• 204
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 3 settembre, 2018

articolo scritto da:

Sondaggi elettorali Piepoli: sorpasso Lega sul Movimento 5 Stelle

sondaggi elettorali, Pensione di cittadinanza assegno di 780 euro a forte rischio per la Lega

Sondaggi elettorali Piepoli: sorpasso Lega sul Movimento 5 Stelle

Finite le vacanze estive, tornano i sondaggi elettorali. Ad aprire le danze è l’istituto Piepoli con una rilevazione pubblicata in esclusiva da Affaritaliani.it. La partenza è con il botto. Nel sondaggio realizzato lunedì 27 agosto infatti, Piepoli certifica il sorpasso della Lega ai danni del Movimento 5 Stelle. Secondo l’istituto, il Carroccio, se si votasse oggi, otterrebbe il 30% dei consensi contro il 29% dei grillini guidati da Di Maio.

A luglio gli unici istituti a dare la Lega davanti al Movimento 5 Stelle erano SWG e Lorien. Finito ormai agosto ecco ora anche Piepoli.

“Sono capitati in queste settimane due eventi negativi, Genova e la nave Diciotti, e quindi conta di più il lavoro di pulizia mentale che non quello di costruzione”, spiega Nicola Piepoli. “La Lega se ne è avvantaggiata rispetto ai 5 Stelle perché ha avuto una maggiore evidenza mediatica”.

I dati delle altre forze politiche non vengono resi noti e quindi risulta difficile avere un quadro completo della situazione. Sarebbe interessante capire se la crescita della Lega è conseguente ad un eventuale calo di Forza Italia o a quello del Movimento 5 Stelle.

Nel primo caso si potrebbe ipotizzare uno spostamento di voti interno al centrodestra. Nel secondo caso si avrebbe invece una migrazione di voti di grillini attratti dall’attivismo di Salvini.

Il centrosinistra teme invece un altro crollo. A luglio il Partito Democratico era sondato da tutti gli istituti tra il 17 e il 18%. Durante il mese di agosto sono circolati sondaggi, non verificati, di un PD al 15%. Non facile al momento fare previsioni ma l’allarme è già scattato al Nazareno. E già si pensa alle prime mosse per uscire dal pantano.

Alla festa del Fatto Quotidiano, il governatore del Lazio Nicola Zingaretti non ha escluso il cambio di nome al Pd per risollevare le sorti del partito. Idea lanciata per la prima volta dall’ex ministro Carlo Calenda ma rigettata da Gentiloni. Quel che è certo è che non basterà un’operazione di marketing per ritornare in carreggiata. Servono idee nuove e bisogna fare presto.

Zingaretti ne è convinto. “Sono finiti i popcorn, non si possono mangiare più. Avremmo potuto fare molto per evitare l’alleanza populista, invece abbiamo gettato M5S in braccio a Salvini. Ora dico al mio partito: ‘Aspettiamo che cadano o lavoriamo perché cadano? Aspettiamo che esplodano le contraddizioni tra Lega e M5S o ci impegniamo per farle esplodere? Lo facciamo da soli o cerchiamo alleanze anche in Parlamento?”

Sondaggi elettorali Piepoli: nota metodologica

In attesa di diffusione.

PAGINA SPECIALE SULLE ELEZIONI POLITICHE A QUESTO LINK

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Solidarietà al popolo ungherese

articolo scritto da: