Pubblicato il 10/08/2019 Ultimo aggiornamento: 19 Agosto 2019 alle 23:34

Notte di San Lorenzo 2019: dove vedere le stelle cadenti in Italia e quando

autore: Guglielmo Sano
Notte di San Lorenzo 2019: dove vedere le stelle cadenti in Italia e quando

La Notte di San Lorenzo, è famosa per le stelle cadenti. Sebbene bisognerà aspettare un po’ di più per osservare il fenomeno in tutta la sua bellezza.  

Notte di San Lorenzo: quando osservare il cielo

Anche quest’anno, naso all’insù il 10 agosto per osservare la volta celeste alla ricerca delle stelle cadenti. Tuttavia, il tradizionale passaggio di meteore non raggiungerà il picco prima dei successivi due giorni. Infatti, secondo i calcoli degli studiosi, sarà già attivo a partire da oggi ma è intorno alle 22 del 12 agosto che comincerà il vero e proprio spettacolo: per tutta la notte si potranno arrivare ad osservare anche 50 meteore all’ora a occhio nudo, naturalmente, in condizioni ottimali di visibilità.

Eta Aquaridi maggio 2019: stelle cadenti in arrivo, data e dove vederle

La Notte di San Lorenzo 2019 e quelle immediatamente successive offriranno delle condizioni ottimali di visibilità? Purtroppo, per gli appassionati non ci sono buone notizie in questo senso. Infatti, la Luna sarà ben visibile sin dal tramonto nei prossimi giorni e per buona parte della notte, sarà piena il 15 agosto. Dunque, le condizioni di visibilità migliori si avranno a ridosso dell’alba e, in particolare, guardando in direzione Nord-Est. È chiaro poi come l’osservazione del cielo migliori sensibilmente in assenza di nuvole e in zone a basso inquinamento luminoso.

La spiegazione del fenomeno

Nella Notte di San Lorenzo si possono osservare moltissime stelle cadenti nel cielo per via del passaggio dello sciame meteorico delle Perseidi; questo comincia da fine luglio e continua fino alla terza settimana di agosto raggiungendo il picco massimo il 12 agosto (è il fenomeno della processione degli equinozi che lo ha spostato in avanti di un paio di giorni).

Quando finisce la primavera 2019 e differenza tra solstizio ed equinozio

Il fenomeno delle stelle cadenti visibili dalla Terra nella Notte di San Lorenzo è causato in particolare dalla cometa Swift Tuttle: il suo nucleo può raggiungere un’estensione massima di 10 chilometri che si riduce a causa della perdita di ghiacci a poco a poco che si avvicina al Sole nel completamento del suo percorso. Muovendosi lungo la sua orbita, il nostro pianeta incrocia la scia di detriti della Swift Tuttle: quando questi frammenti entrano in contatto con l’atmosfera terrestre bruciano e quindi producono una scia luminosa.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →