pubblicato domenica, 13 Gennaio 2019

articolo scritto da

Australian Open 2019: come sempre è triello per la vittoria finale

Australian Open
Australian Open 2019: come sempre è triello per la vittoria finale

Stanotte partirà l’edizione numero 107 degli Australian Open, il primo Slam dell’anno. Molti sono i giocatori, sia in campo maschile come in quello femminile, che cercano un posto al sole. Dalla “trinità” Djokovic, Federer, Nadal al canto del cigno di Murray passando per i Next Gen. In campo femminile invece ci sono poche certezze. Serena Williams andrà a caccia dei 24 Slam di Margaret Court, ma tante saranno le insidie sul suo cammino.


Il torneo sarà visibile in diretta ed esclusiva su Eurosport.

LEGGI ANCHE: Shock nel mondo del tennis, Andy Murray ha annunciato il ritiro!

Australian Open 2019: il torneo maschile

Come detto sopra, i favoritissimi di questo torneo sono i soliti Federer Djokovic e Nadal. Ma ci sono anche delle alternative o almeno i presupposti affinché possano esserci.

Da giocatori collaudati come Marin Cilic (finalista l’anno scorso) e Kevin Anderson, passando per i rientranti Tomas Berdych (che in 7 delle sue ultime 8 apparizioni in Australia ha centrato almeno i quarti di finale), Andy Murray, il cui primo scoglio potrebbe essere già proibitivo contro il regolare Roberto Bautista Agut e Jo-Wilfried Tsonga, finalista nel 2008, fino alle nuove leve. Ad esempio Kyle Edmund e Hyeon Chung, che l’anno scorso si sono spinti fino alle semifinali.

Quest’anno potrebbe essere il turno di Sascha Zverev, anche se il giovane tedesco non sta benissimo e negli Slam ha sempre faticato. Ma occhio anche a Stefanos Tsitsipas, fresco trionfatore delle Next Gen Atp Finals e a Daniil Medvedeev e Alex De Minaur, il quale ha appena vinto a Sidney il primo torneo della sua giovane carriera e che gioca in casa. Chiudiamo citando soprattutto Karen Khachanov, che ha concluso il 2018 vincendo Parigi Bercy, in un ambiente simile a quello dello Slam australiano.

Australian Open 2019: gli italiani

Per quanto riguarda gli Italiani c’è poco spazio per le speranze, vista la superficie inadatta per i nostri giocatori. Ci si aggrappa a Seppi, che ha pescato al primo turno l’americano Johnson (Andreas il suo in Australia lo fa sempre), al solito Fognini, che dovrà affrontare il giovane spagnolo Munar e a Berrettini, che come fisico e gioco ricorda Berdych ma fatica al di fuori della terra rossa; inoltre ha subito il proibitivo impegno contro Tsitsipas. Cecchinato invece ha un match alla sua portata contro il serbo Krajinovic. Per chiudere, Fabbiano sfiderà la Wild Card Kubler.

Australian Open 2019: il torneo femminile

Come detto sopra, negli ultimi due anni gli Slam femminili sono diventati una vera e propria lotteria. Serena Williams nei tornei importanti difficilmente fallisce le attese, ma tante saranno le avversarie da cui guardarsi. Dalla campionessa in carica Wozniacki, alla numero 1 Halep, passando per le giovani già campionesse Slam Ostapenko e Osaka e altre vincitrici Major come la Kvitova, la Kerber, la Stephens e l’imprevedibile Maria Sharapova, che aprirà le danze contro la Haddad. C’è poi l’ex numero 1 del mondo Pliskova e la vincitrice del Master di fine stagione Svitolina. L’Italia si aggrappa alla sola Camila Giorgi, che se dovesse trovare le due settimane di grazia in cui le entrano vincenti a raffica, potrebbe battere chiunque.

Australian Open 2019: le curiosità

Novità del torneo è il Super tie break da 10 punti, sul punteggio 6-6 nel quinto set. Ai vincitori andranno 4 milioni di dollari australiani, 75.000 dollari a chi passerà il primo turno.

Ci auguriamo un torneo emozionante come sempre!

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: