pubblicato: lunedì, 1 Ott, 2018

articolo scritto da:

Sondaggi politici Ipsos: gli elettori PD bocciano Renzi e Martina

sondaggi politici ipsos

Sondaggi politici Ipsos: gli elettori Pd bocciano Renzi e Martina

Una parvenza di unità. È quella che hanno provato a dare ieri i dirigenti dem accorsi in massa alla manifestazione PD a Roma a cui avrebbero partecipato oltre 70 mila militanti. C’erano tutti, da Gentiloni a Martina, da Delrio a Renzi e Calenda. Ci sono stati abbracci, sorrisi e e soprattutto attacchi al governo giallo verde.

Ha cominciato il segretario Martina: “Abbiamo di fronte un governo di nazionalisti di destra pericolosi per il Paese, illiberale e oscurantista. E lo dico prima di tutto alle donne italiane. Guardate il ddl Pillon: passi indietro sui diritti, che noi respingeremo. Non permetteremo che si torni al Medio Evo. Il primo appello è alle donne. Combattiamo insieme questa battaglia, perché la nostra battaglia è la battaglia del Paese”.

Su Facebook l’ex premier Matteo Renzi ha aggiunto il suo carico da novanta: “Questi incompetenti mettono a rischio l’economia. Prendono in giro i loro elettori, perché non manterranno comunque le promesse. Offendono gli altri cittadini, insultando chi la pensa diversamente. Noi dobbiamo reagire, senza paura. E farlo senza divisioni interne, basta con le polemiche. Lottare colpo su colpo. E organizzare forme di resistenza civile contro la deriva venezuelana di Di Maio e Salvini. L’Italia è stata resa grande dal lavoro, dal sudore, dalla fatica e non dall’assistenzialismo. Non lasciamo il futuro a chi vuole vivere di condoni e sussidi. Senza paura, amici”.

Ai dirigenti PD la piazza ha chiesto “unità”. A loro ha risposto sempre Martina: “Abbiamo capito la lezione del 4 marzo. Come sempre, la nostra gente ci sa stupire. Soffre e lotta, si mette in gioco e partecipa. Questa piazza è per l’Italia”.

Sondaggi politici Ipsos: gli elettori PD promuovono Calenda e Zingaretti

Ma che voto danno i militanti PD all’operato degli ultimi mesi degli esponenti del Nazareno di maggiori rilievo? A fare questa domanda agli elettori di centrosinistra è stato Ipsos che ha poi svelato i risultati dell’indagine.

A raccogliere più voti positivi è Paolo Gentiloni con il 29% seguito da Zingaretti con il 25% e Calenda con il 22%. Quarto il segretario Martina con il 15% e ultimo Renzi con il 12%.

Ma per capire chi tra questi raccoglie più voti tra i militanti è utile guardare anche la percentuale di voti negativi ottenuti. Qui la classifica dice che al primo posto con il 74% di giudizi negativi c’è l’ex premier ed ex segretario Renzi. Segue con il 62% l’attuale segretario Pd, Martina. Terzo, a sorpresa, si trova Gentiloni (54%). Più lontani Calenda e Zingaretti che raccolgono meno giudizi negativi rispetto ai loro compagni di partito (42% entrambi).

Sondaggi politici Ipsos: nota metodologica

Data o periodo in cui è stato realizzato il sondaggio: dal 18 al 20 settembre. Campione casuale nazionale rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne secondo genere, età, livello di scolarità, area geografica di residenza, dimensione del comune di residenza. CASI 1.001 RIFIUTI 3.478 ALTRI CONTATTI 870. 1.000 casi rappresentativi della popolazione italiana maggiorenne. Il margine di errore relativo ai risultati del sondaggio è compreso fra +/- 0,6% e +/- 3,1% per i valori percentuali relativi al totale degli intervistati. I dati sulle preoccupazioni per l’immigrazione sono il risultato di un’analisi di circa 1.000 interviste mensili, negli anni 2017 e 2018, svolte presso campioni rappresentativi della popolazione italiana maggiorenne. Metodo raccolta delle informazioni: CATI-CAMI-CAWI

 

PAGINA SPECIALE SULLE ELEZIONI POLITICHE A QUESTO LINK

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: