30/08/2018

Pace fiscale e flat tax in autunno 2018: Salvini conferma la tabella di marcia

autore: Giuseppe Spadaro
Sondaggi elettorali Demos: bene la Lega, ancora giù il M5S

Pace fiscale e flat tax in autunno 2018: Salvini conferma la tabella di marcia

Salvini conferma la Flat tax


Salvini non ha alcuna intenzione di fare marcia indietro. Nell’intervista pubblicata dal Corriere della Sera rilancia gli obiettivi annunciati. ‘Noi metteremo al centro la crescita e la pace fiscale. Perché? Lo spiega a chiare lettere il vicepremier e segretario della Lega. ‘Ti porta soldi e non li porta via, e ti consente di avviare la flat tax’. La ripete da mesi il Ministro degli Interni e sembra aver ben chiara la scaletta delle misure da affrontare. Smentita dunque qualsiasi possibilità di rinvio in tema di pace fiscale e flat tax di cui pure si era iniziato a vociferare.

Pace fiscale, Salvini sui tempi ‘Entro agosto risultati gruppi di lavoro’

Sui tempi Salvini è altrettanto chiaro. ‘Conto di avere – dice il ministro – entro la fine di agosto i risultati dei gruppi di lavoro che abbiamo istituito, compreso ovviamente anche il capitolo sul reddito di cittadinanza’. Il tutto per essere pronto in occasione della manovra d’autunno. E poi l’affondo: ‘Di sicuro la manovra d’autunno sarà diversa rispetto a quella degli ultimi anni, e daremo le prime e significative risposte sulla riduzione delle tasse’.

Pace fiscale, Salvini ‘Ci hanno eletto per cambiare’

Salvini spiega che è intenzione del Governo mantenere fede alla promessa fatta agli elettori: la promessa del cambiamento. ‘Ci hanno eletto per cambiare; se gli italiani avessero voluto proseguire sulla linea di Monti, Letta, Padoan, Renzi e Gentiloni, avrebbero votato in modo diverso’. E i cambiamenti dovranno essere anche nei numeri. ‘Cercheremo di cambiare anche alcuni numeri scelti a tavolino a Bruxelles, che molti paesi Ue ignorano bellamente’. Citando tra i Paesi ‘Francia, Spagna, Germania’.

L’ultima tema affrontato riguarda l’Ilva. ‘L’Ilva rischia di chiudere?’ chiede il giornalista. Risposta: ‘Penso che nessuno lo possa pensare realmente. Condivido – conclude Salvini – le parole di Di Maio che ci dovesse essere maggiore attenzione nella gara, ma l’obiettivo è che si continui a produrre’.

TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →