pubblicato: martedì, 4 Dic, 2018

articolo scritto da:

Bonus asilo nido 2019-2021: aumento a 1500 euro, i requisiti

Bonus asilo nido 2019-2021 aumento

Bonus asilo nido 2019-2021: aumento a 1500 euro, i requisiti

Aumento per il bonus asilo nido per il triennio 2019-2021. Un emendamento alla Manovra che riformula una proposta a firma Lega prevede infatti l’incremento dell’assegno a 1.500 euro annui fino al 2021, dopodiché, a partire dal 2022 tornerà a 1.000 euro all’anno, ovvero 90,91 euro mensili. La novità è di quelle importanti, ma ora si attende l’approvazione in commissione Bilancio alla Camera.

Bonus asilo nido: cos’è e a chi spetta

Il bonus asilo nido è un beneficio economico che viene erogato dall’Inps per aiutare le famiglie a pagare le rette degli asili nido pubblici e privati e forme di assistenza domiciliare per i bambini di meno di 3 anni affetti da gravi malattie croniche. Il beneficio, corrisposto dall’Istituto di previdenza su richiesta, spetta ai bambini nati dal 1° gennaio 2016. Come scritto sopra, può essere richiesto dai genitori, previo possesso dei requisiti richiesti. Il contributo mensile non può tuttavia eccedere la spesa sostenuta per il pagamento della singola retta.

Il bonus legato alle forme di assistenza domiciliare viene invece erogato sempre dall’Inps dai genitori conviventi con il bambino beneficiario. Occorrerà presentare un certificato rilasciato dal pediatra. Questo documento deve attestare “l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica”. Il bonus può essere ricevuto direttamente sul conto corrente bancario o postale, tramite bonifico domiciliato o accredito, o su carta prepagata con Iban. Qualora l’Iban non sia già noto all’Inps, per la fruizione di altre prestazioni, bisognerà compilare l’apposito modello SR163.

Bonus asilo nido: come fare domanda

Con il messaggio n. 4464 del 28 novembre 2018, l’Inps ha comunicato un inedito canale di trasmissione della domanda per ricevere la prestazione. Si tratta dell’app Inps Mobile, scaricabile su dispositivi Android e iPhone. Infatti, l’applicazione è stata integrata con una nuova funzione denominata Bonus Nido. Questa funzionalità permette di procedere a questo adempimento tramite smartphone o tablet, “allegando i dati acquisiti tramite una semplice fotografia dell’attestazione di pagamento”. Per accedere al servizio Bonus Nido è necessario essere munito di Pin Dispositivo Inps oppure di identità digitale SPID.

Una volta effettuato l’accesso, l’app mostrerà all’utente le domande per le quali è possibile allegare i giustificativi di spesa, “ossia le istanze che si trovino in stato Protocollata, Da Istruire e Accolta”. La funzione consentirà anche di inserire i dati del soggetto che emette l’attestazione di pagamento e la modifica dei dati presenti negli allegati, come ad esempio i dati aziendali dell’asilo nido nell’eventualità di avvenute variazioni.

Naturalmente la domanda per ottenere il beneficio potrà essere effettuata anche tramite i canali tradizionali. Quindi tramite servizio online sul sito Inps, Contact Center o enti di patronato e intermediari dell’Istituto.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: