Asili nido gratis 2020: requisiti, quando entra in vigore la legge e novità

Pubblicato il 13 Novembre 2019 alle 12:21
Aggiornato il: 14 Novembre 2019 alle 17:55
Autore: Guglielmo Sano
Bambino all'asilo
Asili nido gratis 2020: requisiti, quando entra in vigore la legge e novità

A partire dal prossimo anno asili nido gratis per la maggior parte delle famiglie italiane: ad assicurarlo direttamente il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri.

Omicidio Stefano Cucchi: giudice ex carabiniere si astiene dal processo

Asili nido gratis: le rassicurazioni di Gualtieri

DI fronte alla Commissione Bilancio del Senato, durante la sua ultima audizione con argomento la Legge di Bilancio del 2020, il titolare del dicastero di Via XX settembre ha assicurato che grazie al consolidamento del relativo bonus, il prossimo anno, gli asili nido saranno sostanzialmente gratuiti “per la grande maggioranza delle famiglie italiane”. Tra l’altro, sottolinea sempre il ministro Gualtieri, verranno aumentati anche i posti disponibili negli asili nido, “oggi insufficienti in particolare nel Mezzogiorno”. Sulla misura, che vorrebbe andare a sostenere anche l’occupazione femminile, saranno investiti 2,8 miliardi.

Bonus asilo nido Inps 2019: modifica domanda online, la circolare guida

Come cambia il bonus?

In arrivo importanti novità a proposito del bonus nido con la Legge di bilancio 2020; innanzitutto, aumenterà l’importo dell’assegno riconosciuto alle famiglie con figli fino a 3 anni. Detto ciò, in attesa dell’approvazione definitiva della manovra, dovrebbero essere previste tre diverse fasce di reddito per l’erogazione del bonus, insomma, non a tutte le famiglie sarà erogato in misura piena. Solo i nuclei famigliari con reddito basso potranno ricevere l’importo massimo pari a 3mila euro.

Bonus asilo nido 2019-2021: aumento a 1500 euro, i requisiti

Quindi, come risulta dal comma 5 dell’articolo 41 del testo della manovra, a partire dal primo gennaio 2020, per le famiglie con Isee fino a 20mila euro sarà garantito il bonus nido in misura piena, cioè fino a un massimo di 3mila euro. Alle famiglie con Isee tra 25mila e 40mila euro, invece, sarà riconosciuto un assegno fino a 2.500 euro. Infine, per quelle con Isee superiore ai 40mila euro, il bonus nido spetterà nella misura di massimo 1.500 euro.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →