•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 4 febbraio, 2015

articolo scritto da:

Forza Italia dice addio al Patto del Nazareno Pd gelido “Meglio così, riforme più veloci”

Berlusconi e Renzi

Caos Forza Italia, Fitto: “Azzerare tutte le cariche”. Ieri il colloquio con Silvio Berlusconi dopo le tensioni scaturite dalla questione Quirinale, oggi il frondista azzurro Raffaele Fitto ribadisce il proprio punto di vista convocando una conferenza stampa: “Chiediamo l’azzeramento di tutte le cariche di partito e nei gruppi. In politica non si può essere uomini di tutte le stagioni”.

Fitto: “Congresso o primarie”

Il cambiamento dentro Forza Italia dovrà arrivare, secondo Fitto e la corrente che a lui fa capo, attraverso un “un meccanismo democratico: congresso o primarie ne discuteremo”.

Dell’Ufficio di Presidenza, aggiunge, “non riconosciamo la valenza politica, giuridica e statutaria e la sua convocazione oggi non va certo nella direzione della richiesta di azzeramento degli organismi di partito”. Un ufficio di Presidenza ristretto, convocato da Berlusconi a Palazzo Grazioli, che riceve le critiche anche di Michaela Biancofiore, tra le più fedeli all’ex Cavaliere: “Vorrei comprendere chi ha partorito, in un momento di estrema delicatezza interna del partito nel quale milito dal 1994, la convocazione odierna e frettolosa del comitato di presidenza di Forza Italia ristretto, che taglia fuori cioè tutte le persone (ivi compresa la sottoscritta) da sempre leali al Presidente”. Silvio Berlusconi, a quanto riferiscono i partecipanti alla riunione a palazzo Grazioli, ha spiegato di aver deciso di convocare un ufficio di presidenza ristretto a solo chi ha diritto di voto per venire incontro alle osservazioni che ieri gli aveva fatto Raffaele Fitto sulla legittimità dell’organismo stesso. Inoltre avrebbe aperto la riunione dell’ufficio di presidenza azzurro, chiedendo ai capigruppo Brunetta-Romani di convocare per mercoledì prossimo l’assemblea dei parlamentari rinviata oggi per la scarsa presenza dei deputati e senatori a Roma.

caos forza italia

Non sembra dunque esser servito a molto il “lungo e franco” colloquio di ieri con l’ex Cavaliere: “Magari le opinioni non si incontrano, ma Berlusconi ha bisogno di chi dice le cose con chiarezza. Questo è il tema”.

Berlusconi prendeva tempo: “Quando il gatto non c’è…”

Berlusconi, come ha tenuto a precisare in occasione della sua presenza al Colle per l’insediamento di Mattarella, aveva provato a prendere tempo: “Delle questioni interne al partito parleremo quando tutto questo sarà finito”. Glissando poi la questione con la consueta ironia: “Lo sapete come dice il proverbio: quando il gatto non c’è i topi ballano”. Fitto invece sembra voler accelerare: “Non si può più derogare, ce lo chiedono milioni di elettori che ci abbandonano purtroppo ogni giorno come dimostrano i sondaggi”. Ed ha aggiunto: “I ruoli, compreso il mio, si devono assumere non perché si viene nominati ma perché si viene eletti”. Quindi è necessario “sostituire l’attuale gruppo dirigente con un gruppo dirigente eletto dai nostri elettori, troviamo il modo”. Secondo il frondista azzurro, inoltre, “il logoramento di Berlusconi e di Fi sta avvenendo ad opera di altri e quindi se non sarà possibile avviare questo confronto serio nel partito, all’interno, lo faremo partendo dai territori e inizieremo a girare il Paese”.

Toti: “Patto del Nazareno è rotto” Il Pd fa spallucce: “Meglio così”

Il gruppo di vertice di Forza Italia, secondo quanto apprende l’Adnkronos da fonti azzurre, avrebbe messo a disposizione in blocco i propri incarichi nel corso dell’ufficio di presidenza a palazzo Grazioli. Le dimissioni sarebbero state messe sul tavolo in primis dai capigruppo di Camera e Senato, Renato Brunetta e Paolo Romani, oltre ai rispettivi capigruppo. Ma Berlusconi le ha rifiutate.

Allo studio sarebbe anche, secondo alcuni, un documento sul patto del Nazareno, che, sia pure in forma ‘soft’, prefigurerebbe la messa in mora dell’intesa con il premier Matteo Renzi. Voci confermate dalle parole del consigliere politico di Berlusconi. “Il patto del Nazareno così come lo avevamo interpretato fino ad oggi noi lo riteniamo rotto – ha detto Toti  – Il cammino delle riforme il governo ha già detto con grande chiarezza che proseguirà. Noi non ci sentiamo legati a condividere un percorso nel suo totale perché quel totale prevedeva un presupposto fondamentale che era: sulle istituzioni si sceglie insieme e dunque anche sul capo dello Stato”. Toti infine avvisa Renzi “Stando ai numeri che abbiamo espresso in Senato io non starei così sereno. Forza Italia è stata più volte determinante”.

Pronta la replica del Pd. “Se il patto del Nazareno è finito, meglio così. La strada delle riforme sarà più semplice. Arrivare al 2018 senza Brunetta e Berlusconi per noi è molto meglio” scrive in una nota Debora Serracchiani, vice segretario dem. Dello stesso parere il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Luca Lotti.  “Contenti loro, contenti tutti. Ognuno per la sua strada, è meglio per tutti. Per noi, sicuramente”. Allo stop di Forza Italia al patto del Nazareno, il ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi replica: “Abbiamo una maggioranza ampia alla Camera. Andiamo avanti. Se ci ripensano, siamo qui”.

Orfini: “Senza loro di loro è più facile”

“Nel momento in cui registriamo una perdita di disponibilità e di serietà diventa più semplice fare le riforme, perché cercare una convergenza larga comporta una faticosa opera di mediazione”. Con Forza Italia fuori dal Patto la minoranza Pd avrà un peso maggiore? “La minoranza Pd ha sempre avuto un grande peso. La legge elettorale è cambiata perché ha raccolto le critiche venute anche dall’interno del partito. Ma ormai l’Italicum resta com’è, è una legge completa difficilmente migliorabile” ha dichiarato il presidente del Pd Matteo Orfini.


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

28 comments
Lidia Mora
Lidia Mora

ma chi e questo anche lui condannato e avanza pure pretese

Lodovico Scolari
Lodovico Scolari

Continuerà la guerra nel centro-destra, mentre Renzi se la ride.

Giuseppina Circhirillo
Giuseppina Circhirillo

Grande Enrico!!!; è fantastico il tuo commento...posso pubblicarlo nella mia pagina?

Antonio Rossi
Antonio Rossi

Ragione hai Giuseppe, assieme a questi metti anche i fascisti in camicia verde che da una vita litigano e si danno dei mafiosi con il B.e poi si inginocchiano ai piedi del padrone se vogliono una poltrona.

Antonio Rossi
Antonio Rossi

Aspettiamo ancora un po fino che il padrone chiuda i rubinetti.

Rita Mariani
Rita Mariani

Nulla...i piddioti andranno avanti. ..fino a che il popolo cojone glielo permetterà. ..

Annita Mastrodomenico
Annita Mastrodomenico

faranno esattamente quel che chiede il "porco galeotto ". .. Forza Italia è di sua proprietà non di Fitto....

Annita Mastrodomenico
Annita Mastrodomenico

Altra sceneggiata! . Questi gran fanfaroni faranno esattamente quel che chiede il "porco galeotto" , che deve guadagnare con le sue aziende. .. Forza Italia è di sua proprietà non di Fitto.

Luca Lodi
Luca Lodi

E' l'ora di una bella retata, forza!

Enrico Carboni
Enrico Carboni

Bravo Fitto. Comincia con quel sciacquacoglioni di Totti, proseguì con la bambola classificata fascista e poi vai avanti con il gran bravo ragazzo di Verdini e quel zerbino fi Gasparri occhio di li ce. Fatto questo, tutti fuori dai COGLIONI. Tutti i NON nominati che valgono meno del 2 di picche : CABRONES, sgorbi da circo per bambini e giovani e vecchie sguattere, possono andare a fare lavori in discariche fognarie è altre a sciacquare pappagalli e padelle negli ospedali.

Mario Domenici Brancaleone
Mario Domenici Brancaleone

Minchiate... un po' di scene per far gli offesi, e domani incostituzionalità della legge Severino

Giuseppina Congiusta
Giuseppina Congiusta

ma vattene a casa e impara a lavorare, ma quanto vi piace la poltrona sembra che ha la colla, non vi volete scollare

Franca Gentili
Franca Gentili

Il PD fa' spallucce poiche' ha risolta ,si e' ricompattato con gli estremisti ed ora avra' i voti che gli servono ...

Carlo Sottile
Carlo Sottile

poi col referendum sulle riforme prenderanno la batosta finale....non credo siamo cosi polli

Trackbacks

  1. […] a tre fra Renzi, Berlusconi e Alfano”. L’augurio di Cicchitto è che Renzi smetta “il suo delirio di onnipotenza”. Un parere che trova d’accordo anche un altro esponente Ncd, Sergio Pizzolante, che nel […]