01/06/2018

Alfonso Bonafede: chi è il ministro della Giustizia del M5S

Prescrizione reati tributari, edilizi e ambientali: cosa prevede la riforma. riforma intercettazioni Alfonso Bonafede: chi è il ministro della Giustizia M5S Daisy Osuke

Alfonso Bonafede: chi è il ministro della Giustizia del M5S in quota M5S.

Da possibile premier a nuovo ministro della Giustizia nel governo Conte. Il nome di Alfonso Bonafede, fedelissimo di Di Maio e attivista 5 Stelle della prima ora, era circolato nelle scorse settimane nella rosa dei papabili nomi alla premiership, che sarebbe stata di matrice pentastellata. La sorgente è rimasta la stessa, ma a cambiare è stata la destinazione. E così Alfonso Bonafede, avvocato che con Giuseppe Conte condivide professione e città in cui lavora, è il nuovo ministro della Giustizia dell’esecutivo M5S-Lega. Andiamo a conoscerlo più da vicino.

Alfonso Bonafede: chi è il nuovo ministro della Giustizia

Alfonso Bonafede nasce a Mazara del Vallo (Trapani) il 2 luglio 1976. A 19 anni, finita la Maturità, si trasferisce a Firenze, dove si laurea in Giurisprudenza e poi, dal 2002, collabora come cultore della materia di Diritto Privato. Nel 2006 consegue il dottorato di ricerca all’Università di Pisa, sempre sulla disciplina giurisprudenziale. Il 2006 è l’anno in cui diventa avvocato presso il Foro di Firenze. Ma è anche l’anno in cui inizia la sua attività politica, partecipando al meet-up fiorentino “Amici di Beppe Grillo”. Nel 2009 si candida alle amministrative fiorentine, ma ottiene solo l’1,82%. Alle Parlamentarie ottiene un ottimo successo nella circoscrizione Toscana, mentre è del 2013 il suo ingresso in Parlamento. Quindi si arriva al 4 marzo 2018, quando si candida al collegio uninominale di Firenze-Novoli-Peretola. La sua benedizione arriva però dallo stesso Di Maio, che nel presentare la lista dei ministri del governo 5 Stelle, “promuove” Bonafede al Ministero della Giustizia.

Giulia Grillo: chi è il nuovo ministro della Salute.

Nella XVII Legislatura è il vicepresidente della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati. Tra le sue attività in Parlamento spicca la sua firma sulla proposta di legge sul divorzio breve; nonché la proposta di legge sull’introduzione della class action nel nostro Paese, approvata dalla Camera all’unanimità il 3 giugno 2015. Ma la misura, viste le eventuali modifiche che la Boschi annuncia qualche giorno dopo l’approvazione alla Camera, si blocca in Senato.

Chi è Alfonso Bonafede: le sue idee

Attivista convinto del M5S, nel 2016 Alfonso Bonafede è un membro del gruppo di coordinamento e supporto dei comuni governati dai 5 Stelle insieme a Giancarlo Cancelleri, Riccardo Fraccaro e allo stesso Di Maio. A Bonafede è riservata l’area Centro e Sardegna, mentre da dicembre 2016, assieme a Fraccaro, si occupa anche del Comune di Roma. Per la nota piattaforma Rousseau è il responsabile della funzione Scudo della Rete. Con Conte hanno lavorato nella stessa università ed è proprio di Bonafede il merito di aver avvicinato il nuovo premier al Movimento 5 Stelle.

Interessanti alcune sue dichiarazioni in termini di giustizia. Bonafede ha infatti giudicato “una follia” la riforma delle intercettazioni; è inoltre convinto che ci sia bisogno di più magistrati. Infine tra i suoi obiettivi spunta anche un nuovo piano carceri.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM