Leaving Neverland: trama e anticipazioni del documentario su Michael Jackson

Pubblicato il 19 Marzo 2019 alle 09:21 Autore: Adriana Moraldo

Leaving Neverland: la trama e le anticipazioni del film documentario su Micheal Jackson che andrà in onda il 19 e 20 marzo 2019.

Michael Jackson
Leaving Neverland: trama e anticipazioni del documentario su Michael Jackson

Il 19 e 20 marzo 2019 su Canale 9 andrà in onda alle 21.25 Leaving Neverland. Il film documentario diretto da Dan Reed indaga sulle accuse di pedofilia rivolte a Micheal Jackson da Wade Robson e James Safechuck. La pellicola, della durata di quasi quattro ore e proprio per questo trasmessa in due giorni, raccoglie le sconvolgenti testimonianze di alcuni ragazzi. Questi ultimi dopo anni hanno confessato di aver subito in tenera età abusi sessuali dal cantante.

Leaving Neverland segue la drammatica e controversa storia che ha lasciato senza parole milioni di persone ed ha ancora molto zone d’ombra. Il documentario ha scatenato grandi polemiche tra coloro che considerano false le accuse di pedofilia rivolte a Micheal Jackson e coloro che invece sono convinti della sua colpevolezza. Dopo la proiezione al Sundance Film Festival 2019, il film è arrivato in televisione grazie alle emittenti HBO e Channel Four. Ma cosa dobbiamo aspettarci da Leaving Neverland?

Leaving Neverland: trama ed anticipazioni

Leaving Neverland è incentrato sui rapporti che Michael Jackson ha intrattenuto con Wade Robson, James Safechuck e le rispettive famiglie. Il documentario indaga quindi sul legame instaurato dal cantante con i ragazzi e dei presunti abusi sessuali avvenuti a Neverland Ranch, la sconfinata proprietà privata di Micheal.

È stata proprio questa incantata residenza, secondo le testimonianze dei protagonisti della pellicola, il teatro di orribili eventi che hanno sconvolto e cambiato per sempre la vita dei due ragazzi che credevano di aver trovato nel cantante un amico sincero.

Controversie sul caso Jackson

Un dramma, quello raccontato in Leaving Neverland, che ha coinvolto e trascinato in un incubo anche le famiglie delle vittime. È bene ricordare che contro Micheal Jackson non ci sono prove schiaccianti. Infatti l’artista, dopo un lungo processo, è stato assolto.

Tuttavia, la gravità delle accuse a lui rivolte hanno lasciato un segno indelebile sulla sua figura. Il germe del dubbio ancora oggi continua a tormentare milioni di persone.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Adriana Moraldo

Laureanda in Lettere Moderne è appassionata di cinema, letteratura e musica. Collabora con Termometro Politico da ottobre 2018. Attualmente si occupa della sezione Termometro Quotidiano e scrive articoli di tempo libero, spettacolo, cinema e televisione.
Tutti gli articoli di Adriana Moraldo →