Pensioni ultime notizie: “tagliate a 6 milioni di persone” Pd attacca

Pubblicato il 23 Maggio 2019 alle 08:12 Autore: Daniele Sforza

Sul tema pensioni ultime notizie riguardano il duplice taglio pensionistico che avverrà giugno. E proprio su questo fronte il PD attacca il governo.

Pensioni ultime notizie: "tagliate a 6 milioni di persone" Pd attacca
Pensioni ultime notizie: “tagliate a 6 milioni di persone” Pd attacca

In pieno clima di campagna elettorale il PD (e non solo) attacca il governo sul fronte previdenziale. Pensioni ultime notizie: attacchi mirati del segretario Dem Nicola Zingaretti e di altri esponenti dell’opposizione nei confronti del governo. Al centro della questione il doppio taglio pensionistico previsto giugno, ovvero dopo le elezioni europee del 26 maggio, che riguarderà sia gli assegni d’oro, sia la rivalutazione annuale delle pensioni per il 2019 concernente gli assegni sopra tre volte al minimo, ovvero 1.522 euro al mese.

Pensioni ultime notizie: PD attacca governo sul doppio taglio

Nella mattinata di mercoledì 23 maggio 2019 Nicola Zingaretti si affida a Twitter per attaccare il governo. Colpevole di aver “tagliato le pensioni a 6 milioni di persone. Stiamo parlando di pensioni a partire da 1500 euro LORDI al mese. Salvini e Di Maio, vergognatevi!”.

Ma Zingaretti non è il solo a fronteggiare il governo: con lui anche il deputato di Forza Italia Giorgio Mulè, che riflette sul fatto che mentre “l’economia va a rotoli il governo pensa bene di tagliare le pensioni a chi con sacrificio ha lavorato una vita”. Quindi la frecciata ai vertici: “Questo è un Paese che non cresce e che non potrà invertire la rotta se resta nelle mani di questi incapaci”.

Al coro di proteste si aggiunge anche Roberto Speranza di Articolo Uno, che richiama anche la flat tax. Perché nonostante la necessità di tagliare gli assegni pensionistici sopra i 1500 euro lordi, il governo pensa a varare la flat tax, ovvero “un regalo a chi ha di più”.

Pensioni ultime notizie: doppio taglio, ma rivalutazione più bassa?

Insomma, il duplice taglio pensionistico è tema centrale di questi giorni, anche se per Il Fatto Quotidiano “non si può parlare di tagli perché da quest’anno tutti i titolari di assegni superiori a tre volte il minimo prenderanno più di quanto abbiano mai ricevuto dal 2011 a oggi”. Per gli assegni oltre quattro volte il minimo, invece, “la rivalutazione sarà lievemente inferiore”, sebbene di pochi euro, “rispetto a quella prevista dalle Legge n. 388/2000 che, se il governo non fosse intervenuto, sarebbe tornata in vigore lo scorso gennaio”.

“Detassare le pensioni per chi si trasferisce al Sud”

Matteo Salvini intanto intende richiamare i pensionati dal Portogallo invitandoli a trasferirsi al Sud. L’obiettivo, afferma da Bari, è quello di ridurre le tasse dalle pensioni percepite da tutti quei pensionati che si trasferiranno in alcune regioni del Sud. “La Puglia è più brutta del Portogallo?” ha domandato.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →