore, afferma:  “Non mi fate fare predicozzi. Non sono il tipo. Però, sì, la situazione, che per ora è stata tenuta responsabilmente sotto controllo, si sta deteriorando. E trovare lo scimunito che tira fuori una pistola e spara non è campato così in aria”. Queste le parole con cui Mario Capanna, già leader di Democrazia proletaria preoccupato per la fase che l’Italia sta attraversando.

Il due volte parlamentare e tra i più noti leader del movimento del Sessantotto al Quotidiano Nazionale esterna le sue riflessioni: “Senza esagerare, dico che la situazione socio-economica generale è insostenibile. Abbiamo disoccupazione e contratti bloccati come quello del pubblico impiego e settori strategici come le acciaierie che necessitano di risposte”.

mario capanna

“Non mi pare che si possa imputare loro volontà di violenza – aggiunge Capanna su sindacati e studenti – Mi sembra che ci sia un senso della misura” ma “occorre che l’intervento politico sia efficace. Occorre che si distingua bene tra chi manifesta e sciopera, diritto inalienabile, e chi invece soffia sul fuoco”.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: