Elezioni comunali 2019: morti 3 candidati sindaco, cosa succede

Pubblicato il 27 Maggio 2019 alle 13:26 Autore: Daniele Sforza

Una curiosità sulle elezioni comunali: tre Comuni hanno rinviato le elezioni per la morte del candidato sindaco. Cosa succede in questo caso?

Elezioni comunali 2019: morti 3 candidati sindaco
Elezioni comunali 2019: morti 3 candidati sindaco, cosa succede

Domenica 26 maggio non è stato solo il giorno delle elezioni europee e delle Regionali in Piemonte, visto che in quasi 4000 comuni si è votato per le amministrative. E proprio in merito alle elezioni comunali c’è da registrare un episodio singolare quanto spiacevole. Infatti, in 3 Comuni dove si doveva votare per le amministrative 3 candidati sindaco sono morti. Evento disgraziato che ha di fatto determinato un rinvio del voto.

Elezioni comunali 2019: candidati sindaco morti, ecco dove

I 3 Comuni in questione sono i seguenti: Domicella, in provincia di Avellino; Carpineto Romano, in provincia di Roma; e infine Diamante, in provincia di Cosenza. Particolare il caso di Domicella, dove il candidato sindaco che si è spento era anche l’unico (avrebbe dovuto solo raggiungere il quorum).

Il caso a Domicella, in provincia di Avellino

La morte di Stefano Corbisiero, sindaco 66enne di Domicella da ormai 23 anni, se n’è andato la scorsa settimana. Unico candidato alla poltrona di primo cittadino con la lista Mani Unite combatteva da tempo contro una malattia, ma aveva voluto riproporre la propria candidatura. Purtroppo, a una settimana dalle elezioni e nonostante la forte volontà di proseguire l’impegno politico, non ce l’ha fatta. Il voto è stato quindi rinviato al prossimo 14 luglio.

Carpineto Romano orfana di un candidato sindaco: cosa succede adesso?

Stessa disgrazia è avvenuta a Carpineto Romano. Luigi Cacciotti, vicesindaco e candidato come primo cittadino con la lista Democratici per Carpineto, non era l’unico a correre per la poltrona più ambita del Paese. Aveva 59 anni ed era un dipendente dell’Atac di radice socialista. Dopo aver vinto le primarie lo scorso aprile, non ce l’ha fatta a raggiungere la data agognata del voto, essendo stato purtroppo colpito da un malore. A Carpineto Romano, quindi, si voterà il prossimo 23 giugno.

Quando si vota a Diamante

Ultimo caso di morte di un candidato sindaco è avvenuto a Diamante, nel cosentino. Anche qui, a una settimana del voto, è scomparso un candidato primo cittadino, il 63enne Ernesto Caselli, con una lista che portava il suo nome. Caselli, peraltro, era già stato sindaco della città. Un infarto gli ha impedito di arrivare al 26 maggio. A Diamante si voterà quindi il prossimo 7 luglio.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →