pubblicato: mercoledì, 28 Novembre, 2018

articolo scritto da:

Sondaggi elettorali SWG, a Livorno Lega primo partito

sondaggi elettorali

Sondaggi elettorali SWG, a Livorno Lega primo partito

Solo alcuni mesi fa sarebbe stato impensabile. Eppure è accaduto. Secondo uno degli ultimi sondaggi elettorali di SWG realizzato per il Tirreno è la Lega oggi il primo partito a Livorno.

E non è una città qualsiasi: sede fondatrice del Partito Comunista Italiano è sempre stato il capoluogo più “rosso” d’Italia dove non solo la sinistra ufficiale ma anche quella più radicale hanno sempre avuto consensi da record.

Nelle elezioni comunali del 2014 fece scalpore l’elezione del primo sindaco non proveniente da quell’ambito, ovvero di Nogarin, del Movimento 5 Stelle, che vinse al ballottaggio.

Esponente comunque dell’ala sinistra del movimento, aveva attirato parte del voto soprattutto estraneo al PD del centrosinistra.

Nel 2019 si dovrà votare ancora, e per la prima volta il centrodestra sembra poter essere della partita. Il centrosinistra conferma la crisi che l’aveva portato ai minimi delle politiche, mentre il Movimento 5 Stelle appare in calo, ed è la Lega che emerge di poco come prima forza, che potrebbe arrivare al ballottaggio escludendo proprio l’alleato di governo. Ma vediamo i dati

Sondaggi elettorali SWG, a Livorno Lega al 24%, PD e M5 al 23,5%

Le elezioni locali fanno un po’ storia a sé, si sa, ci sono liste civiche, reali o che nascondono partiti nazionali, e alleanze a volta trasversali. Tuttavia è possibile individuare anche a Livorno le aree tradizionali della politica italiana.

Vi è quindi il centrodestra, che avrebbe il 32%, in grande crescita rispetto al 26,2% delle politiche, il 18,3% delle europee del 2014 e il 9,3% delle comunali dello steso anno. Già alle politiche era stata la Lega ad avere la quota di maggioranza della coalizione, con il 15,4%, ma ora balzerebbe al 24%, mentre Forza Italia calerebbe al 6%. Altre liste della stessa area prenderebbero il 2%.

Nel centrosinistra il Pd calerebbe al 23,5%, che sarebbe meno anche del deludente 28,9% delle politiche. E sembra passato un secolo dal 53,4% delle europee 2014, ma appare lontano anche il 2013 delle precedenti comunali. Vanno bene le altre liste del centrosinistra, ai massimi con l’8,5%. Si arriverebbe così al 32% nel complesso, che però è poco a confronto del 40,8% delle comunali 2014.

E questo nonostante diminuiscano le altre liste minori, in gran parte di sinistra radicale. La più importante tra queste, tuttavia, Buongiorno Livorno, rimane stabile al 9%, mentre è in calo Città Diversa, dimezzata al 2,5%.

Il Movimento 5 Stelle, infine, segue il trend nazionale, e appare con il 23,5% in declino rispetto alle politiche, quando ebbe il 28,6%, ma in incremento sul 2014, quando alle comunali conquistò il ballottaggio con il 19,2%.

Questa volta se il centrodestra fosse unito come il centrosinistra potrebbe invece venire escluso, nonostante qualche voto in più

sondaggi elettorali

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOKTWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: