Elezioni regionali Toscana 2020: data, calendario e candidati

Pubblicato il 12 Novembre 2019 alle 19:46
Aggiornato il: 14 Novembre 2019 alle 17:20
Autore: Giuseppe Spadaro
Elezioni regionali Toscana 2020: data, calendario e candidati

Tra le regioni chiamate al voto nel 2020 c’è anche la Toscana. Domenica 26 gennaio sarà la volta dell’Emilia Romagna. Ancora in forse la data in cui andrà al voto la Calabria, mentre per Toscana, Campania, Puglia, Marche, Veneto e Liguria è probabile una data intorno a fine maggio.

Elezioni regionali Toscana 2020 e tutte le regioni al voto

Dopo la netta vittoria alle elezioni regionali in Umbria di poche settimane fa, tutti gli attori politici guardano con grande interesse ai risultati delle regionali in Emilia Romagna. Una nuova affermazione del centrodestra potrebbe avere ripercussioni anche sulla tenuta del governo Conte II nato dall’intesa tra Movimento 5 Stelle, Partito Democratico e Liberi e Uguali.

I possibili candidati: cosa succede in casa M5S e nel centrosinistra

Oltre alla data, al momento c’è grande incertezza anche sulla composizione delle coalizioni e sui nomi dei candidati in campo. Partiamo dal Movimento 5 Stelle. Il fallimento dell’esperimento umbro con la convergenza su un candidato comune con il centrosinistra dovrebbe riportare i pentastellati allo schema tradizionale. Pertanto è possibile che si presentino con una propria candidatura autonoma, o al massimo sostenuta da altre liste civiche distinte e separate dai partiti. Già all’indomani del voto sulla piattaforma Rousseau da parte degli attivisti 5 stelle col via libera alla formazione del governo col Pd, il capogruppo M5S in consiglio Giacomo Giannarelli aveva escluso tale possibilità: “Escludo categoricamente qualsiasi ipotesi di alleanza elettorale. Andremo da soli alle regionali, qui non cambia nulla. Sul nazionale è diverso perché pur avendo vinto le elezioni con il 33% per colpa della legge elettorale non possiamo governare da soli”.

Nel centrosinistra il presidente uscente Enrico Rossi, dopo i due mandati, non è ricandidabile. Sono circolati i nomi dell’eurodeputata Simona Bonafé ma anche del presidente del consiglio regionale Eugenio Giani. Su quest’ultimo nome potrebbe esserci il gradimento della formazione politica Italia Viva. Inoltre, stando alle indiscrezioni, proprio le elezioni regionali in Toscana potrebbero rappresentare il battesimo per la formazione renziana in coalizione col centrosinistra.

Elezioni regionali Toscana 2020, le scelte del centrodestra

Il centrodestra segue uno schema oramai consolidato. Con la Lega che dovunque si conferma la prima forza politica della coalizione davanti a Fratelli d’Italia e Forza Italia, sempre abbastanza vicine tra loro. Nelle elezioni locali a completare le coalizioni di centrodestra si aggiungono le liste civiche che si richiamano ai candidati-presidenti e ai territori.

Chi sarà il candidato-presidente del centrodestra in Toscana? Non c’è ancora una risposta certa. Sinora sono circolati diversi nomi. Tra questi: l’europarlamentare Susanna Ceccardi, Antonfrancesco Vivarelli Colonna, Giovanni Donzelli e anche Paolo Del Debbio. La decisione rientrerà in uno schema più ampio: Salvini, Meloni e Berlusconi discuteranno le candidature sul tavolo politico nazionale.

Proprio Matteo Salvini ha avuto modo di dire la sua sulle elezioni in Toscana. “Entro novembre sceglieremo il miglior candidato” a governatore della Toscana. “Il nome? Ci sono persone che si sono messe a disposizione e che stiamo valutando, il nome non c’è già”. “Ci sono anche sindaci (tra i possibili candidati), la Toscana ha bisogno di qualcuno che conosca bene l’amministrazione e quindi avremo particolare riguardo ai sindaci e amministratori locali”. “A me piace giocare per vincere e cambiare, lo abbiamo fatto in Umbria, anche in terre che votavano da 50 anni a sinistra ci stiamo mettendo l’anima per il cambiamento e Regione Toscana sarà il coronamento di questo percorso, cercheremo di scegliere il meglio come candidato, ma anche come squadra e poi sceglieranno i cittadini”.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →