Pensioni ultime notizie: taglio assegni d’oro a giugno, chi prende meno

Pubblicato il 27 Marzo 2019 alle 08:08 Autore: Daniele Sforza

Sulle pensioni ultime notizie riguardano il taglio delle pensioni d’oro, che dovrebbe partire per il mese di giugno. Ecco chi pagherà di più i tagli.

Pensioni ultime notizie: taglio assegni d'oro a giugno, chi prende meno
Pensioni ultime notizie: taglio assegni d’oro a giugno, chi prende meno

Gli appuntamenti più importanti sul fronte pensioni arriveranno ad aprile: i primi accrediti per i pensionati con Quota 100, i caricamenti sulla Carta Reddito di Cittadinanza. Eppure l’Inps tiene già una circolare operativa pronta che riguarda il taglio delle pensioni d’oro, ovvero di quegli assegni che superano i 100.000 euro annui. Il taglio dovrebbe partire dal mese di giugno e sarà progressivo: chi guadagna oltre quella cifra e di più, avrà una riduzione maggiore.

Pensioni ultime notizie: taglio assegni d’oro, chi colpisce

Come abbiamo visto in questa tabella, il numero di pensionati interessati ammonta a poco più di 35 mila persone. Ci saranno 5 aliquote marginali di riduzione: 15%, 25%, 30%, 35% e 40%. La platea maggiormente colpita beneficia tra i 100 mila e i 130 mila euro lordi annui e la riduzione dell’assegno per loro potrà arrivare fino a massimo 4.500 euro.

Pensioni ultime notizie: taglio assegni d’oro, conguaglio a giugno?

Il Sole 24 Ore, prendendo come riferimento una simulazione elaborata da Antonietta Mundo, fa un ulteriore esempio pratico. “Prendiamo il caso di una pensione da 120 mila euro lordi: il taglio vale quest’anno 1.710 euro al netto dell’Irpef e senza tener conto delle minori trattenute per addizionali regionali e comunali. Il taglio netto è su 13 mensilità e a giugno dovrebbe aggirarsi attorno ai 131,5 euro. Se venissero conguagliati in soluzione unica, sempre a giugno, anche i primi cinque mesi dell’anno, il taglio crescerebbe allora di 657,7 euro, per arrivare a un totale di 789 euro”. Una delle conseguenze del taglio sarà infatti il conguaglio a debito che potrebbe essere effettuato a giugno e riguardare i primi 5 mesi del 2019.

Pensioni ultime notizie: taglio assegni d’oro, il rischio di incostituzionalità

Sul taglio alle pensioni d’oro permane ancora il rischio di inequità e di incostituzionalità. A stabilire questo però ci penseranno i giudici. Contro il provvedimento, infatti, ci sono state già diverse proteste e presumibilmente saranno presentati ricorsi presso la Corte Costituzionale.

Pensioni ultime notizie: taglio assegni d’oro, a chi non interessa

Chi invece non sarà toccato dal ricalcolo e quindi dal taglio, sono tutti quei pensionati che percepiscono un assegno pensionistico calcolato con il metodo contributivo.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →