Tessera elettorale smarrita o danneggiata: dove rifarla

Pubblicato il 24 Maggio 2019 alle 15:08 Autore: Daniele Sforza

Domenica 26 maggio gli italiani voteranno. Con sé bisognerà presentare la propria tessera elettorale. In caso di smarrimento o danneggiamento come fare?

Tessera elettorale danneggiata o smarrita
Tessera elettorale smarrita o danneggiata: dove rifarla

Domenica 26 maggio 2019 gli italiani sono chiamati alle urne per esprimere il proprio voto politico per il rinnovo del Parlamento europeo. In alcuni Comuni, inoltre, sono previste anche le amministrative, mentre solo in Piemonte ci saranno anche le elezioni Regionali. In ogni caso bisognerà presentarsi al proprio seggio di riferimento esibendo documenti validi, che sono un documento d’identità valido e la tessera elettorale. Possono esserci dei casi nei quali la tessera elettorale, che conta 18 spazi, ha esaurito gli stessi, oppure sia danneggiata o perfino smarrita. Come fare in questi casi?

Tessera elettorale danneggiata: cosa fare

Nel caso in cui la tessera elettorale sia deteriorata o gravemente danneggiata, l’elettore dovrà recarsi all’Ufficio elettorale del comune di residenza, presentare al personale preposto la scheda danneggiata e farsi consegnare un duplicato. La vecchia tessera sarà dunque restituita e l’elettore avrà una nuova tessera con la quale potrà esprimere il proprio diritto di voto.

Tessera elettorale smarrita: cosa fare

La tessera può essere stata già consegnata, ma disgraziatamente non si trova più. È andata smarrita. Anche in questo caso bisognerà recarsi presso l’Ufficio elettorale del Comune in cui si è residenti e richiedere il duplicato. Per fare questo occorrerà presentare un’idonea autocertificazione e, inoltre, non ci sarà il bisogno di presentare denuncia all’Autorità competente.

Naturalmente, sia in caso di danneggiamento sia nell’eventualità di smarrimento, è meglio sbrigare la pratica tempo prima del giorno delle elezioni, onde evitare spiacevoli file.

E se la tessera ha gli spazi esauriti?

La tessera elettorale conta 18 spazi, sui quali viene apposto un timbro per ogni votazione effettuata. Nel caso in cui la scheda abbia esaurito gli spazi disponibili, è possibile rinnovarla sempre presso l’ufficio elettorale di riferimento. Come spiega il Ministero dell’Interno nelle sue Faq è meglio procedere per tempo, ovvero prima della votazione, onde evitare le code. In ogni caso “l’ufficio elettorale resterà comunque aperto dalle ore 9 alle ore 18 nei due giorni antecedenti la data della consultazione e, nel giorno della votazione, per tutta la durata delle operazioni di voto, e quindi dalle ore 7 alle ore 23”. Il rilascio della scheda sarà immediato.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →