articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Sondaggi politici Quorum e Cattaneo Zanetto & Co: dove si informano i parlamentari italiani?

sondaggi politici, Governo, boom di richieste di mutui casa alla banca del Parlamento, Alberto Bonisoli

Sondaggi politici Quorum e Cattaneo Zanetto & Co: dove si informano i parlamentari italiani?

Dove si informano i parlamentari italiani? Che telegiornale guardano? Quale quotidiano preferiscono aprire la mattina per aggiornarsi sulle notizie più recenti? A fare queste domande a senatori e deputati della Repubblica ci ha pensato Quorum insieme a Cattaneo Zanetto & Co. L’indagine ha interessato un campione di 94 parlamentari ed è stata poi pubblicata su Il Sole 24 Ore.

Sondaggi politici: la classifica dei quotidiani e tg preferiti

Secondo il sondaggio, l’Ansa viene considerata la fonte più attendibile dagli interpellati raccogliendo un punteggio di 8 su 10. Seguono la BBC (7,5) e Il Sole 24 Ore (7,3). Gli ultimi tre posti sono occupati da giornali di orientamento di centrodestra Il Foglio, Il Giornale e Libero, tutti tra il 4,5 e il 4,3 di valutazione.

Il Tg più visto è SkyTg24 (84,%) seguito dai Tg Rai (79%) e il Tg La7 (77%). Le rassegne stampa nazionali (75%) e la stampa locale (50%) sono invece le informazioni cartacee più lette dai parlamentari. Seguono Corriere della Sera (45%), Fatto Quotidiano (40%) e Sole 24 Ore (39%).

Il Social più utilizzato da deputati e senatori per consultare notizie rimane Facebook (70%) con Whatsapp al secondo posto (68%). Terzo Twitter al 62%.

Tra i parlamentari della Lega, il quotidiano più letto dopo rassegne stampa e stampa locale, è Libero (61%), giornale vicino alle istanze sovraniste del Carroccio targato Salvini. I parlamentari del Movimento 5 Stelle invece preferiscono l’informazione del Fatto Quotidiano (39%) al secondo posto dopo le rassegne stampa. Repubblica (90%) con il Corriere della Sera (85%) rimangono i giornali di fiducia dei deputati e senatori dem che non didesgnano nemmeno Il Foglio di Cerasa (76%).

Infine una chiosa sulle fake news. Per il 65% dei parlamentari pentastellati e il 73% di quelli leghisti “la cattiva informazione dei media tradizionali è più grave delle fake news”. Il 96% dei senatori e deputati Pd e il 98% dei forzisti concorda invece con l’affermazione “le false notizie favoriscono le tedenze populiste”. Dichiarazione quest’ultima che trova d’accordo solo il 4% dei parlamentari leghisti e pentastellati. A dividere le due tifoserie è anche un’altra affermazione: “Lo stato dovrebbe fare di più per rendere più facile distinguere ciò che è vero e ciò che è falso su Internet”. La maggioranza di parlamentari Pd e FI si dice d’accordo con questa dichiarazione. Contraria invece la maggioranza giallo verde.

Sondaggi politici Quorum e Cattaneo Zanetto & Co: nota metodologica

Data o periodo in cui è stato realizzato il sondaggio: dal 19 giugno al 6 luglio. Campione di 94 deputati e senatori, rappresentativo del Parlamento della XVIII legislatura per età, sesso, area geografica, gruppo di appartenenza e Camera di elezione. 94 deputati e senatori su 945 totali. Metodo raccolta delle informazioni
: CATI CAWI PAPI CAPI.

PAGINA SPECIALE SULLE ELEZIONI POLITICHE A QUESTO LINK

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: venerdì, 20 Luglio 2018