Pensioni ultima ora: Renzi “Quota 100 è la summa di tutti i mali”

Pubblicato il 6 Novembre 2019 alle 17:00
Aggiornato il: 7 Novembre 2019 alle 22:58
Autore: Giuseppe Spadaro
Pensioni ultima ora: Renzi “Quota 100 è la summa di tutti i mali”

Pensioni ultima ora: non è la prima volta che l’ex premier e attuale leader di Italia Viva Matteo Renzi si scaglia contro Quota 100. Il senatore, già segretario del Partito Democratico, in disaccordo con la linea del governo di preservare la misura di pensione anticipata sino alla scadenza naturale prevista per fine 2021 aveva preannunciato qualche settimana fa l’intenzione di presentare un emendamento per abolire Quota 100.

Renzi contro Quota 100: “assurdo dare in 3 anni 20 miliardi per 200 mila persone”

Renzi è tornato a parlare di previdenza motivando la sua contrarietà nel corso di un convegno tenutosi a Roma il 5 novembre 2019. In maniera netta il leader di Italia Viva ha definito “Quota 100 la summa di tutti i mali”.

Ha anche fatto riferimento al fatto che non si riesca “a discutere questa roba. Io per spiegarlo a Salvini (durante il dibattito tv che ha visto protagonisti i due leader, ndr) ho dovuto prendere l’esempio di mio zio: ho perso il voto di mio zio, temo. Però nel dibattito il dare (Salvini dice 180 mila persone, a me risultava dall’ultima analisi dell’INPS 120 mila mettiate conto che nei prossimi mesi si arrivi a 200 mila persone) 20 miliardi in 3 anni per 200 mila persone è assurdo.

Pensioni ultima ora, Renzi: “su pensioni coro unico”

Inoltre lo stesso Renzi ha lamentato: “Però se lo dici c’hai un pensiero unico anche nei dettagli, un coro greco nei talk «e quindi tu vuoi toccare i pensionati». Ma chi li tocca i pensionati? Noi stiamo dicendo che mio zio può lavorare un anno e mezzo in più. Se questo permette di avere 20 miliardi in più da dedicare, scegliete voi, io sono per darli alla famiglia, qualcuno li può dare alle imprese, qualcuno sicuramente per la riduzione fiscale ma 20 miliardi in tre anni buttati via in questo modo vi sembra o non vi sembra un’assurdità?”.

Leader di Italia Viva: Legge di bilancio è un compromesso

Pensioni ultima ora – L’ex premier ha parlato oltre che di Quota 100 anche della impostazione della legge di Bilancio 2020 del Governo Conte II di cui oggi con Italia Viva è parte attiva insieme a Movimento 5 Stelle, Partito Democratico e Liberi e Uguali.

“Ecco questa legge di bilancio è una legge di bilancio che è un compromesso: nasce da un governo d’emergenza. È una legge di bilancio in cui noi abbiamo combattuto contro le tasse e continueremo a farlo. Ma è una legge di bilancio che ha un punto di riferimento fondamentale: il costo del debito scende sotto quota 60 io mi dichiarerò soddisfatto quando scenderà sotto quota 50 e quando Quota 100 sarà eliminata”.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →