•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 4 febbraio, 2015

articolo scritto da:

Fitch, debole e fragile la crescita dell’Italia nel medio termine

La Fitch Ratings, agenzia internazionale di valutazione del credito, definisce “deboli” le prospettive di crescita dell’economia italiana e “fragile” l’outlook nel breve termine. Nonostante riconosca che la rapida elezione del nuovo Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dovrebbe permettere al governo italiano e al parlamento di concentrarsi sulle riforme istituzionali ed economiche, la Fitch spiega che “le riforme strutturali migliorano il potenziale di crescita solo nel medio termine e che i problemi strutturali di lunga data hanno ridotto il potenziale di crescita dell’Italia, suggerendo che la spinta nel 2015 proveniente dai bassi costi del petrolio, dal Qe della Bce e dal deprezzamento dell’euro potrebbe essere limitata”.

Inoltre – si legge nella nota diffusa dall’agenzia di rating – “la decisione unilaterale del premier Renzi di nominare Mattarella potrebbe creare tensioni all’interno della coalizione di governo e con Forza Italia. Quest’ultimo partito potrebbe essere ora meno disposto a collaborare sulle riforme istituzionali per migliorare la stabilità del sistema politico in Italia. Quindi le scelte politiche potrebbero continuare a riflettere trattative tra ed entro i maggiori partiti”. Profezia in parte già avveratasi oggi con la rottura del Patto del Nazareno.

Erika Carpinella

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: