13/08/2019

Pensioni ultime notizie: Quota 100 a rischio “per colpa di Salvini”

autore: Daniele Sforza
Pensioni ultime notizie: Quota 100 a rischio “per colpa di Salvini”

Pensioni ultime notizie, Di Maio punta il dito contro l’alleato di governo, Matteo Salvini, che ha aperto ufficialmente la crisi di governo. Governo che, nelle promesse dei due capi di partito (e vicepremier) sarebbe dovuto durare 5 anni (e più volte lo hanno ripetuto). Invece è arrivato a poco più di 400 giorni e a fronte di un autunno caldo (bisogna trovare 23 miliardi per scongiurare l’aumento dell’Iva) la tensione è fortissima. Il leader pentastellato ha parlato anche di Quota 100 e Reddito di Cittadinanza, non nascondendo che potrebbero essere compromesse proprio per colpa di Salvini.

Pensioni ultime notizie: Di Maio attacca Salvini

Mentre i capigruppo si riunivano al Senato, Luigi Di Maio attaccava Salvini e parlava agli italiani del destino delle principali misure attuate durante la legislatura. “Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è l’unico che decide quando e se andare a votare. È già surreale che debba esserci crisi a Ferragosto”. Per il numero uno pentastellato sui cittadini “viene scaricata la preoccupazione non delle elezioni, ma di una crisi che colpirà misure per loro importanti”. Si parla di Quota 100, ovviamente, ma anche di Reddito di Cittadinanza. “Un governo non si insedierà prima di dicembre”, dice Di Maio, e la conseguenza sarà che “salterà tutto quello che abbiamo fatto”, citando RdC e la nuova misura di pensione anticipata. “Stiamo parlando del futuro del nostro Paese”.

Una eco, insomma, di quanto ribadito con un post su Facebook domenica 11 agosto. “Dopo un anno di fatiche e anche di speranza, non vi meritavate che qualcuno aprisse una crisi di governo l’8 agosto. Perché una crisi di governo ora è assurda, ma soprattutto è pericolosa. Porta con sé la preoccupazione che a dicembre possa aumentare l’IVA. Che possa saltare Quota 100 per chi voleva andare in pensione o che possa scomparire la tassazione al 15% per chi ha una partita Iva. Perché causare tutto questo? La risposta a voi. Credo che l’abbiate ben compresa”.

Quota 100 è davvero a rischio?

In verità Quota 100 non dovrebbe essere seriamente compromessa. Il finanziamento della misura dovrebbe essere programmato per il triennio e quindi fino al 31 dicembre 2021. L’unico rischio che potrebbe correre la misura riguarda eventuali ritocchi alla stessa effettuati dal governo successivo, altrimenti l’Inps continuerà a elaborare e processare le domande pervenute e i lavoratori che lo vorranno continueranno a uscire con 62 anni di età e 38 anni di contributi.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →