• 2
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 26 agosto, 2018

articolo scritto da:

Serie B 2018/2019, il focus: Ascoli, cambiati gli interpreti ma non l’obiettivo

Serie B Ascoli

Serie B 2018/2019, il focus: Ascoli, cambiati gli interpreti ma non l’obiettivo

L’aspetto più importante nel progetto di una società calcistica è indubbiamente il raggiungimento del proprio obiettivo stagionale, a qualsiasi costo e attraverso ogni strada percorribile.

Nel caso dell’Ascoli ad inizio stagione ci si era prefissati la salvezza come unico dettame stagionale.

Un traguardo per cui il patron Francesco Bellini ha costruito la rosa ormai due estati fa.

Al termine di una stagione travagliata, piena di intoppi, ma anche caratterizzata da una grande rimonta orchestrata nel girone di ritorno, il Picchio è riuscito ad ottenere la salvezza.

Attraverso il playout contro l’Entella, aver centrato la salvezza, per come si erano messe le cose nel girone d’andata, vale oro.

Gran merito dell’esito finale va dato sicuramente a mister Serse Cosmi che, più che un semplice allenatore, si è dimostrato il vero condottiero della scalata bianconera.

Artefice di un vero e proprio miracolo compiuto con una rosa piena di valori di collettivo ma non esattamente dalle individualità di prim’ordine.

LEGGI ANCHE: Benevento, puoi farlo di nuovo – focus

Serie B 2018/2019, il focus: Ascoli, obiettivi stagionali

Nonostante il grande successo ottenuto, le strade di mister Cosmi e dell’Ascoli si sono divise, con l’esonero dell’allenatore perugino arrivato proprio a inizio estate.

Adesso occorre per la società voltare pagina. Per farlo il presidente Bellini ha deciso di affidare il nuovo progetto tecnico a Vincenzo Vivarini, allenatore reduce da una metà stagione negativa con l’Empoli lo scorso anno, culminata con l’esonero a dicembre e che avrà dunque le motivazioni giuste per cercare il riscatto nelle Marche.

L’obiettivo stagionale sarà come ogni anno quello della salvezza, cercando di migliorare se possibile il piazzamento dello scorso campionato.

L’idea è quella di ottenere la permanenza in maniera più tranquilla e senza passare necessariamente dalla finale del playout.

LEGGI ANCHE: Cittadella, quando nulla è frutto del caso – focus

Serie B 2018/2019, il focus: Ascoli, il mercato

La rosa bianconera è ogni anno ricca di novità, in quanto la politica societaria sul mercato è basata principalmente su prestiti gratuiti.

Questo accade soprattutto grazie ad alcune sinergie che l’Ascoli mantiene con i grandi della Serie A, propensi a mandare a giocare i propri giovani in prestito proprio nella provincia marchigiana.

Quest’estate si è profilata una vera e propria rivoluzione.

Gli arrivi nel dettaglio sono quelli di Filippo Perrucchini dal Bologna per la porta, Riccardo Brosco (Verona), Nahuel Valentini (Oviedo), Salvatore D’Elia (Bari) e Lorenzo Valeau (Roma primavera) per il pacchetto arretrato.

Al centro del campo sono arrivati l’esperto Federico Casarini (Novara), Michele Cavion (scambio con Mogos con la Cremonese) e il talento Pierre Desiré Zebli (Genk).

Sugli esterni Tomasz Kupisz (svincolato dal Cesena) e Nikola Ninkovic (Genoa).

In fase offensiva le firme sono quelle di Giacomo Beretta dal Foggia e soprattutto Matteo Ardemagni, bomber di categoria e probabilmente uomo copertina del nuovo Ascoli targato Vivarini.

Le partenze riguardano più che altro i ritorni alle rispettive squadre dei giocatori in prestito, fra cui Luca Clemenza e Andrea Favilli alla Juventus, Gaetano Monachello all’Atalanta, Nicolò Cherubin al Verona e Giovanni Pinto al Parma.

Inoltre si sono verificate le cessioni di Guillaume Gigliotti che è approdato alla Salernitana, Lores Varela tornato in patria, al Penarol e Tommaso Bianchi al Novara.

Già accennato dell’addio di Vasile Mogos, rientrato nella trattativa di scambio con Cavion fra Ascoli e Cremonese.

Svincolati infine il portiere Michael Agazzi e il centrocampista Daniele Buzzegoli.

LEGGI ANCHE: Carpi, obiettivo stupire ancora – focus

Serie B 2018/2019, il focus: Ascoli, probabile formazione

(3-5-2): PERRUCCHINI; Padella, BROSCO, VALENTINI; KUPISZ, ZEBLI, CASARINI, CAVION, NINKOVIC; BERETTA, ARDEMAGNI. Allenatore: VIVARINI

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Solidarietà al popolo ungherese

articolo scritto da: